spacer

L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Parla in libertà di argomenti di carattere generale attinenti il Bari: partite, allenamenti, calciomercato. Prima di aprire un nuovo topic, controlla sempre se l'argomento è già stato trattato!

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, Rosencratz, divin gallo, il_colonnello, Soloesemprebari

soldato Jocker

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3809
Iscritto il: ven ott 29, 2004 17:02
Località: Pontedera (PI)
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda soldato Jocker » mer giu 13, 2018 18:47


mivienedavomitare ha scritto:Credimi, non ti capisco. Poni l'accento su una pagliuzza e non hai notato ben altro.
Lo ritenevo e lo ritengo un allenatore scarso; come uomo, invece, un raccomandato presuntuoso e meschino.
Sei libero, ovviamente, di pensarla nel modo opposto.


...chiaro che si può pensare diversamente, per carità.... avrai i tuoi motivi per giudicare in maniera così aspra qualcuno che, ovviamente, non si fermano all'aver assistito ad una partita o aver saltato qualche conferenza stampa.... ti devo dare atto che, del tuo intervento precedente, non avevo dato la giusta attenzione al passaggio su Gattuso: beh, credimi se ti dico che diverse persone da queste parti la vedono in maniera diametralmente opposta a te e l"infatuazione" per Ringhio è bella che passata da un pezzo; da parte mia,non posso che preferire i silenzi di Grosso ai teatrini e all'ipocrisia dell'attuale allenatore del Milan.....
"Nessun paese civile rinnega il proprio passato come ha fatto e fa il popolo meridionale."
(Nicola Zitara in La Storia negata: Ferdinando II, 1997)

Una generazione di selfie della gleba e di egomostri, che accettano con ebete euforia i colpi di stato finanziari voluti dagli euroinomani.
(Diego Fusaro)

Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio
(José Mourinho)

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3540
Iscritto il: mar set 29, 2009 16:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » gio giu 14, 2018 9:00


soldato Jocker ha scritto:
mivienedavomitare ha scritto:Credimi, non ti capisco. Poni l'accento su una pagliuzza e non hai notato ben altro.
Lo ritenevo e lo ritengo un allenatore scarso; come uomo, invece, un raccomandato presuntuoso e meschino.
Sei libero, ovviamente, di pensarla nel modo opposto.


...chiaro che si può pensare diversamente, per carità.... avrai i tuoi motivi per giudicare in maniera così aspra qualcuno che, ovviamente, non si fermano all'aver assistito ad una partita o aver saltato qualche conferenza stampa.... ti devo dare atto che, del tuo intervento precedente, non avevo dato la giusta attenzione al passaggio su Gattuso: beh, credimi se ti dico che diverse persone da queste parti la vedono in maniera diametralmente opposta a te e l"infatuazione" per Ringhio è bella che passata da un pezzo; da parte mia,non posso che preferire i silenzi di Grosso ai teatrini e all'ipocrisia dell'attuale allenatore del Milan.....


... ho citato Gattuso solo per far notare come abbia gestito una rosa di sedici giocatori, tra mille difficoltà societarie e senza certezze economiche, instaurando però con i tifosi un rapporto schietto e mai banale.
Per quanto mi riguarda Grosso avrebbe fatto meglio a non pronunciare mai verbo vista la ripetitività delle sue monocordi dichiarazioni, ma chiunque avrebbe dovuto avere un minimo di rispetto almeno verso la parte dei tifosi che ancora oggi continua a difenderlo. La società ha le sue colpe, enormi ed imperdonabili, ma non bastano a giustificare la sua fuga di mezzanotte.

AdriAMB

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 17450
Iscritto il: mar ago 04, 2009 8:37
Località: Vnett
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda AdriAMB » gio giu 14, 2018 11:06


Ma tu cosa ne sai di come ha gestito la squadra? Non ho sentito di un giocatore che si è lamentato della sua gestione.
Per il rapporto con la tifoseria, ma che rapporto vuoi creare con una tifoseria che ti sta vicino solo quando vinci (e neanche sempre)? Ma per piacere...Poi dare importanza alle conferenze stampa, mi sembra solo cercare un appiglio per attaccarlo, visto l'inutilità delle stesse. Sempre le solite frasi fatte, tanto per dare il contentino ai giornalai, che a Bari poi non perdono occasione per creare polemica.
NO AI GEMELLAGGI

Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

Saboccio

Avatar utente
Del Bari Seguace
Del Bari Seguace
 
Messaggi: 928
Iscritto il: lun ott 26, 2009 21:45
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Saboccio » gio giu 14, 2018 13:26


Non mi frega se si degnerà di dirci addio....basta che vada a fare esperimenti altrove.

soldato Jocker

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3809
Iscritto il: ven ott 29, 2004 17:02
Località: Pontedera (PI)
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda soldato Jocker » ven giu 15, 2018 10:00


mivienedavomitare ha scritto:
... ho citato Gattuso solo per far notare come abbia gestito una rosa di sedici giocatori, tra mille difficoltà societarie e senza certezze economiche, instaurando però con i tifosi un rapporto schietto e mai banale.


...per la cronaca, i frutti della sua gestione di sedici giocatori (e credimi, o confermami se sai qualcosa, MOLTO altro, perché Gattuso in quella stagione è stato molto di più che l'allenatore del Pisa) e del suo rapporto "schietto e mai banale" con i tifosi sono che i miei amici pisani si sono goduti la trasferta di Gavorrano, mentre Gattuso sarà confermato alla guida del Milan.... chapeau, un vero eroe.....
"Nessun paese civile rinnega il proprio passato come ha fatto e fa il popolo meridionale."
(Nicola Zitara in La Storia negata: Ferdinando II, 1997)

Una generazione di selfie della gleba e di egomostri, che accettano con ebete euforia i colpi di stato finanziari voluti dagli euroinomani.
(Diego Fusaro)

Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio
(José Mourinho)

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3540
Iscritto il: mar set 29, 2009 16:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » ven giu 15, 2018 14:01


soldato Jocker ha scritto:
mivienedavomitare ha scritto:
... ho citato Gattuso solo per far notare come abbia gestito una rosa di sedici giocatori, tra mille difficoltà societarie e senza certezze economiche, instaurando però con i tifosi un rapporto schietto e mai banale.


...per la cronaca, i frutti della sua gestione di sedici giocatori (e credimi, o confermami se sai qualcosa, MOLTO altro, perché Gattuso in quella stagione è stato molto di più che l'allenatore del Pisa) e del suo rapporto "schietto e mai banale" con i tifosi sono che i miei amici pisani si sono goduti la trasferta di Gavorrano, mentre Gattuso sarà confermato alla guida del Milan.... chapeau, un vero eroe.....


Hai ragione. Grosso è stato un esempio di correttezza.

Angioletto

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2714
Iscritto il: ven lug 22, 2005 20:42
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Angioletto » sab giu 16, 2018 9:20


Grosso l'anno scorso aveva sottoscritto un contratto biennale con l'opzione per un anno ancora, in linea con quelli che erano i programmi societari di arrivare alla massima serie attraverso un progetto. Una soluzione questa auspicata da molti ed assolutamente condivisa dal sottoscritto. Dopo solo un anno ha deciso di andar via, senza salutare la città in silenziosa polemica con la stampa e con i tifosi. Si è comportato male? non lo so, e non mi esprimerei oltre...considero che una persona può decidere di andar via per tante ragioni, che non sempre o quasi mai vengono esteriorizzate. Quindi di cosa parliamo? abbiamo un idea di quello che è successo negli spogliatoi e nelle stanze dalla dirigenza quest'anno? io sicuramente no. Non darei la croce addosso, ad un allenatore che non si è fatto amare, come non si sono fatti amare tantissimi prima di lui...e chiediamoci piuttosto perché, una piazza che ha uno stadio da 60000 spettatori ed un bacino di utenza di oltre 1 milione di persone, non riesce a trovare un imprenditore qualsiasi, di qualsiasi nazionalità che investa qualche milione nella squadra di calcio.

Diceopoli

Avatar utente
Biancorosso
Biancorosso
 
Messaggi: 473
Iscritto il: lun nov 01, 2010 8:01
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Diceopoli » sab giu 16, 2018 16:55


Anziché attardarci su questioni di cui non abbiamo conoscenza diretta, quali quelle sui rapporti tra Grosso e lo spogliatoio o tra Grosso e la Società, dovremmo, io credo, provare a rispondere a due semplici quesiti:
1) siamo soddisfatti del gioco espresso dalla squadra?
2) siamo soddisfatti del piazzamento finale della squadra?
Ovviamente, tutto è relativo, e tanto maggiori erano le aspettative, anche tenuto conto del valore presunto della squadra, tanto minore sarà il grado di soddisfazione.
Per quanto mi riguarda, la risposta è negativa ad entrambi i quesiti.
    Non ridere, non lugere, neque detestari, sed intellegere

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3540
Iscritto il: mar set 29, 2009 16:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » sab giu 16, 2018 18:10


Diceopoli ha scritto:Anziché attardarci su questioni di cui non abbiamo conoscenza diretta, quali quelle sui rapporti tra Grosso e lo spogliatoio o tra Grosso e la Società, dovremmo, io credo, provare a rispondere a due semplici quesiti:
1) siamo soddisfatti del gioco espresso dalla squadra?
2) siamo soddisfatti del piazzamento finale della squadra?
Ovviamente, tutto è relativo, e tanto maggiori erano le aspettative, anche tenuto conto del valore presunto della squadra, tanto minore sarà il grado di soddisfazione.
Per quanto mi riguarda, la risposta è negativa ad entrambi i quesiti.


Non sono stato soddisfatto dal gioco, è un eufemismo, della squadra.
Non sono stato soddisfatto dal piazzamento perchè con la rosa ampia (fin tropo) a disposizione e considerando il modesto campionato fatto da compagini sulla carta superiori, sarebbe bastato evitare quel ridicolo e insensato rimescolamento continuo di uomini e ruoli andato in onda in quasi tutto il girone di ritorno per ottenere un risultato finale molto migliore. Abbiamo buttato alle ortiche un'occasione irripetibile per conquistare la A con una squadra non da promozione diretta.

adéspotos

Galletto
Galletto
 
Messaggi: 59
Iscritto il: mer apr 30, 2014 13:54
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda adéspotos » sab giu 16, 2018 18:14


Il Fari non frascia ma si imbracca.
E noi di diripetto mentriamo dripetto.
E lui di diripetto mentra dripetto.
Mai una piosca, mai un trizzo di razzo,
sempre col follo attaccato al prazzo
come-se-fosse-men-duro tripare la Fari
che-un-sazzio-nel-pulo.

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3540
Iscritto il: mar set 29, 2009 16:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » gio giu 28, 2018 8:53


Ho visto giocare la grande Germania ed ho rivisto il Bari di Grosso; tanto possesso, giocatori fermi, giro palla estenuante e ........ sconfitta finale.

dareios

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6228
Iscritto il: sab feb 22, 2003 4:03
Località: roma
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda dareios » ven giu 29, 2018 13:03


mivienedavomitare ha scritto:Ho visto giocare la grande Germania ed ho rivisto il Bari di Grosso; tanto possesso, giocatori fermi, giro palla estenuante e ........ sconfitta finale.

Ho fatto la stessa considerazione, recriminando ancor di più su quello che per il Bari poteva essere e non è stato a causa delle idee di tendenza di un allenatore cocciuto. L'orrendo possesso palla fatto di passaggetti inutili, che prolunga i tempi delle azioni di gioco, d'altra parte riduce di molto le possibilità di creare pericoli ad avversari tecnicamente più deboli. argentina, germania, la stessa spagna hanno faticato e/o perso per il loro attendismo inutile e dannoso contro avversari di gran lunga inferiori, non creando nulla per 3/4 di partita e velocizzando le azioni solo sul finale quando gli allenatori si decidevano a far entrare qualche attaccante.
Spero che questo mondiale serva almeno a cancellare certe tattiche deleterie e ormai vecchie.
PER UN GRANDE BARI: MATARRESE VATTENE
curva Cusmai o curva matarrese? solidarietà con chi viene picchiato se contesta l'a. s.

«un uomo deve sempre lottare per le proprie idee; se non lo fa è perché o non valgono niente le sue idee o non vale niente lui» (Ezra Pound)

Almiron: "Una grande? Spero di far diventare grande il Bari" (15.09.2010)

ADESPOTI SI VINCE

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 9473
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari - S.Spirito
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda tifosobarese92 » ven giu 29, 2018 18:10


Tante analogie tra il Bari di Grosso e la Germania di Low non le trovo. Non mi trovate d'accordo sullo stile di gioco, perché i tedeschi molto spesso hanno scelto vie esterne e quindi si sono concentrati sulle sovrapposizione di Kimmich ed Hector per avvolgere l'avversario nella manovra e sfruttare in un secondo momento i tre trequartisti alle spalle di Werner. Noi, invece, quando giocavamo con questa soluzione di gioco, ossia con il 4-2-3-1, avevamo Brienza alle spalle di Floro Flores con quest'ultimo che dava profondità e con Brienza che accorciava il reparto. Una soluzione un po' diversa da quella tedesca considerando che Ozil si abbassava quasi sempre sulla linea di Kross e Khedira, lasciando chilometri tra se e Wemer. Un po' meglio quando c'era Gomez che con la Svezia ha fatto reparto da solo, ma perché è un numero 9, quello che in tempi antichi era chiamato attaccante di razza e che in una squadra che deve vincere il mondiale non deve mancare mai, anche perché Wemer quando è stato messo a sinistra ha fatto vedere tante buone cose.

Detto ciò, un mondiale non è paragonabile ad un campionato, dove adesso anche un fallo tattico può pregiudicarti la qualificazione al turno successivo (Senegal docet). Gli episodi contano più della struttura di gioco e le vittorie passano dalla solidità difensiva di una squadra, perché in un mondiale o in un europeo, in cui il massimo delle partite sono 7 e almeno 5 sono uno scontro diretto, conta non subire gol. E la dimostrazione, rimanendo in tema Germania, ce l'ha data il Messico, che giocando un calcio per lo più verticale contro i tedeschi e contro la Corea, non ha saputo mantenere i nervi saldi contro una Svezia che gioca con il metodo più antico del mondo ovvero catenaccio e ripartenza, schiacciando tutta la squadra sul limite dell'area e snaturando la sua essenza dopo che ha subito gol. Anche perché molto spesso si chiede ad una squadra di mantenere la propria identità, ma è molto difficile farlo quando ci sono avversari che sanno difendersi bene, come appunto lo Svezia.

Infine chiudo il capitolo Germania, prima di passare a quello spagnolo, che non è tanto diverso, dicendo che questa Germania, a parte che è partita con un velo di presunzione che in un mondiale nessuno si può permettere, neanche i campioni uscenti, non è quella che ha dominato il mondiale brasiliano: è invecchiata di 4 anni, è meno forte in difesa (Hummels e Boateng non sono gli stessi di 4 anni e non ci sono Lham e Howedes), non ha tantissimi cambi di qualità in mediana e in attacco non ci sono signori come Klose o Podolski. È una nazionale diversa rispetto a quella che ha alzato la coppa al Maracana, i cui punti cardine sono semplicemente meno brillanti fisicamente e il ricambio generazionale non è stato completo. Mettiamoci anche qualche errore di Low nella gestione di alcune partite e l'eliminazione non è cosi scandalosa. Questo non cambia che se Hummels la prende all'85' il Messico va a casa e la Germania ancora in Russia.

Capitolo Spagna: sarà tiki-tiki o tiki-taka ma giocano da sempre così. Non è stato mica Pep a portare in Spagna il Tiki-Taka, gli spagnoli giocano cosi e non vedo perché dovremmo lamentarcene. È un modo come un altro di interpretare il gioco del calcio e lo insegnano così ai loro ragazzi nelle scuole calcio. Ad ogni modo, sono arrivati primi nel girone e non vedo un fallimento. Inoltre nel loro gruppo a parte Cristiano Ronaldo hanno trovato l'Iran che è una squadra davvero molto organizzata che fa delle difesa il suo punto forte. Quello che ormai passa è che non esistono più squadre materasso e che tutte, chi più e chi meno, sa difendersi discretamente. Questo perché il calcio si evolve così come si evolve la società e di conseguenze molte squadre hanno studiato le contromisure per giocarsela contro le squadre più forti che per inerzia proveranno sempre a fare la partita, poiché il pallone va sempre dai calciatori più tecnici e di certo ad un difensore palla o gamba o ad un centrocampista tutto cuore e polmoni non si può chiedere di inventare la giocata, perché tanto non la sa fare.

Capitolo argentina. Mi servirebbero ore per spiegare cosa non va nell'albiceleste. La prima cosa che non va è che non è Sampaoli a fare le formazione. Oddio, forse è meglio così, perché quando le ha fatte lui l'Argentina era improponibile. Poi ci sarebbe Mascherano che boh perché gioca ancora a pallone, Messi che in un contesto in cui non è il cuore dell'azione diventa un fantasma e che poi quando gli si mette la punta che accorcia e lui che taglia (altro caso più unico che raro) va a fare gol. La situazione argentina è troppo difficile e si scontra con quella che è la complessità del calcio moderno, perché se nel 1986 l'Argentina vinceva un mondiale dando la palla al calciatore più forte del mondo, nel 2018 non basta (poi possiamo anche discutere su chi è il migliore al mondo attualmente, sicuramente Messi è tra i tre migliori al mondo).

Concludo il mio pensiero: credo che non si possano paragonare le nazionali ai club. Il lavoro che fa un selezionatore è diverso da quello che fa un allenatore. Inoltre credo che il calcio stia vivendo un periodo di transizione e sta cambiando ancora una volta il suo volto. Al talento vero e puro si preferisce corsa e fisico, e pian piano un po' tutti stanno ritornando a giocare con la prima punta strutturata e ad abbandonare l'idea del falso nueve, che nelle sempre più macchiavelliche difese si perde molto facilmente, e questo perché, ritornando al discorso fatto in precedenza, anche le nazionali che per decenni sono state solo comparse, oggi sono organizzate e hanno settori giovanili che formano calciatori buoni.

Poi rimangono sempre i numeri, che affermano tutto il contrario: delle 16 squadre qualificate 10 sono europee e 4 sono sudamericane, a conferma del fatto che la geografia del calcio cambia principalmente all'interno dei continenti, ma non è cambiata tra i continenti.
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

dareios

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6228
Iscritto il: sab feb 22, 2003 4:03
Località: roma
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda dareios » ven giu 29, 2018 19:06


Caro Lorenzo, la tua è una dettagliata analisi tecnica di grande spessore e acume, da te un profano come me ha solo da imparare. Però non sottovalutare il punto di vista del semplice spettatore/tifoso che ancora recrimina sulla monotonia e sul grigiore del gioco grossolano che anche Nicola mvdv ha più volte descritto qui in modo esemplare e altrettanto tecnico. Giocatori fermi, miriade di passaggetti il più delle volte all'indietro o laterali, assenza o quasi di tiri in porta e azioni pericolose. Ho rivisto qualcosa del genere in alcune partite di germania, spagna e argentina. Alla vittoria spagnola del mondiale sudafricano palesai un timore: che quel tipo di gioco chiamato in modo onomatopeico tikitaka avrebbe purtroppo preso il sopravvento diffondendosi a macchia d'olio. E fin quando il tikitaka viene praticato da gente del calibro di Iniesta & co. lo spettacolo può anche essere apprezzabile, ma la versione "poveraccia" praticata da squadre come il Bari, ma anche dalla stessa argentina, è inguardabile, una melina prolungata simile al finale biscottato di giappone-polonia.
Tu stesso poi ti soffermi sulla reintroduzione progressiva del centravanti che il guardiolismo ha sostituito con il... nulla, "lo spazio" (cit.) siderale. Grosso ha preso alla lettera gli insegnamenti guardiolisti e spesso in area di rigore avversaria non c'erano maglie biancorosse ma solo... lo spazio siderale, mentre il nostro nove era impegnato in compiti di bassa manovalanza, ben lontano dalla zona nevralgica.
Considerato tutto questo, le recriminazioni sono più che lecite: veder andare in A una squadraccia indegna come il parma non fa che aumentarle, si è sprecata un'enorme occasione per andare in A senza passare per i play off e per riassestare la baracca societaria sol perché l'allenatore aveva come obiettivo il possesso palla... mo' lui se n'è andato in cerca di gloria, vergognandosi di salutare di persona il popolo biancorosso, e noi siamo rimasti come don falcuccio...
buona serata
PER UN GRANDE BARI: MATARRESE VATTENE
curva Cusmai o curva matarrese? solidarietà con chi viene picchiato se contesta l'a. s.

«un uomo deve sempre lottare per le proprie idee; se non lo fa è perché o non valgono niente le sue idee o non vale niente lui» (Ezra Pound)

Almiron: "Una grande? Spero di far diventare grande il Bari" (15.09.2010)

ADESPOTI SI VINCE

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3540
Iscritto il: mar set 29, 2009 16:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » ven giu 29, 2018 19:18


Ai miei tempi si diceva: il pallone è tondo e vince chi tira di pù in porta.
Le analogie sono evidenti: stanno perdendo tutte le squadre che, pur tenendo il pallone tra i piedi, non tirano in porta.
La Spagna ha fatto scuola grazie solo a calciatori dal livello tecnico e tattico eccelso; oggi diversi di quei fuoriclasse hanno o stanno per appendere le scarpe al chiodo ed anche loro andranno in difficoltà.
Copiare o voler imitare quel sistema di gioco è stata la nostra condanna.
La Germania non corre più, non ha qualità sugli esterni ed è priva di un finalizzatore ..... il risultato si è visto.
Il calcio è bello perchè dai campi in sterrato ai mondiali i concetti di gioco sono sempre gli stessi.

PrecedenteProssimo

Torna a LA BARI


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 9 ospiti