spacer

Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futuro

Parla in libertà di argomenti di carattere generale attinenti il Bari: partite, allenamenti, calciomercato. Prima di aprire un nuovo topic, controlla sempre se l'argomento è già stato trattato!

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, Rosencratz, divin gallo, il_colonnello, Soloesemprebari

grande fratello

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 8082
Iscritto il: sab ott 22, 2005 8:22
Località: Bari - Modugno - Casamassima
Record: 3

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda grande fratello » dom apr 17, 2011 14:03


Esperto_Calcio ha scritto:La prima partita che vidi al vecchi stadio fu un' amichevole tra Bari-Inter. Si festeggiava lo scudetto dell' Inter e la promozione del Bari in A. A fine partita, ricordo che Pignataro si fece tagliare i baffi.

Prima partita ufficiale: un derby Bari-Lecce 0-1 (gol di Vincze). Ero in tribuna Ovest. Bella giornata di sole.

Prima partita al San Nicola: Bari-Torino 2-1 (gol su rigore all'ultimo minuto).


Anche per me quella è stata la prima partita al S.Nicola....Ricordo che il Torino vinceva e il Bari pareggiò con Raducioiu, poi il torino ci schiacciò per tutta la partita e a cinque minuti dalla fine gran parte dello stadio si svuotò per non trovarsi nella calca. Moltissimi se ne andarono dicendo "ce na ma fa du BBar" "squadr de pellegrin" ecc ecc. Un bambino addirittura implorava il padre di restare fino alla fine perchè era sicuro che il Bari avrebbe vinto, ma il padre lo portò via di forza. A tempo scaduto rigore di Joao Paulo e gol in uno stadio già semisvuotato....

samsugo

 
Messaggi: 10
Iscritto il: lun dic 27, 2010 22:38
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda samsugo » mer apr 27, 2011 16:35


1a partita Bari-Inter 2 a 1

SundayForever

 
Messaggi: 4
Iscritto il: mar mag 17, 2011 8:22
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda SundayForever » mer mag 18, 2011 4:00


Poi tante cose sono cambiate. Io sono partito per Milano, un male incurabile si è portato via mio papà nel giro di un anno, e quel posto di tribuna, ogni volta che torno a Bari, continua a evocarmi una marea di ricordi, come l'ultima partita che vidi con lui: ci abbracciammo tre volte, e il Bari riuscì anche a perderla 3-4.

polpoRiccio3

 
Messaggi: 33
Iscritto il: dom mag 22, 2011 4:54
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda polpoRiccio3 » dom mag 22, 2011 5:14


Prima partita Bari - Triestina, l'anno non lo ricordo ma in porta per la triestina c'era Bistazzoni.
Ho seguito il Bari da quando giocava Edi Bivi.
Ricordo la partita Bari Atalanta 4-0
Ricordo la prima partita al san Nicola era un amichevole (giocavano Joao e Gerson).
L'ultima e' stata Bari Palermo 1-1 quest'anno.
La prossima non so quando....vivendo all'estero e' difficile anche riuscire a vedere lo streaming (vivo in un paese del c***o).
Mai simpatizzato per altre squadre...sinceramente...non provo interesse a guardare una squadra che non sia il Bari, perche' non e' della mia citta', non mi rappresenta.
Moderatoreeee....si nu krnut!!!!

franzsiciliano

Galletto
Galletto
 
Messaggi: 67
Iscritto il: sab feb 21, 2009 14:09
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda franzsiciliano » dom lug 17, 2011 22:50


:yeah: :yeah: :yeah: Immagine

moccammamt

Avatar utente
Del Bari Seguace
Del Bari Seguace
 
Messaggi: 651
Iscritto il: dom feb 06, 2011 20:46
Località: Riccione
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda moccammamt » dom ago 07, 2011 17:05


Oggi ripensavo al campionato di C di Bolchi. Dopo una retrocessione amara con mille rigori sbagliati, che seguiva un'annata fantastica con Catuzzi che quasi ci portava in A, pochi appassionati fecero ancora l'abbonamento al 'campo'. Ci divertimmo tanto, anche se era la C. Capisco chi ora voglia abbonarsi, la passione è difficile da contenere. Spero che questo campionato dia le stesse emozioni di quelle provate ai tempi di Messina e Galluzzo.

Ubares92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2138
Iscritto il: dom dic 28, 2008 18:12
Località: Nella vecchia pescheria ia ia oh
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda Ubares92 » dom ago 07, 2011 19:20


io sono giovane....ma penso di poter dire comunque la mia.......la passione per il bari mi è stata trasmessa da mio padre e da mio nonno quasi appena nato....io infatti non ricordo assolutamente niente di quel periodo, ma mio padre dice che da piccolino gridavo sempre il nome di protti.....si signori proprio così...il mio idolo all'epoca era proprio lui...ma purtroppo non ricordo assolutamente niente...i ricordi invece iniziano ad emergere intorno alla fine degli anni 90...nel bari dei vari ingesson osmanovsky andersson masinga zambrotta de rosa ecc... mi ricordo delle calde domeniche che passavo in curva sud sempre in compagnia del nonno e del babbo...era bellissimo...ancor più bello fu il periodo di cassano...fu amore a prima vista (come ancora oggi lo è) ricordo perfettamente quando in un bari fiorentina scartò il portiere e segnò....mamma mia che ricordi le partite fuori casa però erano un problema....per questo diventammo assidui frequentatori prima del bar biffi (valenzano) e snupi (carbonara) poi.....ma in quegli anni qualcosa cambiò....la retrocessione e la vendita di tonino furono delle batoste e per questo devo ammetterlo abbandonai la squadra...ero ancora troppo piccolo per capire e così mi feci trascinare dal mio idolo e diventai romanista.....quello che facevano cassano e totti era qualcosa di incomprensibile per me....ormai ero romanista ....questa passione è durata parecchio soprattutto a causa delle umiliazioni che il bari subiva.....una su tutte lo spareggio per la c contro il venezia...ecco quì si può dire che si chiuse come un ciclo per me....fu terribile quella partita...ero con alcuni amici per strada con una radio.....fu drammatico....da quel momento quindi mi dedicai alla roma senza però staccarmi completamente dalla bari......tutto è durato fino al derby lecce bari 1-3 con maran in panchina....da quel momento in poi è stato un crescendo fino all' arrivo di conte e ai giorni nostri...ora sono maturo ho capito che Bari è la mia città e di conseguenza c'è solo una squadra da tifare.... ed essendo stato doppiofedista ora posso dire di essere guarito da questa malattia....questi colori bisogna difenderli da ogni minaccia interna o esterna...essere baresi vuol dire tifare Bari non altro.....essere baresi vuol dire gridare forte il nome della città e della squadra del cuore.....

mandrake 59

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 4112
Iscritto il: mar gen 26, 2010 22:19
Località: Dove c'e' uva,fischietti e creta!
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda mandrake 59 » lun set 26, 2011 17:21


Ubares92 ha scritto:io sono giovane....ma penso di poter dire comunque la mia.......la passione per il bari mi è stata trasmessa da mio padre e da mio nonno quasi appena nato....io infatti non ricordo assolutamente niente di quel periodo, ma mio padre dice che da piccolino gridavo sempre il nome di protti.....si signori proprio così...il mio idolo all'epoca era proprio lui...ma purtroppo non ricordo assolutamente niente...i ricordi invece iniziano ad emergere intorno alla fine degli anni 90...nel bari dei vari ingesson osmanovsky andersson masinga zambrotta de rosa ecc... mi ricordo delle calde domeniche che passavo in curva sud sempre in compagnia del nonno e del babbo...era bellissimo...ancor più bello fu il periodo di cassano...fu amore a prima vista (come ancora oggi lo è) ricordo perfettamente quando in un bari fiorentina scartò il portiere e segnò....mamma mia che ricordi le partite fuori casa però erano un problema....per questo diventammo assidui frequentatori prima del bar biffi (valenzano) e snupi (carbonara) poi.....ma in quegli anni qualcosa cambiò....la retrocessione e la vendita di tonino furono delle batoste e per questo devo ammetterlo abbandonai la squadra...ero ancora troppo piccolo per capire e così mi feci trascinare dal mio idolo e diventai romanista.....quello che facevano cassano e totti era qualcosa di incomprensibile per me....ormai ero romanista ....questa passione è durata parecchio soprattutto a causa delle umiliazioni che il bari subiva.....una su tutte lo spareggio per la c contro il venezia...ecco quì si può dire che si chiuse come un ciclo per me....fu terribile quella partita...ero con alcuni amici per strada con una radio.....fu drammatico....da quel momento quindi mi dedicai alla roma senza però staccarmi completamente dalla bari......tutto è durato fino al derby lecce bari 1-3 con maran in panchina....da quel momento in poi è stato un crescendo fino all' arrivo di conte e ai giorni nostri...ora sono maturo ho capito che Bari è la mia città e di conseguenza c'è solo una squadra da tifare.... ed essendo stato doppiofedista ora posso dire di essere guarito da questa malattia....questi colori bisogna difenderli da ogni minaccia interna o esterna...essere baresi vuol dire tifare Bari non altro.....essere baresi vuol dire gridare forte il nome della città e della squadra del cuore.....
caro amico leggi sotto al mio messaggio da quanto tempo vado allo stadio................avevo 6 anni e di retrocessioni in serie C ne ho viste..................e quante trasferte sui campi che non meritavamo di giocare :cry: benevento,turris,rende,alcamo,marsala,genzano,acireale ,pro vasto,francavilla,casarano.............e tu ti sei scottato per cosi poco????..........e io non ho mai tifato per nessuna squadra di serie A,SOLOBARI E BASTA, lo giuro su Antonio Conte!!!!! :italy: :italy: :italy:
se quest'anno il Bari va in serie A vado a piedi sulla luna!!!

NanoDaGiardino

 
Messaggi: 34
Iscritto il: lun set 28, 2009 17:13
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda NanoDaGiardino » lun gen 09, 2012 17:23


http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... sq15HdRAs#!

Tifoso da due anni appena del bari,
mi viene da piangere.
Che momenti. :evil: :evil: :evil:

monos

Del Bari Seguace
Del Bari Seguace
 
Messaggi: 736
Iscritto il: ven gen 09, 2009 22:42
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda monos » sab gen 28, 2012 0:11


E' anche vero che se Bari avesse una societa' degna della nostra citta', della nostra provincia molti tiferebbero solo Bari ! Bari merita molto di piu' e secondo me il reale potenziale della provincia e' rimasto inesperesso, fidatevi !

colino1961

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6717
Iscritto il: ven apr 23, 2010 15:40
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda colino1961 » sab gen 28, 2012 2:54


monos ha scritto:E' anche vero che se Bari avesse una societa' degna della nostra citta', della nostra provincia molti tiferebbero solo Bari ! Bari merita molto di piu' e secondo me il reale potenziale della provincia e' rimasto inesperesso, fidatevi !

:respect: :respect: :respect: :respect:

saverio67

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 17137
Iscritto il: ven giu 27, 2003 13:22
Località: Rione S. Cataldo
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda saverio67 » mer apr 04, 2012 14:32


questo è il più bel thread del forum

cicciodaprato ho avuto il piacere di conoscerlo quando eravamo entrambi adolescenti (30 anni fa!)

Leggerlo tutto ha sempre fatto sorgere grandi emozioni.

La memoria, quella cosa che rende ciascuno di noi speciale e diverso dagli altri. E' il passato che modello il nostro comportamento attuale e futuro.

La nostalgia. Si perché quando si è bambini e ragazzi si è tanto spensierati, e si vivono tante vicende con intensità ma anche con tanta buona fede. Magari potessimo conservare per sempre quelle virtù.

La speranza nel futuro. Quella speranza che accomuna tutti noi iscritti in questo forum. Io mi sono iscritto nel 2003, negli anni bui della B e tanti lo hanno fatto con me e continuano a frequentarlo ancora oggi. Perché la verità è che ciascuno di noi non attende altro che un piccolo, timidissimo segnale, per riaccendere l'entusiasmo.

Ma oggi. Oggi che viene fuori questo verminaio. Il mondo delle scommesse aveva toccato Bari già in passato. Dovremmo ricordare Sigarini. E pure il portiere che avevamo in C (Conti), che rientrava dopo una squalifica per calcioscommesse. Come pure ci ha toccato il mondo del doping (Gillet che si faceva di nandrolone). Ci siamo pure accordati per truccare le partite (la partita col Venezia...). Ma erano episodi. Sporadici. Nessuno si immaginava un simile marciume.

Mi chiedo, chi rifonderà le decine di tifosi che hanno testimoniato in questo thread il loro amore? Un amore smisurato e quasi mai ricambiato. Un amore generoso, offerto senza ottenere mai in cambio uno scudetto, una coppa italia. L'unico trofeo... una Mitropa CUP. Le partite ufficiali europee le abbiamo viste con il torneo anglo-italiano di serie C. Eppure abbiamo amato il Bari. Queste pagine sono piene di amore. E molti hanno ricordato anche i papà, i nonni, gli zii, gli affetti più cari che ci hanno accompagnato e ci hanno iniziato a questo amore.

Oggi mio padre ha 83 anni e non cammina più; non ci sente più e attende solo che il Signore lo liberi dalle sue sofferenze. E' sempre stato zoppo, mio padre; aveva avuto un brutto incidente all'età di 3 anni. Eppure, con quella gamba zoppa e dolorante mi ha portato al Della Vittoria a vedere il Bari, in serie C, quando ci giocava Penzo, e ci andavamo a piedi da S. Pasquale. La gamba gli faceva così male che al ritorno io, bimbo di seconda o terza elementare (non ricordo di preciso) lo dovevo sorreggere e lui si appoggiava con tutto il peso a me per tornare a casa. Ma io e lui eravamo felici; avevamo passato una domenica insieme a gioire insieme, ad abbracciarci. E quando il Bari era in trasferta ci mettevamo insieme sul lettone di casa a sentire la partita, e quando il Bari segnava avevo il permesso di uscire sul balcone e sparare una bombetta (allora i tric e trac costavano assai e si smontavano per ricavarne le singole bombette).

Ora chiedo a queste m**** di uomini: mio padre si è meritato tutto questo? Si è' meritato che gli abbiate venduto l'amore e l'onore di essere tifoso del Bari? Lui che non ha mai tifato per nessun'altra squadra, neanche quando il Bari stava in C?

Spero che quei soldi ve li dobbiate spedere tutti a medicine. E siccome sono tanti i soldi che vi siete presi, spero che le malattie che dovrete curare siano sufficientemente terribili e dolorose da richiedere di spenderli tutti quei denari.

E ora, io, a mio figlio, che gli dico? Lui che a 4 anni mi chiedeva <<Come sta Ranocchia?>>. Lui che ha esultato quando, a 5 anni, ha ricevuto la maglia di Barreto per la befana. Lui che l'anno scorso (con la sorella un po' più grande e mia moglie) mi ha preparato per Pasqua una scarcella a forma di galletto e me l'ha data guardandomi negli occhi per leggere la mia felicità. Lui che 2 settimane fa ha dichiarato ad una persona che gli ha chiesto per squadra tifasse: <<Il Bari>>. Lui che a carnevale non vuole il vestito di spiderman ma si veste da giocatore del Bari. Lui che è stato pure premiato come abito più originale e l'organizzatore lo ha chiamato dicendogli <<ehi, tu, forza bari, vieni qua!>> e io che mi godevo gli sguardi invidiosi degli altri papà che avrebbero voluto un figlio come il mio. Ora, che gli dico? Che cosa gli indico? Lo devo condannare a soffrire come me? Lo farei se sapessi che però il gioco è pulito. Ma così...

Maledetti. Siate maledetti per me, per mio padre, per mio figlio, per tutti coloro che qui hanno scritto e per tutti i nostri papà e i nostri nonni che ci hanno trasmesso questo amore che voi avete tradito.

>>>> S I A T E M A L E D E T T I <<<<
4/2/2015. Ciao Pierigno.


Questo è un blocco di testo che può essere aggiunto in fondo ai tuoi messaggi. Il limite caratteri è di 450.

colino1961

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6717
Iscritto il: ven apr 23, 2010 15:40
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda colino1961 » mer apr 04, 2012 15:16


saverio67 ha scritto:questo è il più bel thread del forum

cicciodaprato ho avuto il piacere di conoscerlo quando eravamo entrambi adolescenti (30 anni fa!)

Leggerlo tutto ha sempre fatto sorgere grandi emozioni.

La memoria, quella cosa che rende ciascuno di noi speciale e diverso dagli altri. E' il passato che modello il nostro comportamento attuale e futuro.

La nostalgia. Si perché quando si è bambini e ragazzi si è tanto spensierati, e si vivono tante vicende con intensità ma anche con tanta buona fede. Magari potessimo conservare per sempre quelle virtù.

La speranza nel futuro. Quella speranza che accomuna tutti noi iscritti in questo forum. Io mi sono iscritto nel 2003, negli anni bui della B e tanti lo hanno fatto con me e continuano a frequentarlo ancora oggi. Perché la verità è che ciascuno di noi non attende altro che un piccolo, timidissimo segnale, per riaccendere l'entusiasmo.

Ma oggi. Oggi che viene fuori questo verminaio. Il mondo delle scommesse aveva toccato Bari già in passato. Dovremmo ricordare Sigarini. E pure il portiere che avevamo in C (Conti), che rientrava dopo una squalifica per calcioscommesse. Come pure ci ha toccato il mondo del doping (Gillet che si faceva di nandrolone). Ci siamo pure accordati per truccare le partite (la partita col Venezia...). Ma erano episodi. Sporadici. Nessuno si immaginava un simile marciume.

Mi chiedo, chi rifonderà le decine di tifosi che hanno testimoniato in questo thread il loro amore? Un amore smisurato e quasi mai ricambiato. Un amore generoso, offerto senza ottenere mai in cambio uno scudetto, una coppa italia. L'unico trofeo... una Mitropa CUP. Le partite ufficiali europee le abbiamo viste con il torneo anglo-italiano di serie C. Eppure abbiamo amato il Bari. Queste pagine sono piene di amore. E molti hanno ricordato anche i papà, i nonni, gli zii, gli affetti più cari che ci hanno accompagnato e ci hanno iniziato a questo amore.

Oggi mio padre ha 83 anni e non cammina più; non ci sente più e attende solo che il Signore lo liberi dalle sue sofferenze. E' sempre stato zoppo, mio padre; aveva avuto un brutto incidente all'età di 3 anni. Eppure, con quella gamba zoppa e dolorante mi ha portato al Della Vittoria a vedere il Bari, in serie C, quando ci giocava Penzo, e ci andavamo a piedi da S. Pasquale. La gamba gli faceva così male che al ritorno io, bimbo di seconda o terza elementare (non ricordo di preciso) lo dovevo sorreggere e lui si appoggiava con tutto il peso a me per tornare a casa. Ma io e lui eravamo felici; avevamo passato una domenica insieme a gioire insieme, ad abbracciarci. E quando il Bari era in trasferta ci mettevamo insieme sul lettone di casa a sentire la partita, e quando il Bari segnava avevo il permesso di uscire sul balcone e sparare una bombetta (allora i tric e trac costavano assai e si smontavano per ricavarne le singole bombette).

Ora chiedo a queste m**** di uomini: mio padre si è meritato tutto questo? Si è' meritato che gli abbiate venduto l'amore e l'onore di essere tifoso del Bari? Lui che non ha mai tifato per nessun'altra squadra, neanche quando il Bari stava in C?

Spero che quei soldi ve li dobbiate spedere tutti a medicine. E siccome sono tanti i soldi che vi siete presi, spero che le malattie che dovrete curare siano sufficientemente terribili e dolorose da richiedere di spenderli tutti quei denari.

E ora, io, a mio figlio, che gli dico? Lui che a 4 anni mi chiedeva <<Come sta Ranocchia?>>. Lui che ha esultato quando, a 5 anni, ha ricevuto la maglia di Barreto per la befana. Lui che l'anno scorso (con la sorella un po' più grande e mia moglie) mi ha preparato per Pasqua una scarcella a forma di galletto e me l'ha data guardandomi negli occhi per leggere la mia felicità. Lui che 2 settimane fa ha dichiarato ad una persona che gli ha chiesto per squadra tifasse: <<Il Bari>>. Lui che a carnevale non vuole il vestito di spiderman ma si veste da giocatore del Bari. Lui che è stato pure premiato come abito più originale e l'organizzatore lo ha chiamato dicendogli <<ehi, tu, forza bari, vieni qua!>> e io che mi godevo gli sguardi invidiosi degli altri papà che avrebbero voluto un figlio come il mio. Ora, che gli dico? Che cosa gli indico? Lo devo condannare a soffrire come me? Lo farei se sapessi che però il gioco è pulito. Ma così...

Maledetti. Siate maledetti per me, per mio padre, per mio figlio, per tutti coloro che qui hanno scritto e per tutti i nostri papà e i nostri nonni che ci hanno trasmesso questo amore che voi avete tradito.

>>>> S I A T E M A L E D E T T I <<<<

MOCC A TE A SAVERIO MI SI FATT COMMUOVERE :cry:

biancorosso+kemai

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 4518
Iscritto il: gio mar 25, 2010 19:47
Località: B A R I
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda biancorosso+kemai » dom apr 29, 2012 10:02


colino1961 ha scritto:
saverio67 ha scritto:questo è il più bel thread del forum

cicciodaprato ho avuto il piacere di conoscerlo quando eravamo entrambi adolescenti (30 anni fa!)

Leggerlo tutto ha sempre fatto sorgere grandi emozioni.

La memoria, quella cosa che rende ciascuno di noi speciale e diverso dagli altri. E' il passato che modello il nostro comportamento attuale e futuro.

La nostalgia. Si perché quando si è bambini e ragazzi si è tanto spensierati, e si vivono tante vicende con intensità ma anche con tanta buona fede. Magari potessimo conservare per sempre quelle virtù.

La speranza nel futuro. Quella speranza che accomuna tutti noi iscritti in questo forum. Io mi sono iscritto nel 2003, negli anni bui della B e tanti lo hanno fatto con me e continuano a frequentarlo ancora oggi. Perché la verità è che ciascuno di noi non attende altro che un piccolo, timidissimo segnale, per riaccendere l'entusiasmo.

Ma oggi. Oggi che viene fuori questo verminaio. Il mondo delle scommesse aveva toccato Bari già in passato. Dovremmo ricordare Sigarini. E pure il portiere che avevamo in C (Conti), che rientrava dopo una squalifica per calcioscommesse. Come pure ci ha toccato il mondo del doping (Gillet che si faceva di nandrolone). Ci siamo pure accordati per truccare le partite (la partita col Venezia...). Ma erano episodi. Sporadici. Nessuno si immaginava un simile marciume.

Mi chiedo, chi rifonderà le decine di tifosi che hanno testimoniato in questo thread il loro amore? Un amore smisurato e quasi mai ricambiato. Un amore generoso, offerto senza ottenere mai in cambio uno scudetto, una coppa italia. L'unico trofeo... una Mitropa CUP. Le partite ufficiali europee le abbiamo viste con il torneo anglo-italiano di serie C. Eppure abbiamo amato il Bari. Queste pagine sono piene di amore. E molti hanno ricordato anche i papà, i nonni, gli zii, gli affetti più cari che ci hanno accompagnato e ci hanno iniziato a questo amore.

Oggi mio padre ha 83 anni e non cammina più; non ci sente più e attende solo che il Signore lo liberi dalle sue sofferenze. E' sempre stato zoppo, mio padre; aveva avuto un brutto incidente all'età di 3 anni. Eppure, con quella gamba zoppa e dolorante mi ha portato al Della Vittoria a vedere il Bari, in serie C, quando ci giocava Penzo, e ci andavamo a piedi da S. Pasquale. La gamba gli faceva così male che al ritorno io, bimbo di seconda o terza elementare (non ricordo di preciso) lo dovevo sorreggere e lui si appoggiava con tutto il peso a me per tornare a casa. Ma io e lui eravamo felici; avevamo passato una domenica insieme a gioire insieme, ad abbracciarci. E quando il Bari era in trasferta ci mettevamo insieme sul lettone di casa a sentire la partita, e quando il Bari segnava avevo il permesso di uscire sul balcone e sparare una bombetta (allora i tric e trac costavano assai e si smontavano per ricavarne le singole bombette).

Ora chiedo a queste m**** di uomini: mio padre si è meritato tutto questo? Si è' meritato che gli abbiate venduto l'amore e l'onore di essere tifoso del Bari? Lui che non ha mai tifato per nessun'altra squadra, neanche quando il Bari stava in C?

Spero che quei soldi ve li dobbiate spedere tutti a medicine. E siccome sono tanti i soldi che vi siete presi, spero che le malattie che dovrete curare siano sufficientemente terribili e dolorose da richiedere di spenderli tutti quei denari.

E ora, io, a mio figlio, che gli dico? Lui che a 4 anni mi chiedeva <<Come sta Ranocchia?>>. Lui che ha esultato quando, a 5 anni, ha ricevuto la maglia di Barreto per la befana. Lui che l'anno scorso (con la sorella un po' più grande e mia moglie) mi ha preparato per Pasqua una scarcella a forma di galletto e me l'ha data guardandomi negli occhi per leggere la mia felicità. Lui che 2 settimane fa ha dichiarato ad una persona che gli ha chiesto per squadra tifasse: <<Il Bari>>. Lui che a carnevale non vuole il vestito di spiderman ma si veste da giocatore del Bari. Lui che è stato pure premiato come abito più originale e l'organizzatore lo ha chiamato dicendogli <<ehi, tu, forza bari, vieni qua!>> e io che mi godevo gli sguardi invidiosi degli altri papà che avrebbero voluto un figlio come il mio. Ora, che gli dico? Che cosa gli indico? Lo devo condannare a soffrire come me? Lo farei se sapessi che però il gioco è pulito. Ma così...

Maledetti. Siate maledetti per me, per mio padre, per mio figlio, per tutti coloro che qui hanno scritto e per tutti i nostri papà e i nostri nonni che ci hanno trasmesso questo amore che voi avete tradito.

>>>> S I A T E M A L E D E T T I <<<<

MOCC A TE A SAVERIO MI SI FATT COMMUOVERE :cry:
ORGOGLIOSO DI ESSERVI FRATELLO E DI AVERE DONATO IL MIO CUORE AL NOSTRO UNICO AMORE....

Partium albumrubrum

Avatar utente
Galletto
Galletto
 
Messaggi: 105
Iscritto il: mer mag 16, 2012 22:13
Record: 0

Re: Della memoria, della nostalgia e della speranza nel futu

Messaggioda Partium albumrubrum » dom ago 12, 2012 15:25


un solo grido:
FORZA BARI!!!!! DA SEMPRE... PER SEMPRE!!!
NON DIRE BARI... SE NON SAI DI COSA PARLI!

PrecedenteProssimo

Torna a LA BARI


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 3 ospiti