spacer

L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Parla in libertà di argomenti di carattere generale attinenti il Bari: partite, allenamenti, calciomercato. Prima di aprire un nuovo topic, controlla sempre se l'argomento è già stato trattato!

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, Rosencratz, divin gallo, il_colonnello, Soloesemprebari

biancorossoeavast

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 10043
Iscritto il: ven mar 27, 2009 16:16
Località: Mola del Bari
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda biancorossoeavast » lun gen 28, 2019 21:51


AdriAMB ha scritto:Magari diventasse come Caputo

Magariiiiiii...firmerei subito, ora "Ciuccio" gioca e segna in serie A!
tanto non capirai...

nik

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2905
Iscritto il: mar ott 14, 2003 17:02
Località: Treviso
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda nik » mar gen 29, 2019 0:40


Mr. Libidine ha scritto:Un contributo off-topic al sempre seguitissimo (da parte mia) topic accademico ed in risposta alla "ciucciaggine" sui fondamentali di taluni biancorossi che militano in serie D.

Questo weekend ho guardato 4 partite della massima divisione italiana e notavo, anzi mi convincevo del fatto che l'80% (ma potrei allargarmi ulteriormente sulle percentuali) dei giocatori di fascia che giocano in serie A non sanno fare un cross decente. Non parliamo di palleggiare nello stretto con entrambi i piedi o di giocare a 1-2 tocchi (mia fissazione). In tutto il weekend calcistico ho visto fare solo 1 cross che era degno di nota .... lo ha fatto CR7 dalla sinistra, in mezzo a due avversari laziali, per un ipotetico compagno che doveva essere piazzato al centro dell'area di rigore, che non c'era.

La quasi totalita' delle palle giocate dagli esterni, che non siano passaggetti all'indietro, impatta (miseramente) sulle gambe dell'avversario, o sono troppo sul portiere, o proprieta' delle difese ... e parliamo di gente a caccia di rinnovi di contratti in scadenza 2030. Ultima cosa .... basta guardare come Milinkovic Savic ha calciato una punizione dal limite dell'area, ieri sera, al 94' ... un calciatore per il quale Lotito va cercando 100 milioni di euri... immaginiamo cosa si possa voilere da Simeri o Ladaresta che dir si voglia ....

Questi non sono giocatori di calcio, sono decatleti ... questo tatticismo esasperato, teorico ed ignorante sta uccidendo il gioco del calcio nella sua essenza: la spettacolarita'.


Le cronache raccontano (non ho visto la partita) che la Juventus gioca male, soffre e subisce l'avversario per quasi tutto l'incontro. Allegri dichiara a fine gara che quando si vincono queste partite è un bel segnale. Per l'Accademia, vincere giocando male è un pessimo segnale. C'è qualcosa che non va.
"Il potere risiede dove gli uomini credono che il potere risieda. E' un trucco, un'ombra sul muro. E un uomo molto piccolo è in grado di proiettare un'ombra molto grande."

Mr. Libidine

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 1412
Iscritto il: mar ago 31, 2010 17:02
Località: Lontano da Bari
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Mr. Libidine » mar gen 29, 2019 18:03


nik ha scritto:
Mr. Libidine ha scritto:Un contributo off-topic al sempre seguitissimo (da parte mia) topic accademico ed in risposta alla "ciucciaggine" sui fondamentali di taluni biancorossi che militano in serie D.

Questo weekend ho guardato 4 partite della massima divisione italiana e notavo, anzi mi convincevo del fatto che l'80% (ma potrei allargarmi ulteriormente sulle percentuali) dei giocatori di fascia che giocano in serie A non sanno fare un cross decente. Non parliamo di palleggiare nello stretto con entrambi i piedi o di giocare a 1-2 tocchi (mia fissazione). In tutto il weekend calcistico ho visto fare solo 1 cross che era degno di nota .... lo ha fatto CR7 dalla sinistra, in mezzo a due avversari laziali, per un ipotetico compagno che doveva essere piazzato al centro dell'area di rigore, che non c'era.

La quasi totalita' delle palle giocate dagli esterni, che non siano passaggetti all'indietro, impatta (miseramente) sulle gambe dell'avversario, o sono troppo sul portiere, o proprieta' delle difese ... e parliamo di gente a caccia di rinnovi di contratti in scadenza 2030. Ultima cosa .... basta guardare come Milinkovic Savic ha calciato una punizione dal limite dell'area, ieri sera, al 94' ... un calciatore per il quale Lotito va cercando 100 milioni di euri... immaginiamo cosa si possa voilere da Simeri o Ladaresta che dir si voglia ....

Questi non sono giocatori di calcio, sono decatleti ... questo tatticismo esasperato, teorico ed ignorante sta uccidendo il gioco del calcio nella sua essenza: la spettacolarita'.


Le cronache raccontano (non ho visto la partita) che la Juventus gioca male, soffre e subisce l'avversario per quasi tutto l'incontro. Allegri dichiara a fine gara che quando si vincono queste partite è un bel segnale. Per l'Accademia, vincere giocando male è un pessimo segnale. C'è qualcosa che non va.



Allegri e' il degno erede di Fabio Capello, a sua volta erede di Giovanni Trappattoni, erede di Nereo Rocco. Risultato prima di ogni altra cosa. Vuoi lo spettacolo? Vai a Teatro.

Solo che i predecessori di Allegri capivano l'importanza di innestare talento (1 elemento bastava ed avanzava) in un tessuto di lavoratori del pallone, mentre oggi si vogliono coprire le zone di campo ... per farci cosa? E' tutto da spiegare .... ho visto Sampdoria - Udinese .... capisco che Nicola ed il suo calcio situazionista devo ancora capirlo ...

Vogliamo parlare di talenti? ....
"I socials danno diritto di parola a legioni di imbecilli" (Umberto Eco)

dareios

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6353
Iscritto il: sab feb 22, 2003 5:03
Località: roma
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda dareios » dom feb 03, 2019 17:41


Ed eccoci qui a commentare l'ennesima vergogna, uno dei punti più bassi della storia del Bari.
Il mio primo pensiero va al cinepanettonaro partenopeo che, scelto dal sindaco per i suoi soldi (presunti), ha investito finora due calekkie per mettere su una banda di scarti napolecani perlopiù incapaci di giocare perfino in D.
Il secondo pensiero va all'uomo seduto in panchina che, dopo aver preso il solito gol su punizione, evitabilissimi l'uno e l'altra, stravolge la squadra inserendo personaggi ridicoli e regalando un giorno da eroi a un gruppo di napoletani che si sono presentati senza i loro migliori uomini.
Il terzo pensiero va a un lungagnone che, a pochi minuti dal termine, regala la palla del pareggio al loro portiere, ma qui mi devo censurare anche perché in fondo se lui e l'altro lungagnone inutile erano in campo, la colpa è di chi ce li ha messi e di chi li ha portati al Bari.
Ve lo ricordate quel coro "noi non siamo napoletani"? spero di sentirlo risuonare ben presto al santaklaus.
Buona serata
PER UN GRANDE BARI: MATARRESE VATTENE
curva Cusmai o curva matarrese? solidarietà con chi viene picchiato se contesta l'a. s.

«un uomo deve sempre lottare per le proprie idee; se non lo fa è perché o non valgono niente le sue idee o non vale niente lui» (Ezra Pound)

Almiron: "Una grande? Spero di far diventare grande il Bari" (15.09.2010)

ADESPOTI SI VINCE

AdriAMB

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 17598
Iscritto il: mar ago 04, 2009 9:37
Località: Vnett
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda AdriAMB » dom feb 03, 2019 18:23


Non per il gioco poco incisivo, ma per l'incapacità di leggere le partite, Cornacchini a fine stagione sarebbe meglio se andasse ad allenare altrove
NO AI GEMELLAGGI

Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza.

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3617
Iscritto il: mar set 29, 2009 17:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » dom feb 03, 2019 18:31


Evito qualsiasi commento su un tread che vuole parlare di calcio e non merita di essere sporcato con considerazioni che si possono rapportare solo a partitelle amatoriali.
L'unica cosa che vorrei sottolineare è che di questo passo e con queste premesse, non saremo noi a vincere il campionato.
Direi di alzare le antenne e pensare di farci sentire un pò di più da chi qualche decisione deve prenderla prima che sia troppo tardi.

soldato Jocker

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3931
Iscritto il: ven ott 29, 2004 18:02
Località: Pontedera (PI)
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda soldato Jocker » dom feb 03, 2019 21:28


...più che sull'esito finale del campionato (continuo a pensare che questa Turris non abbia la capacità di rimontarci 6 punti in 12 giornate) penso che la sconfitta di oggi sia una pietra tombale sul futuro in biancorosso di diversi componenti della rosa, allenatore in primis.... auguro a lorsignori di fare meno danni possibili, un bel selfie a fine campionato prima di passare a riscuotere l'assegno e poi le migliori fortune professionali ben lontane dalle nostre parti, perché ben pochi componenti di questo gruppo hanno dimostrato di avere le qualità tecniche e morali minime e necessarie per poter far parte di un progetto di rilancio del calcio a Bari degno di questo nome....
Nessun paese civile rinnega il proprio passato come ha fatto e fa il popolo meridionale.
(Nicola Zitara)

Contro il politicamente corretto ed eticamente corrotto.
(Diego Fusaro)

Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio
(José Mourinho)

nik

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2905
Iscritto il: mar ott 14, 2003 17:02
Località: Treviso
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda nik » dom feb 03, 2019 22:37


I commenti a fine primo tempo erano ben diversi da quelli catastrofici che leggo ora e tutto sommato ritengo che il primo tempo sia stato ben giocato. Nel secondo tempo la Turris ha dimostrato di essere più squadra ma questo già lo sapevamo. Malgrado tutto, sarebbe bastato invertire i due portieri per portare il risultato a casa. Continuo a pensare che siamo superiori alla Turris. Il problema è Cornacchini, assolutamente inadeguato a pilotare una squadra superiore alla media in serie D. Lui sa fare abbastanza bene il calcio "pane e salame" e allora che faccia quello fino alla fine e non si inventi pericolosi stravolgimenti tattici pur di far giocare insieme Brienza, Floriano, Liguori e Simeri.
"Il potere risiede dove gli uomini credono che il potere risieda. E' un trucco, un'ombra sul muro. E un uomo molto piccolo è in grado di proiettare un'ombra molto grande."

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3617
Iscritto il: mar set 29, 2009 17:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » lun feb 04, 2019 11:36


nik ha scritto:I commenti a fine primo tempo erano ben diversi da quelli catastrofici che leggo ora e tutto sommato ritengo che il primo tempo sia stato ben giocato. Nel secondo tempo la Turris ha dimostrato di essere più squadra ma questo già lo sapevamo. Malgrado tutto, sarebbe bastato invertire i due portieri per portare il risultato a casa. Continuo a pensare che siamo superiori alla Turris. Il problema è Cornacchini, assolutamente inadeguato a pilotare una squadra superiore alla media in serie D. Lui sa fare abbastanza bene il calcio "pane e salame" e allora che faccia quello fino alla fine e non si inventi pericolosi stravolgimenti tattici pur di far giocare insieme Brienza, Floriano, Liguori e Simeri.


Una squadra che avrebbe dovuto ammazzare il campionato per manifesta superiorità non può offrire prestazioni indecenti come quella di ieri. Anche nel primo tempo ci siamo affidati a sporadiche ripartenze senza mai riuscire a dare l'impressione di squadra. Del resto un tiro in porta in 95 minuti rappresenta l'istantanea della nostra forza in campo, almeno al momento. Nessuno dovrebbe sentirsi troppo tranquillo.

Francesco 88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 11810
Iscritto il: sab apr 29, 2006 15:05
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Francesco 88 » lun feb 04, 2019 18:43


Fino alla partita con il Roccella ho sempre difeso mister Cornacchini per il semplice fatto che, vista la categoria dove siamo finiti, l’importante fosse vincere e tornare quanto prima tra i professionisti. E per me fino a quando terrà il Bari al primo posto starà facendo quello per il quale è stato chiamato: vincere il campionato. Ma dopo quell’incredibile 2-2 col Roccella ho iniziato a pensare a tante cose che sintetizzerò in questi tre concetti:

P come paura – Va bene il voler prima non prenderle, va bene il fatto di non voler giocare per forza in maniera offensiva ma non avevo mai visto un tecnico con uno squadrone come quello schierarsi con un 3-6-1 senza senso (e con Iadaresta unica prima punta strutturata in grado di sfruttare i lanci lunghi per far salire la squadra in panchina) per difendere il risultato contro il Real Roccella. Quel giorno tutti allo stadio ebbero la sensazione che l’unico segnale trasmesso alla squadra fosse la paura di prendere gol (come puntualmente avvenne). Ed anche in trasferta il copione è sempre stato quello: tutti dietro e contropiede. A Torre del Greco avevi l’occasione di ammazzare il campionato (evoglia a dire il contrario) e far capire a tutti chi fossero i più forti. Ti sei trincerato sperando che il Floriano o il Brienza di turno ti uscisse la giocata per passare in vantaggio ma è andata male. Anche la scelta di Mattera terzino, come sottolineato dall’allenatore avversario, riflette le paure dell’allenatore di pensare prima a non prenderle. Sei andato sotto. E mò? Li hai i mezzi per reagire? E qui passiamo al secondo concetto

O come organizzazione (che non c’è) – Personalmente, visti tutti i guai che abbiamo passato in estate e l’essere partiti in netto ritardo, mi aspettavo una partenza lenta per poi crescere gradatamente col passare dei mesi. E’ invece avvenuto l’esatto contrario. Il Bari è partito a razzo ma da qualche tempo a questa parte al posto di andare avanti sembra stia facendo dei passi indietro. Affidarsi unicamente ai singoli o ai lanci lunghi dalla difesa può bastare per un’Igea Virtus ma quando trovi avversari con un minimo di organizzazione e di qualità in più le cose cambiano. Soprattutto se quelli che sono i tuoi top player per un motivo x non sono in giornata. La Turris non era e non è il Barcellona (andatevi a rivedere la partita di ieri e tutti gli appoggi che hanno sbagliato) ma sia all’andata che al ritorno almeno a me ha trasmesso l’idea di una maggiore organizzazione. E l’organizzazione nel calcio paga sempre. L’impressione che ho è che più di qualche giocatore con un altro allenatore avrebbe reso sicuramente molto di più rispetto a quanto visto oggi. Non perché remino contro ma semplicemente perché non sanno cosa fare in campo (a parte quanto scritto in precedenza).

T come tattica – A Cittanova hai tolto Hamlili, l’unico che assicura qualità e quantità (Bolzoni è forte tecnicamente ma non ha la stessa dinamicità dell’italo-marocchino) ed il centrocampo è andato in barca. Ieri una volta che sei andato sotto hai prima schierato tutti gli attaccanti a disposizione sguarnendo ulteriormente un centrocampo che non girava, poi ti sei reso conto dell’errore ed hai messo Hamlili per provare a trovare un po’ di equilibrio (parole di Cornacchini stesso). A Castrovillari, ultimo pareggio prima del match col Roccella, hai finito la partita giocando senza prime punte nonostante la squadra continuasse unicamente a fare lanci lunghi dalle retrovie.

In conclusione: mi auguro di cuore che Cornacchini vinca al più presto sto campionato ma non gli rinnoverei mai il contratto per la prossima stagione (che sarà tutta un’altra storia). Soprattutto se, come speriamo tutti, l’anno prossimo si punterà nuovamente a vincere il campionato.

Mr. Libidine

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 1412
Iscritto il: mar ago 31, 2010 17:02
Località: Lontano da Bari
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda Mr. Libidine » lun feb 04, 2019 19:00


Francesco 88 ha scritto:Fino alla partita con il Roccella ho sempre difeso mister Cornacchini per il semplice fatto che, vista la categoria dove siamo finiti, l’importante fosse vincere e tornare quanto prima tra i professionisti. E per me fino a quando terrà il Bari al primo posto starà facendo quello per il quale è stato chiamato: vincere il campionato. Ma dopo quell’incredibile 2-2 col Roccella ho iniziato a pensare a tante cose che sintetizzerò in questi tre concetti:

P come paura – Va bene il voler prima non prenderle, va bene il fatto di non voler giocare per forza in maniera offensiva ma non avevo mai visto un tecnico con uno squadrone come quello schierarsi con un 3-6-1 senza senso (e con Iadaresta unica prima punta strutturata in grado di sfruttare i lanci lunghi per far salire la squadra in panchina) per difendere il risultato contro il Real Roccella. Quel giorno tutti allo stadio ebbero la sensazione che l’unico segnale trasmesso alla squadra fosse la paura di prendere gol (come puntualmente avvenne). Ed anche in trasferta il copione è sempre stato quello: tutti dietro e contropiede. A Torre del Greco avevi l’occasione di ammazzare il campionato (evoglia a dire il contrario) e far capire a tutti chi fossero i più forti. Ti sei trincerato sperando che il Floriano o il Brienza di turno ti uscisse la giocata per passare in vantaggio ma è andata male. Anche la scelta di Mattera terzino, come sottolineato dall’allenatore avversario, riflette le paure dell’allenatore di pensare prima a non prenderle. Sei andato sotto. E mò? Li hai i mezzi per reagire? E qui passiamo al secondo concetto

O come organizzazione (che non c’è) – Personalmente, visti tutti i guai che abbiamo passato in estate e l’essere partiti in netto ritardo, mi aspettavo una partenza lenta per poi crescere gradatamente col passare dei mesi. E’ invece avvenuto l’esatto contrario. Il Bari è partito a razzo ma da qualche tempo a questa parte al posto di andare avanti sembra stia facendo dei passi indietro. Affidarsi unicamente ai singoli o ai lanci lunghi dalla difesa può bastare per un’Igea Virtus ma quando trovi avversari con un minimo di organizzazione e di qualità in più le cose cambiano. Soprattutto se quelli che sono i tuoi top player per un motivo x non sono in giornata. La Turris non era e non è il Barcellona (andatevi a rivedere la partita di ieri e tutti gli appoggi che hanno sbagliato) ma sia all’andata che al ritorno almeno a me ha trasmesso l’idea di una maggiore organizzazione. E l’organizzazione nel calcio paga sempre. L’impressione che ho è che più di qualche giocatore con un altro allenatore avrebbe reso sicuramente molto di più rispetto a quanto visto oggi. Non perché remino contro ma semplicemente perché non sanno cosa fare in campo (a parte quanto scritto in precedenza).

T come tattica – A Cittanova hai tolto Hamlili, l’unico che assicura qualità e quantità (Bolzoni è forte tecnicamente ma non ha la stessa dinamicità dell’italo-marocchino) ed il centrocampo è andato in barca. Ieri una volta che sei andato sotto hai prima schierato tutti gli attaccanti a disposizione sguarnendo ulteriormente un centrocampo che non girava, poi ti sei reso conto dell’errore ed hai messo Hamlili per provare a trovare un po’ di equilibrio (parole di Cornacchini stesso). A Castrovillari, ultimo pareggio prima del match col Roccella, hai finito la partita giocando senza prime punte nonostante la squadra continuasse unicamente a fare lanci lunghi dalle retrovie.

In conclusione: mi auguro di cuore che Cornacchini vinca al più presto sto campionato ma non gli rinnoverei mai il contratto per la prossima stagione (che sarà tutta un’altra storia). Soprattutto se, come speriamo tutti, l’anno prossimo si punterà nuovamente a vincere il campionato.




Bella disamina - rende bene il tuo punto di vista. Quindi che fare adesso per non compromettere nulla? Dici che Cornacchini va messo "sotto tutela"?
"I socials danno diritto di parola a legioni di imbecilli" (Umberto Eco)

mivienedavomitare

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3617
Iscritto il: mar set 29, 2009 17:46
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda mivienedavomitare » mar feb 05, 2019 1:23


Avevamo Grosso, che voleva avessimo il pallone sempre tra i piedi nella nostra metà campo per non fare un tiro in porta ed ora abbiamo Cornacchini che vuole i lanci di cinquanta metri per un centravanti che di testa non ne prende Per continuare a non fare un tiro in porta. Come fare ambo secco sempre sulla stessa ruota.

nik

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2905
Iscritto il: mar ott 14, 2003 17:02
Località: Treviso
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda nik » mar feb 05, 2019 11:09


Va bene essere critici ma non è corretto dire che non tiriamo mai in porta.
Con la Turris abbiamo avuto 3 chiarissime occasioni da gol, loro, compreso il gol, ne hanno avute altrettante. Se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla. Ma va bene così. Questa sconfitta servirà a chiarire il futuro di Cornacchini.
Dispiace dirlo, il tecnico ha fallito la gara più importante della sua carriera e umanamente comprendo il suo comportamento scomposto nel secondo tempo e dopo la gara.
Bari ha bisogno di altro e dobbiamo guardare avanti. Ma se Cornacchini ci porta in serie C, lo ringraziero' comunque.
"Il potere risiede dove gli uomini credono che il potere risieda. E' un trucco, un'ombra sul muro. E un uomo molto piccolo è in grado di proiettare un'ombra molto grande."

ziobello

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2302
Iscritto il: dom gen 26, 2003 15:54
Località: Bologna
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda ziobello » mar feb 05, 2019 21:38


dareios ha scritto:Ed eccoci qui a commentare l'ennesima vergogna, uno dei punti più bassi della storia del Bari.
Il mio primo pensiero va al cinepanettonaro partenopeo che, scelto dal sindaco per i suoi soldi (presunti), ha investito finora due calekkie per mettere su una banda di scarti napolecani perlopiù incapaci di giocare perfino in D.
Il secondo pensiero va all'uomo seduto in panchina che, dopo aver preso il solito gol su punizione, evitabilissimi l'uno e l'altra, stravolge la squadra inserendo personaggi ridicoli e regalando un giorno da eroi a un gruppo di napoletani che si sono presentati senza i loro migliori uomini.
Il terzo pensiero va a un lungagnone che, a pochi minuti dal termine, regala la palla del pareggio al loro portiere, ma qui mi devo censurare anche perché in fondo se lui e l'altro lungagnone inutile erano in campo, la colpa è di chi ce li ha messi e di chi li ha portati al Bari.
Ve lo ricordate quel coro "noi non siamo napoletani"? spero di sentirlo risuonare ben presto al santaklaus.
Buona serata


Purtroppo non è un cinepanettonaro, magari lo fosse, avrebbe molti più soldi da investire. Non fa un cinepanettone ''serio'' (quelli per intenderci con De Sica e Natale nel titolo ) dal 2011. Ultimamente sta producendo i film di Verdone non certo uno qualsiasi. E' anche se fosse un cinepanettonaro sarebbe qualcosa di cui vergognarsi? Quindi almeno documentati se vuoi essere credibile. Poi ci sta essere incazzati con questo allenatore, lo sono anche io. Ma di certo non contribuisci a rassenerare l'ambiente, cosa che mi aspetto da un un utente maturo e intelligente come te, e faccio fatica a capire dove vuoi arrivare.
Mi sembri quei partiti di opposizione che contestano a prescindere il potere e sono capaci di contestare se stessi quando riescono ad andare al governo.
ARRIVA UN MOMENTO IN CUI L'UOMO DEVE CORRERE.

soldato Jocker

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 3931
Iscritto il: ven ott 29, 2004 18:02
Località: Pontedera (PI)
Record: 0

Re: L'Accademia del 4-2-4 e la Stella del Sud

Messaggioda soldato Jocker » dom feb 10, 2019 17:11


....la squadra sta vivendo un momento di difficoltà fisica e mentale non indifferente, la totalità dei giocatori escluso il solo Floriano sembrano molto al di sotto dello standard abituale... secondo me questo momento lo paghi soprattutto in mezzo al campo, laddove abitualmente concedi un uomo all'avversario per permetterti Brienza (irrinunciabile) e se non hai i due mediani al top finisci per soffrire, soprattutto con squadre di medio-alta classifica..... intanto pare la Turris ne stia prendendo quattro a Messina, speriamo di chiudere in fretta questo campionato....
Nessun paese civile rinnega il proprio passato come ha fatto e fa il popolo meridionale.
(Nicola Zitara)

Contro il politicamente corretto ed eticamente corrotto.
(Diego Fusaro)

Chi sa solo di calcio, non sa niente di calcio
(José Mourinho)

PrecedenteProssimo

Torna a LA BARI


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot], jfg e 8 ospiti