spacer

E' il lunedì nero dei computer.

In questa sezione si può discutere di internet e tecnologia in genere sotto ogni forma: spazio alle discussioni relative a motori di ricerca, cellulari, hardware per pc, ecc ecc.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, Rosencratz, il_colonnello

whensundaycomes

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 32220
Iscritto il: mar ott 02, 2007 17:36
Località: Kathmandu
Record: 0

E' il lunedì nero dei computer.

Messaggioda whensundaycomes » lun lug 09, 2012 13:06


Il D-day è arrivato. Circa 300 mila computer nel mondo potrebbero andare oggi offline per quello che il Washington Post definisce in modo un po' catastrofista "Internet doomsday", il giorno del giudizio del web.

L’allerta riguarda i pc infettati dal virus "DNSChanger" collegati al web grazie ad un server temporaneo e pulito messo a disposizione dall’Fbi che viene spento definitivamente proprio oggi 9 luglio. I pc ora rischiano un blackout del web. Il virus in questione è un malware - creato cioè con lo scopo di fare danni ad un computer o un sistema informatico - che infetta i pc in modo da reindirizzare gli utenti verso siti dannosi. Lanciato nel 2007, "DNSChanger" colpisce il traffico Internet attraverso i Dns, il servizio che converte i nomi dei siti web in indirizzi Ip e viceversa, dirottando così il traffico verso siti illegali per truffare gli utenti, soprattutto rubando dati bancari.

A fine 2011 l’Fbi ha sgominato una banda di cybercriminali che lo usava - un russo e sei estoni - incolpata di aver infettato e rubato dati di quattro milioni di computer nel mondo. Dopo la cattura, l’Fbi ha messo a disposizione degli utenti colpiti dal malware un server ponte per andare sul web in sicurezza, grazie ad un contratto con l’Internet Systems Consortium. Contratto che però è già scaduto a marzo ed è stato prorogato fino al 9 luglio, appunto. Oggi. Gli utenti infettati dal malware possono ancora correre ai ripari, per non andare offline. Si stima che sono circa 300 mila i pc ancora infettati nel mondo: alcuni siti parlano di 277 mila, di cui 69 mila negli Stati Uniti e 26.500 in Italia. Ma ovviamente i paesi coinvolti sono tanti, anche l’India e l’Australia.

Per fare un check-up del proprio computer, basta andare sia sul sito del DNSChanger Working Group. Una volta entrati si clicca sul paese d’interesse e si aspetta il controllo del computer. Se risulta infettato, lo stesso sito mette a disposizione una serie di strumenti per risolvere il problema (backup e scansione antivirus) in modo da scongiurare il blackout di lunedì.

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplr ... sezione=38
Ciao Gianni, la tua trasferta continua nei nostri cuori!

Rips

Avatar utente
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 29160
Iscritto il: gio gen 23, 2003 2:38
Località: Bari
Record: 45

Re: E' il lunedì nero dei computer.

Messaggioda Rips » mar ago 07, 2012 22:42


Certo che uno che non riesco più a navigare perchè gli hanno cambiato i DNS, cosa che per rimetterla a posto servono 30 secondi... non merita di poter possedere un pc. Uno dei virus più minchioni della storia, risultato una bufala pazzesca!!!

Quando ho tempo aprirò un post su un virus "serio", invece, che probabilmente viene da qualche governo data la sua enorme complessità (USA o Israele fortemente indiziati)... FLAME, il più lungo mai scritto (20 Mb totali) e che probabilmente non si riuscirà mai ad analizzare del tutto! Fra le altre cose carine che fa... uno screenshot fino a 12 secondi di intervallo da spedire ai suoi creatori (fino a 12 perchè se nota che il pc è utilizzato per cose poco importanti aumenta il ritardo è in grado di capire ababstanza bene come lo si stia utilizzando), registra non solo le conversazioni su skype ma anche, se vi è un microfono attaccato al pc e sembra spento, le conversazioni che si svolgono nella stanza nelle immediate vicinanze, infetta il bluetooth e si trasmette ad altri dispositivi bluetooth nei paraggi che inviano tutti id ati, sms, contatti ecc ecc, logga tutti i tasti premuti.. ed in certi casi si autodistrugge se si accorge che si è alla sua ricerca.
AMMINISTRATORE http://www.solobari.it

"Etiamsi omnes, ego non" (e se pur tutti, io no)
(Matteo (26,33) - Clemens August von Galen)


Torna a INTERNET & TECNOLOGIA


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite