spacer

******Sport vari******

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, il_colonnello, sirius

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 11, 2020 18:15


Moto3, Le Mans: super Italia con Vietti e Arbolino. Arenas nuovo leader

In Francia dominano gli italiani: è doppietta in Moto3 sul circuito di Le Mans, con la bellissima vittoria di Celestino Vietti e il gran secondo posto di Tony Arbolino. Il pilota del team Sky VR46 rimane nel gruppetto di testa nella prima parte di gara, senza strafare. Nel finale viene fuori con traiettorie pulite che gli permettono di gestire bene le gomme e sorpassare gli avversari. Capolavoro a 3 giri dal termine, con il lungo di Masia: Arenas ha un millisecondo di esitazione e Vietti si infila, non mollando la prima posizione fino al traguardo. Ottima gara anche di Arbolino, sempre tra i primissimi del gruppo e bravo ad affondare i colpi al momento giusto, con super staccate sia per attaccare gli altri piloti che per difendersi.

LA GARA — Parte molto bene Arenas, scattano male Masia e McPhee. Nessun contatto nelle prime curve, c’è solamente un taglio variante di Suzuki. Arbolino sale dalla settima alla seconda posizione in mezzo giro. Nella prima parte della gara Suzuki risale a suon di giri veloci. La gara di Fenati e quella di Lopez termina a 16 giri dalla bandiera a scacchi, con lo spagnolo che sbaglia in pieno la staccata della penultima curva, tampona il compagno di squadra e compromette la domenica di entrambi. Anche Suzuki per terra dopo l’ennesimo giro veloce. Ogura fa tanta fatica: solamente 20°. Problema tecnico alla moto di Binder, che è costretto al ritiro. A 5 giri dalla fine il trenino di testa comprende 10 piloti, ma la caduta che coinvolge McPhee e Alcoba fa perdere due protagonisti della gara. Con le tante cadute Ogura guadagna posizioni ed entra in top ten, limitando i danni in chiave campionato. Masia prova ad allungare a 3 giri dalla fine, ma un lungo gli fa perdere terreno. Vietti ne approfitta e guida il gruppo al penultimo giro. Arbolino passa in seconda posizione con una super staccata su Arenas. Vietti ha un buon margine nell’ultimo mezzo giro, Arbolino si difende bene dagli attacchi di Arenas e i due italiani passano sotto la bandiera a scacchi per primi, con Arenas alle loro spalle. Quinta posizione per Migno, nono Ogura che perde la leadership del campionato.

VIETTI: “NON MI ASPETTAVO DI ESSERE COSÌ VELOCE” — Alla fine della gara Celestino Vietti ha dichiarato: “Una gara strana, non mi aspettavo di essere così veloce, abbiamo scelto le gomme giuste e penso che nel finale avevamo un po’ di velocità in più rispetto agli altri. Negli ultimi tre giri ho cercato di stare davanti, non è stato facile superarli, ma sono contento per come ho gestito la gara”.

https://www.gazzetta.it/Moto/11-10-2020/moto3-mans-super-italia-vietti-arbolino-arenas-nuovo-leader-3802721305425.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 11, 2020 18:15


Moto2 Le Mans: Dixon si butta via, Lowes trionfa. Bezzecchi 3°, Marini 17°

Dichiarata bagnata, la gara della Moto2 a Le Mans in realtà è asciutta, tanto che molti piloti decidono di cambiare gomma all’ultimo optando per le slick. Rimane fregato Joe Roberts, il cui team non fa in tempo a cambiargli gli pneumatici e dunque è costretto a partire dalla pit lane. Aveva fatto la pole position nella giornata di sabato. Gli è comunque andata meglio che a Canet, caduto nel warm up e dichiarato “unfit” dai medici dopo la frattura del mignolo. La gara parte dunque con Sam Lowes davanti a tutti, con nessun contatto nelle prime curve. Iniziano bene Gardner, Vierge e Martin: il primo perde ritmo dopo qualche giro, gli altri due cadono e dunque diventano protagonisti della gara Lowes e Dixon, con Marco Bezzecchi in terza posizione staccato di diversi secondi. Un lungo di Lowes permette a Dixon di mettersi in prima posizione e dettare il ritmo. Problemi tecnici per Bulega, costretto a rientrare ai box.

Dixon butta via una gara già vinta con una caduta a 3 giri dalla bandiera a scacchi, Lowes con 5 secondi di vantaggio su Bezzecchi, quest’ultimo tallonato da Gardner. L’italiano perde la posizione all’ultima curva: bravo Gardner a fare un’entrata spaziale con la moto di traverso, ma troppo spazio libero lasciato da Bez all’interno. Penalità di tre secondi ad Enea Bastianini per un taglio, da 9° scivola a 11°. Luca Marini, dopo la bruttissima caduta delle prove libere, chiude in diciassettesima posizione, quindi senza guadagnare punti, ma la leadership nel mondiale è ancora sua.

https://www.gazzetta.it/Moto/11-10-2020/moto2-mans-dixon-si-butta-via-lowes-trionfa-bezzecchi-3-marini-17-3802725135803.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 11, 2020 18:16


MotoGP: riscatto Petrucci, mancato podio di Dovi ed errore di Rossi

In un 2020 difficile per mille motivi, il Gran Premio di Le Mans - Francia segna il riscatto di Danilo Petrucci. In testa dall’inizio alla fine, difende con i denti la prima posizione, lotta, mostra i muscoli e risponde per le rime - senza timore - anche quando il compagno di squadra Dovizioso (che lotta per il mondiale) prova a mettergli le ruote davanti. Una gara intelligente ma coraggiosa, quella di Petrux, che all’arrivo ha un sorriso da orecchio a orecchio. Sul podio insieme a lui, a sorpresa, Alex Marquez, che ottiene il miglior risultato in carriera in MotoGP. E poi Pol Espargaro, che si esalta in una giornata dove fino a cinque minuti prima del via tutti erano pronti a partire con le slick (poi l'arrivo della pioggia ha ribaltato ogni pronostico). Ecco, a proposito di pronostici: sull’asciutto Fabio Quartararo era velocissimo, come dimostrato nella giornata di sabato, con il miglior tempo in qualifica. Peccato che sul bagnato l’asso della Yamaha Petronas non sappia tirar fuori il meglio di sè. Questo a vantaggio di un mondiale sempre più aperto.

DOVIZIOSO E ROSSI — Andrea Dovizioso ha provato ad attaccare Petrucci alla staccata di curva 9, ma Petrux ha resistito. Tardozzi a metà gara ha dichiarato che non avrebbe dato ordini di scuderia e così è stato. Negli ultimi giri Dovi è andato in difficoltà con le gomme, come evidenziato dal suo stile di guida. In queste condizioni, quasi impossibile difendersi da Alex Marquez e Pol Espargaro. Alla fine ne esce un buon 4° posto in ottica campionato, con Quartararo solamente 9°, ma poteva essere tranquillamente un podio, realisticamente magari il secondo gradino. E poi Valentino Rossi: high side in curva 3 al primo giro e fine. Vale ha fatto tutto da solo, nessun contatto con gli altri piloti nonostante le distanze ravvicinate. Terzo ritiro nelle ultime tre, peccato. Ennesima gara anonima di Maverick Viñales, che se non parte in prima fila non sa tirarsi fuori dal gruppone. Menzione anche per Miller e Rins: il primo ha un problema tecnico ed è costretto al ritiro dopo essere stato protagonista della corsa. Il secondo è stato minaccioso fino al momento della caduta.

LE CLASSIFICHE — La nuova classifica del Mondiale - 1. Quartararo (Fra-Yamaha) 116 punti; 2. Mir (Spa-Suzuki) 105; 3. Dovizioso (Ita-Ducati) 97; 4. Viñales (Spa-Yamaha) 96; 5. Nakagami (Gia-Honda) 81; 6. Morbidelli (Ita-Yamaha) 77; 7. Miller (Aus-Ducati) 75.

La top ten - Vittoria di Petrucci, poi Marquez, P.Espargaro, Dovizioso, Zarco, Oliveira, Nakagami, Bradl, Quartararo, Viñales.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/11-10-2020/motogp-riscatto-petrucci-mancato-podio-dovi-ed-errore-rossi-3802725134831.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:44


Moto3: pole di Fernandez davanti a Vietti, Fenati sesto

È di Raul Fernandez la pole del GP della Moto3 di Aragon. Lo spagnolo della Ktm Ajo, per la quarta volta in stagione davanti a tutti in qualifica, segna il tempo di 1:57.681 e precede Celestino Vietti (Ktm Team VR46) a 0.059 e il leader del mondiale, Albert Arenas, (Ktm Aspar) a 0.510.

NEI DIECI - Nei dieci anche: 4. Alonso Lopez a 0.531; 5. Tatsuki Suzuki (Sic58) che nel giro finale ha anche duellato con Vietti per il gioco delle scie come se fosse un GP, a 0.587; 6. Romano Fenati a 0.591; 7. Carlos Tatay, passato attraverso la Q1, a 0.634; 8. Ai Ogura a 0.684; 9. Gabriel Rodrigo a 0.868; 10. John McPhee a 0.869. Avevano passato il taglio della Q1, oltre a Carlos Tatay (1:58.644), anche Ayumu Sasaki, Gabriel Rodrigo e John McPhee.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/17-10-2020/aragon-moto3-pole-fernandez-a-vietti-6-fenati-39065327274.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:45


Aragon, Lowes in pole in Moto2. Bezzecchi e Diggia al suo fianco

Sam Lowes segue l'onda buona. Dopo la vittoria di Le Mans il britannico della Kalex Vds centra la pole del GP della Moto2 ad Aragon. Con il tempo di 1.51.651 Lowes precede due italiani: 2. Marco Bezzecchi (Kalex Team VR46) a 0.148 e 3. Fabio Di Giannantonio (Speed Up) a 0.219. Il leader del mondiale, Luca Marini, è 7° e scatterà dalla terza fila.

I DIECI - Completano i dieci, nell'ordine: 4. Jake Dixon (+0.348); 5. Marcos Ramirez (+0.515); 6. Jorge Navarro (+0.516); 8. Jorge Martin, passato dalla Q1, (+0.584); 9 Augusto Fernandez (+0.697) e 10° Remy Gardner (+0.750). Enea Bastianini, 2° nel mondiale a 15 punti da Marini, scatta 12° a 0.945. Erano passati dal taglio della Q1 Jorge Martin (1.52.630) davanti a Tetsuta Nagashima (+0.094), Simone Corsi (+0.106) e Thomas Luthi (+0.144).

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/17-10-2020/aragon-moto2-pole-lowes-bezzecchi-giannantonio-prima-fila-39066710035.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:46


Aragon, Quartararo più forte del dolore: pole. Morbidelli 4°, Dovizioso 13° di rabbia

Più forte del dolore: Fabio Quartararo ad Aragon conquista la pole dopo la caduta nelle Libere3 che aveva tenuto tutti con il fiato sospeso. Con il tempo di 1:47.076 il francese della Yamaha Petronas, nonché leader del mondiale, precede Maverick Viñales (Yamaha) di 0.046 e Cal Crutchlow (Honda Lcr) di 0.229. Quarto tempo per Franco Morbidelli (Yamaha Petronas) a +0.241, mentre Dovizioso è solo 13, senza passare il taglio della Q1 con evidente rabbia per la gestione delle scie in casa Ducati.

NEI DIECI - Nella top-10 ci sono: 5. Jack Miller (Ducati Pramac), passato dalla Q1, a 0.337; 6. Joan Mir (Suzuki) a 0.603; 7. Takaaki Nakagami (Honda Lcr) a 0.683; 8. Danilo Petrucci (Ducati), anche lui passato dalla Q1, a 0"848; 9. Aleix Espargaro (Aprilia) a 0.912 e 10. Alex Rins (Suzuki) a 0.959.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/17-10-2020/motogp-aragon-quartararo-pole-morbidelli-4-dovi-13-rabbia-39065192893.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:46


Moto3: rimonta e vittoria da applausi di Masia, Fenati 4° e Vietti 9°

Vittoria per Jaume Masia nella gara di Aragon in Moto3. Il pilota del team Leopard è autore di una super rimonta dopo una qualifica anonima (17° in griglia di partenza). Lo spagnolo mette in pratica una strategia perfetta: dopo la prima parte di gara dove non riusciva a tenere il ritmo del gruppetto di testa, grazie a un po’ di bagarre tra i primi si attacca al gruppo. Nel finale fa prove di scia nel rettilineo prima dell’ultima curva, sfornando l’attacco decisivo nel corso dell’ultima tornata nonostante abbia provato a condurre la corsa. Vittoria confermata nonostante sia andato oltre i limiti della pista nell’ultimo giro per evitare di toccare Fernandez. Ottima gara anche di Binder, sempre grintoso e veloce. Completa il podio proprio Fernandez, protagonista della gara ma ingenuo a concedere la scia a Masia, con un sorpasso a mezzo giro dalla bandiera a scacchi. Con un rettilineo così lungo, chi sta dietro solitamente ha la meglio, specie in Moto3. E così è stato. Buona gara anche di Romano Fenati, 4° al traguardo e sempre con i primi. L’italiano ha velocità e passo, il che fa ben sperare per il finale di campionato. Ecco, a proposito di campionato: con il 7° posto di Arenas tutto è ancora aperto. Questo interessa particolarmente a Celestino Vietti (9° con le gomme dure) e a Tony Arbolino, assente ad Aragon ed in isolamento. Altra stangata per Ogura nella classifica mondiale, mai in lotta per le prime posizioni.

MOTO3, LA CRONACA DELLA GARA — Parte molto bene Arenas, con Fernandez incollato al leader del mondiale Moto3. Nessun contatto al via. Suzuki nelle prime posizioni, così come Vietti e Fenati. La gara perde Gabriel Rodrigo nel corso del primo giro. Binder avanza, Vietti fatica e perde posizioni. I cinque di testa provano ad allungare sugli avversari, tanto che dopo 5 giri il margine di vantaggio sul resto del gruppo è di quasi 3”, salvo poi perdere tutto a causa della bagarre. Masia si unisce dunque al gruppetto, portandosi dietro McPhee (molto veloce nonostante un long lap penalty nelle battute iniziali della gara) e Alcoba. Caduta in curva 7 di Migno a 11 giri dalla bandiera a scacchi. Per il finale di gara si prevede una battaglia a otto: Fernandez, Binder, Arenas, Fenati, McPhee, Alcoba, Masia e Suzuki, con quest’ultimo un po’ in difficoltà negli ultimi giri a causa della scelta di montare gomme più morbide rispetto agli avversari. Ultimi due giri da cardiopalma, con sorpassi e controsorpassi al limite: nel corso dell’ultima tornata Masia e Arenas che vanno oltre i limiti della pista e potrebbero essere penalizzati. Azzeccata la strategia di Masia, che prende la scia di Fernandez sul rettilineo prima dell’ultimo curvone a sinistra, arrivando davanti a tutti alla staccata e passa per primo sotto la bandiera a scacchi. Scia anche per Binder che ha la meglio su Fernandez. Questo il podio senza penalità, con Arenas che chiude in settima posizione.

https://www.gazzetta.it/Moto/18-10-2020/moto3-aragon-rimonta-vittoria-applausi-masia-fenati-4-vietti-9-39093798951.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:47


Moto2: cadono i protagonisti, non Lowes. Bastianini leader nel mondiale

Gara rocambolesca ad Aragon in Moto2, con le cadute di tre italiani, due dei quali protagonisti nel mondiale: il primo a ritirarsi è Luca Marini. Secondo zero di fila per lui, che perde la leadership del mondiale. Si tratta, di fatto, del primo vero errore in campionato. Poi è la volta di Di Giannantonio, che - una volta presosi la prima posizione in gara - esagera e perde l’anteriore. Strada spianata per Bezzecchi, dunque. No, perchè al penultimo giro replica la caduta di Diggia. Una caduta che fa rabbia, tanta. Sia per la vittoria in pugno, con un vantaggio non abissale ma rassicurante a meno di 10 km dalla bandiera a scacchi, sia in ottica campionato. Vince la gara chi commette meno errori, Sam Lowes, il più esperto del quartetto di testa in classifica Moto2. Ottima gara di Enea Bastianini, che si prende la seconda posizione all’ultimo giro e diventa leader nella generale.

LA CRONACA DELLA GARA — Parte molto bene Bezzecchi, con Lowes, Di Giannantonio, Dixon e Marini alle sue spalle. Caduta tra curva 1 e curva 2 per Navarro, che viene schivato da molti piloti ma qualcuno lo tocca. Fortunatamente si alza senza gravi conseguenze. Al terzo giro la gara perde un protagonista: Luca Marini, che perde l’anteriore in uscita da una curva lenta a destra. Stando così le cose, con Bezzecchi in prima posizione, abbiamo un cambio al vertice della classifica iridata ed è proprio l’altro pilota del team Sky VR46. Bezzecchi prova a scappare ma Lowes e Di Giannantonio non ci stanno. Bastianini si porta in quinta posizione con un sorpasso all’ultima curva su Dixon. Due italiani nei primi due posti all’ottavo giro, crollo di Lowes che inizia a perdere un poco di terreno dal duetto di testa. Al decimo giro Diggia si prende la testa della gara e si ricompatta il terzetto con Lowes. Alla seconda curva del giro successivo errore di Fabio in ingresso curva: perde l’anteriore e cade. Stava spingendo molto, è andato leggermente oltre quel sottile confine tra l’essere il pilota più veloce in pista e stendersi.

https://www.gazzetta.it/Moto/18-10-2020/gp-aragon-moto2-cadono-protagonisti-non-lowes-bastianini-leader-mondiale-39095322065.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 18, 2020 16:48


Aragon, festa Suzuki: vince Rins, Mir nuovo leader; 2° Alex Marquez

La Suzuki torna a ruggire, si impone ad Aragon, rispolvera un successo che le mancava da Silverstone 2019 e conquista la leadership del mondiale. La vittoria arriva per mano di Alex Rins, il meno efficiente fin qui della Casa di Hamamatsu, che si riprende in Spagna quello che aveva dilapidato sul bagnato di Le Mans. Lo spagnolo precede Alex Marquez che risale da 11° in griglia con la Honda, con grande caparbietà e un rendimento tale da non far più pensare all'appellativo di 'fratello di'. La festa iberica è completata da Joan Mir con l'altra Suzuki, che grazie al terzo posto va in vetta al mondiale. Lo aiuta la pessima gara di Fabio Quartararo, solo 17° dalla pole con un passo da gambero fino a un piazzamento mortificante per le sue ambizioni.

YAMAHA OPACA - La Yamaha incassa un 4° posto con Maverick Viñales che dopo l'abbrivio iniziale perde il treno giusto per lottare con i migliori e il 6° di Franco Morbidelli, il primo degli italiani, che viene bruciato nel finale da Takaaki Nakagami con la Honda Lcr. Questa gara potrebbe segnare una svolta importante per le ambizioni iridate di Iwata, visto l'abbrivio della Suzuki da un paio di mesi a questa parte.

DUCATI - La Ducati dopo la burrasca del sabato sul gioco delle scie (mancate) fra Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso raccoglie un 7° posto con il forlivese che lo tiene in linea di galleggiamento per le ambizioni iridate: ora il Dovi è 4° in classifica a 15 punti da Mir e davanti ha pure Vinales (a -12 da Mir) e Quartararo (-6 dalla vetta). Difficile, ma non impossibile: serve però più velocità da parte della Desmosedici per lottare fino a Portimao.

LA GARA E LE GOMME - La scelte delle gomme vedono le Ducati con doppia Media; Viñales e le Suzuki con doppia soft e Quartararo con Media Soft. Al via lo scatto premia Viñales, che si mette a fare l'andatura davanti a Quartararo e Morbidelli, finché non arrivano le Suzuki. Rins al 5° giro è addirittura secondo e tre giri dopo va al comando, con il compagno Mir che supera insieme le due Petronas e si lancia all'inseguimento: al 14° giro è 2° e virtuale leader iridato. Non fa i conti, però con Alex Marquez, che con un passo alla Marc a 5 giri dalla fine lo passa per il 2° posto andando a insidiare la leadership di Rins. Una sbacchettata lo induce a più miti consigli fino al traguardo, dove arrivano, nell'ordine: Rins, Alex Marquez, Mir, Vinales - 4 spagnoli ai primi 4 posti -, Nakagami, Morbidelli, Dovizioso e 8° Crutchlow. Mondiale serrato, con quattro piloti in 12 punti e fra 7 giorni si replica, sempre ad Aragon: attese conferme.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/18-10-2020/aragon-festa-suzuki-vince-rins-mir-nuovo-leader-2-alex-marquez-39097144908.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:52


Moto3, pole di Fernandez. Arbolino e Vietti in prima fila

È di Raul Fernandez, esattamente come una settimana fa sullo stesso circuito, la pole della Moto3 del GP di Teruel, sulla pista spagnola del MotorLand di Aragon. Lo spagnolo della Ktm Ajo, in gran forma, con il tempo di 1'57"199 precede due italiani: 2. Tony Arbolino (Honda Snipers) a 0.231 e 3. Celestino Vietti (Ktm Team VR46) a 0.345.

LA TOP-10 - A completare i dieci ecco: 4. Gabriel Rodrigo (Team Gresini), passato attraverso la Q1 insieme a Salac, Nepa e Toba, a 0.362; 5. il leader del mondiale, Albert Arenas a 0.477; 6. Ayumu Sasaki a 0.510; 7. Jaume Masia a 0.612; 8. Kaito Toba a 0.623. 9, Tastuki Suzuki a 0.638 e 10. Ai Ogura a 0.650. A seguire, 12. Dennis Foggia, 13. Romano Fenati, 16. Stefano Nepa, mentre Niccolò Antonelli, respinto in Q1, scatterà 19°.

TONY E CELESTINO - Così Tony Arbolino, rientrato in azione dopo aver perso lo scorso GP per un isolamento imposto, pur essendo risultato negativo al test, per aver viaggiato in aereo con una persona positiva al Covid: "Sono molto contento di poter essere qui e anche in prima fila - le parole di Arbolino -. Ero preoccupato di non poter correre nemmeno questa gara e forse l'attesa mi ha dato quella rabbia in più che ho messo in pista. Rispetto agli altri che hanno già corso qui non ho un feeling perfetto, ma abbiamo lavorato bene e vedremo come andrà sul passo gara". Ancora in prima fila, Celestino Vietti, che sulla pista di Aragon si ripete a una settimana di distanza. "Essere ancora in prima fila è una conferma importante, visto che in qualifica di solito non sono mai molto veloce - le parole di Vietti -. La cosa più importante sarà però di essere veloci in gara, credo che abbiamo fatto uno step e vedremo di gestire meglio le gomme".

SANZIONI PIÙ DURE - Giro di vite, intanto, per la pessima tendenza di rallentare in pista alla ricerca della scia migliore per fare il tempo: lo Stewart Panel ha infatti fissato sanzioni più forti da questo GP. Eccole: Long Lap; doppio Long Lap; partenza dalla Pit Lane+Long Lap; Long Lap Pit Lane Ride Through; Squalifica dall'evento. Queste penalità si applicano tutte alla gara o, in caso di squalifica, al resto del GP. I reati precedenti saranno presi in considerazione quando verranno prese le decisioni relative a queste sanzioni.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/24-10-2020/teruel-moto3-pole-fernandez-arbolino-vietti-prima-fila-390262147050.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:53


Moto2, pole di Lowes. Quarto Di Giannantonio, 6° Bastianini, solo 11° Marini

Pole di Sam Lowes nella qualifica del GP di Teruel della Moto2 al MotorLand di Aragon. Il britannico della Vds fa il bis della settimana scorsa sulla stessa pista e con il tempo di 1:51.296 precede Jorge Navarro (+0.216) e Remy Gardner (0.415). Il primo degli italiani è Fabio Di Giannantonio, 4. con la Speed Up a 0.424 davanti a Marcos Ramirez (+0.425) e al leader del mondiale, Enea Bastianini, 6. a 0.480.

NEI DIECI - Completano i dieci: 7. Jake Dixon (+0.484); 8. Hector Garzo (+0.535); 9. Augusto Fernandez (+0.543) e 10. Bo Bendsneyder (+0.650), passato dalla Q1 insieme a Marcel Schrotter, Luca Marini e Stefano Manzi. Per Luca Marini 11° posto in griglia, mentre il suo compagno di squadra Marco Bezzecchi, autore di un alterco con Jorge Martin appena finita la qualifica, scatterà 14°.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/24-10-2020/teruel-moto2-pole-lowes-4-giannantonio-6-bastianini-390264235210.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:53


MotoGp Teruel, Nakagami in pole! 2° Morbidelli. Male Dovizioso: solo 17°

Takaaki Nakagami entra nel club. Nella qualifica del GP di Teruel sulla pista del MotorLand di Aragon, il giapponese della Honda Lcr conquista infatti la sua prima pole in MotoGP: con il tempo di 1:46.882 precede un eccellente Franco Morbidelli (Yamaha Petronas), 2. a 0.063, e Alex Rins (Suzuki) a 0.273. In seconda fila Maverick Viñales (Yamaha) a 0.359, poi Johann Zarco, con la prima delle Ducati, a +0.415, e Fabio Quartararo (Yamaha Petronas) a 0.444. A completare i dieci: 7. Cal Critchlow; 8. Miguel Oliveira; 9. Pol Espargaro; 10. Alex Marquez; In grossa difficoltà il leader del mondiale, Joan Mir, che partirà 12. con la Suzuki alle spalle di Iker Lecuona.

CRISI DUCATI - Molto male le Ducati: la migliore, come detto, è quella di Johann Zarco (Team Avintia), pure scivolato alla curva 16, dopo essere entrato in Q2 passando dalla tagliola della Q1. Andrea Dovizioso è in sesta fila, mentre Danilo Petrucci in settima: stavolta non ci sono stati screzi fra i due, ma la situazione è peggiore di 7 giorni fa.

LA Q1 - Nella Q1, serratissima, con la presenza di tutte e sei le Ducati, miglior tempo di Pol Espargaro (1:47.071), passato alla Q2 insieme a Johann Zarco (+0.232). Respinti, invece, nell'ordine: Aleix Espargaro, Jack Miller, Brad Binder, Stefan Bradl e soprattutto le Ducati del team ufficiale, di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci: i due scatteranno, rispettivamente al 17° e 18° posto.

LE LIBERE4 - Nelle Libere4, non funzionali per lo schieramento, ma utili per capire il passo gara, miglior tempo di Viñales (1'47"931) davanti a Nakagami (+0.154), Mir (+0.435), Pol Espargaro (+0.460), Aleix Espargaro (+0.544) e Franco Morbidelli (+0.566). Scivolate innocue per Bradl, alla curva 2, e Bagnaia (curva 12).

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/24-10-2020/teruel-nakagami-prima-pole-2-morbidelli-dovizioso-solo-17-390264235468.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:54


Moto3, Masia cala il bis; Arenas 4°davanti a Celestino Vietti

Jaume Masia trova il guizzo giusto nel finale e sbanca per la seconda volta di fila il circuito di Aragon, sede del GP della Moto3 di Teruel. Lo spagnolo del Team Leopard nel giro finale riprende il fuggitivo Arenas, autore di una gara a lungo in testa, e si impone davanti ai giapponesi Ayumu Sasaki e Kaito Toba, rilanciandosi nel mondiale. Tutto si decide nel rettilineo finale, quando alla staccata Arenas perde quattro posizioni, passando da 1° a 4° in una curva: lo spagnolo resta leader del mondiale e ora ha 19 punti di margine su Ogura, 20 su Celestino Vietti, 5° e rallentato da un tear off incastrato nel suo radiatore, e 24 su Masia.

LA GARA - Al via lo scatto premia il poleman Fernandez, che si invola con Arenas e Vietti alle sue spalle. Poche battute e Sasaki, Rodrigo e Vietti si fanno largo, con il pilota del team VR46 che al 4. giro si issa anche al comando, mentre Arbolino perde terreno. Darryn Binder inizia la sua solita risalita, in testa le posizioni che cambiano a ogni giro in un serpentone che vede i primi nove racchiusi in 1 secondo. A metà gara circa pure Toba e Masia si affacciano nelle posizioni nobili, con Arenas che pare avere più ritmo per stare davanti. Negli ultimi giri il quartetto in lizza per il successo pare circoscritto ad Arenas, Masia, Toba e McPhee. Masia inizia l'ultimo giro in testa, ma Arenas non molla e ripassa al comando, fino a quella staccata fatale, che consacra Masia. 9° Ogura, 10°Arbolino. Con questo successo Masia regala alla Honda il suo successo numero 800 nel mondiale: quello che ripropone prepotentemente lo spagnolo nella corsa iridata.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/25-10-2020/moto3-masia-cala-bis-arenas-4davanti-celestino-vietti-390292102012.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:55


Moto2, Lowes fa tris: è il nuovo leader iridato. 2° Di Giannantonio, 3° Bastianini

Pronti, via: la fuga è servita. Sam Lowes nel GP di Teruel della Moto2 non fa prigionieri: scatta alla grande dalla pole, scava il solco con i rivali e vince in scioltezza. Inoltre, aspetto prioritario della vicenda, il britannico della Vds si porta con decisione in vetta al mondiale, dove scavalca Enea Bastianini, 3°, e mette solide basi per un titolo di cui appare il più serio candidato. Ottimo secondo è Fabio Di Giannantonio, con la Speed Up: da quando si è tranquillizzato per il futuro, con l'accordo dal 2021 con il team Gresini, il romano ha sfoderato quelle prestazioni che sono nelle sue corde ed è lecito attendersi più spesso.

VERSO IL TITOLO - In chiave iridata perdono molto terreno Marco Bezzecchi, caduto al 4. giro e ora a 48 punti da Lowes, ma anche Luca Marini, 11° dopo una gara di grande sofferenza e a -23 dalla vetta. Il rivale di Lowes, che dal GP dell'Emilia Romagna non è mai sceso dal podio e ha vinto le ultime tre gare di fila, è al momento Enea Bastianini: il riminese dell'Italtrans, a 7 punti dal vertice, ha disputato un GP solido, ma per insidiare questo Lowes gli servirà un cambio di passo.

LA GARA - Al via lo scatto buono è di Lowes, che si mette al comando davanti a Remy Gardner, Di Giannantonio, Dixon e Bastianini. In pochi giri l'allungo del britannico è perentorio, con un ritmo inarrivabile per tutti gli altri. Con Bezzecchi che si autoelimina, Bastianini che acciuffa il 3° posto su Gardner e Marini che va in difficolta, la lotta principale è per il 5° posto fra Navarro, Martin, Dixon e Baldassarri, che però scivola a 6 giri dalla fine. Al traguardo Lowes arriva con un vantaggio abissale, 8 secondi, mentre Marini chiude 11° e in ombra per il terzo GP di fila.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/25-10-2020/teruel-moto2-vince-lowes-2-giannantonio-3-bastianini-390292102299.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ott 25, 2020 20:56


Moto GP, favola Morbidelli! Vince e sogna il titolo: è a -25 da Mir (3°)

No, non può considerarsi fuori dai giochi, per nulla: Franco Morbidelli si impone nel GP di Teruel sulla pista di Aragon e per la seconda volta stagionale porta il suo sorriso radioso sul gradino più alto del podio. Dopo la sbornia del GP di Misano, suo primo successo in carriera in MotoGP, il pilota della Yamaha Petronas dà continuità alla sua caratura imponendosi davanti alle Suzuki di Alex Rins, 2°, e Joan Mir, 3°, che in chiave iridata rafforzano la loro candidatura. Morbidelli approfitta della caduta di Nakagami in avvio, guadagna la testa della corsa e non molla. Detta l'andatura con sicurezza, con Rins in scia a ringhiare a circa mezzo secondo di distanza per buona parte della gara per poi allungare nel finale e imporsi con sicurezza.

RILANCIO MONDIALE - Il successo rilancia Morbidelli in chiave iridata: adesso è a 25 punti dal leader del mondiale, Joan Mir, 3° da 12° in griglia, ancora una volta risalito alla grande e bravo a capitalizzare al meglio la situazione. Lo spagnolo della Suzuki, preceduto per la seconda volta consecutiva dal compagno Alex Rins, molto in forma, guadagna terreno sui principali rivali della vigilia: Fabio Quartararo, con l'altra Yamaha Petronas è 7° e va a -14; Maverick Vinales, 7° con la M1 del team ufficiale scivola a -19 e Andrea Dovizioso, solo 13°, è ora a -28. In lizza per l'alloro anche Rins, a -32 dal compagno, e in grande ascesa all'interno di un team che, a tre gare dalla fine, non vuole ancora sentir parlare di ordini di squadra.

HONDA TRADITA - I sogni di gloria di Takaaki Nakagami e della Honda evaporano dopo poche curve: il giapponese, scattato dalla pole, appena issatosi al comando scivola fuori pista e vanifica così il suo week end da protagonista. La gloria della Casa di Tokyo non è salvata nemmeno da Alex Marquez, scivolato mentre lottava ai margini del podio: i suoi progressi, però, restano.

DUCATI E GLI ALTRI - La Ducati incassa solo un 5° posto con Johann Zarco, sulla Desmosedici del team Avintia: il 10° posto di Danilo Petrucci e soprattutto il 13° di Andrea Dovizioso segnano una battuta d'arresto forse definitiva nelle speranze iridate della Casa di Borgo Panigale. Davvero triste la situazione. Con la Ktm che piazza due moto nei 6 e risale alla distanza, la Yamaha deve farsi delle domande: vince alla grande con Morbidelli, ma annaspa oltre il lecito con i gli altri due contendenti al mondiale, visto che né Vinales, né Quartararo sono mai apparsi in forma.

GARA LINEARE - La gara è stata piuttosto lineare, con Morbidelli a fare l'andatura, senza particolari insidie e molti dei big in affanno, a partire dalle altre Yamaha in pista. Suzuki solide, in gran forma e favorite per la corona: a tre gare dalla fine l'alloro è in ballo per sei piloti, in ordine Mir, Quartararo, Vinales, Morbidelli, Dovizioso e Rins. Se le quotazioni di Dovizioso dopo questa gara crollano, crescono fortemente quelle di Morbidelli. Anche se questa Suzuki pare un osso davvero duro.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/25-10-2020/motogp-teruel-morbidelli-vince-si-rilancia-il-titolo-390292102602.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

PrecedenteProssimo

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron