spacer

******Sport vari******

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, il_colonnello, sirius

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 15, 2019 17:12


Moto3: Suzuki vince sulla pista del Sic: primo centro! Arbolino 3°, Dalla Porta 8°

Tatsuki Suzuki, pilota di Paolo Simoncelli, vince nel circuito intitolato a Marco Simoncelli. "Sono emozioni pazzesche", commenta a stento in diretta TV Paolo, al quale ieri Suzuki aveva dedicato la prima pole in carriera ("E’ il mio papà italiano"). Poi l’abbraccio tra i due al box, tra lacrime e pacche sulle spalle: i successi del team SIC58 non sono mai banali, perché a Jerez vinse l’altro pilota, Niccolò Antonelli, proprio sulla pista dove Marco Simoncelli aveva conquistato il suo primo successo. Per Suzuki una vittoria di grande valore, tecnico ed emotivo. Al secondo posto un tenace John McPhee, al terzo Tony Arbolino: è il quarto podio consecutivo. In questo periodo è il pilota più costante, oltre che veloce: adesso è a 30 punti da Lorenzo Dalla Porta.

SOLO OTTAVO — Il pilota del team Leopard aveva tagliato il traguardo in quinta posizione, ma è poi stato penalizzato di tre secondi per essere andato troppe volte sul verde all’esterno del cordolo, ritrovandosi così ottavo. Mantiene la testa del campionato, anche perché Aron Canet è stato costretto subito al ritiro da un problema tecnico e adesso è a 22 punti dall’italiano. Altri italiani a punti: Dennis Foggia 6° (bravo); Andrea Migno 13° (è caduto all’ultimo giro mentre lottava per la vittoria, per poi ripartire); Riccardo Rossi 14°, Enea Bartolini 15° (al debutto nel mondiale). Brutta caduta per Niccolò Antonelli: per lui frattura di una clavicola e di un polso.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/15-09-2019/moto3-misano-suzuki-vince-pista-sic-primo-centro-arbolino-3-porta-8-3402505402124.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 15, 2019 17:12


Moto2, confermata la vittoria di Fernandez. Di Giannantonio resta 2°

Finale con il giallo nella Moto2 a Misano. Sul traguardo passa per primo Fernandez, con Di Giannantonio secondo, ma lo spagnolo del team Pons è stato investigato per una manovra nell'ultimo giro, quando ha sorpassato in modo deciso il romano della Speed Up, ma dopo essere passato, poco prima, sul verde della parte esterna della curva, esponendosi a una possibile penalizzazione per 'track limit'. I due sono stati ascoltati dalla direzione gara che però ha poi confermato l’esito della gara. Terzo, lontano da questa bagarre, il leader del mondiale, Alex Marquez.

LA GARA — Al via 'Diggia' scatta bene dalla pole, precedendo Fernandez e Luthi e si mette a dettare il passo. Alex Marquez risale, Di Giannantonio resiste a un attacco di Fernandez, allunga un po', ma si ritrova sempre con la sagoma dello spagnolo del team Pons alle calcagna. Gli ultimi giri sono imperniati su un duello a vista, sul filo dei decimi, e poi ravvicinato. Ultimo giro: Fernandez passa alla prima curva, Di Giannantonio replica e poi subisce un duro sorpasso dopo che lo stesso spagnolo è passato sulla parte verde esterna alla curva. Sul traguardo passa per primo Fernandez con Diggia dietro, con lo spagnolo come detto finito sotto investigazione per la manovra ma alla fine confermato vincitore. Per la cronaca, in una situazione simile, in Moto3, Dalla Porta ha ricevuto una sanzione di 3" per track limit che lo ha fatto scivolare da 5° a 8°.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/15-09-2019/misano-moto2-giannantonio-2-ma-fernandez-1-sotto-investigazione-3402505819991.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 15, 2019 17:14


Misano, Marquez implacabile: batte Quartararo nel finale. 4° Rossi

Il giovincello può attendere. Circondato e battuto in prova dalle velocissime Yamaha, rivitalizzate dalla nuova superficie della pista di Misano, e impegnato allo spasimo da Quartararo, leader per quasi tutta la gara, Marquez si difende e contrattacca a modo suo: sorpasso decisivo al 20enne della Yamaha all'ultimo giro, settima vittoria stagionale e solco in classifica che aumenta la sua profondità sul secondo, Dovizioso (6°), ora a 93 punti. Lo spagnolo della Honda fa spallucce davanti agli screzi con Rossi in qualifica, anzi se ne i carica, chiarisce le sue potenzialità del warm up e in gara lucida l’argenteria di casa: risalita dal 5° posto in griglia e zampata implacabile all'ultimo giro con cui inchioda le speranze del campione del futuro con una manovra di gran classe.

IL DUELLO DEL FUTURO — Il confronto, anche generazionale, tanto atteso, fra il rampante francese della Yamaha Petronas e il cannibale del mondiale è servito. Si è gustato, prima sulla distanza ravvicinata, poi nel corpo a corpo. Se lo è aggiudicato il capobranco attuale, ma il giovane leone francese ruggirà presto. Questione di tempo, i due si stanno studiando già al riguardo. Terzo Viñales, mai in lotta per il successo dopo che in prova pareva potesse avere il ritmo migliore per giocarsi la vittoria.

ROSSI E LA ROSSA — Rossi, punzecchiature in qualifica con Marquez a parte, chiude 4° dal 7° in griglia: il solito "salmone" che risale la corrente, fermandosi però contro gli scogli più acuminati. Un po’ invischiato nel gruppo in avvio, Vale recupera delle posizioni alla distanza, ma il suo ritmo è lontano dal vertice. Alle sue spalle Morbidelli - che gli arriva in scia -, in palla e alla sua migliore prestazione stagionale. La Ducati non brilla: sulla pista dove aveva vinto lo scorso anno, Dovi è 6° con una Desmosedici in evidente difficoltà, probabilmente per il nuovo grip della pista. Bene Pol Espargaro: dopo una qualifica da fantascienza, 2° con una Ktm rivitalizzata dalla cure del collaudatore di lusso Pedrosa, in gara ha perso un po’ di terreno fino a un 7°, comunque di spessore.

LORENZO E I PUNTI — Per inciso, la seconda Honda al traguardo è quella di Lorenzo, 14° a 47", ma almeno integro. A punti anche, nell'ordine: 8° Mir, 9° Miller, 10° Petrucci, 11° Zarco, 12° Aleix Espargaro, 13° Rabat e 15° Syahrin.

LA GARA — Al via scelte univoche di gomme, doppia media per tutti, con Marquez che cambia l'anteriore rispetto a quello usato nelle Libere4 (aveva la hard). Lo scatto per una volta premia il poleman Viñales che si avvia con Quartararo in scia e Marquez dietro. Avvio senza problemi per Rossi e Dovizioso, che però restano nella pancia del gruppo. Al 3. giro il francese della Yamaha Petronas passa, imitato il giro successivo da Marquez e Maverick non pare averne per tenere il loro passo. Rossi recupera, insidia e duella con Morbidelli, mentre il duo di testa combatte con Viñales che risale un po'. Cadono Rins (gli era stato appena comminato un long lap penalty) e Pirro, mentre davanti il confronto si fa sempre più serrato. Primo tentativo di Marc al terzultimo giro, ma il francesino regge con carattere. All'ultimo giro la replica: Marc passa alla prima staccata, Quartararo replica, ma alla Quercia lo spagnolo usa la spada, passa di forza e fa capire che sette mondiali hanno ancora il loro peso e non si vincono per caso. Quartararo si accoda, superato, ma non vinto. La rivincita è nell'aria.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/15-09-2019/motogp-misano-marquez-implacabile-batte-quartararo-finale-4-rossi-3402505820151.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 11:41


Moto 3, Canet si prende la pole di prepotenza. Vietti ottimo quinto

Passato per le forche caudine della Q1 in Moto3, dove aveva registrato il miglior tempo, Aron Canet si prende la sua seconda pole position stagionale il Q2 e scava un solco di 7 decimi con il resto del gruppo. Sul circuito d’Aragon lo spagnolo, secondo nella classifica per il mondiale, ferma il tempo a 1’58”197 con un giro spettacolare in cui il pilota di Max Biaggi supera alla curva 9, il cosiddetto cavattipino, Tony Arbolino, rivale diretto per il titolo che conclude al settimo posto a 1”oo4. Lontano il leader della classifica Lorenzo Dalla Porta che conclude 12° a 1”252. Il 19enne di Corbera si era mostrato molto sicuro del fatto suo già prima della Q2 mimando più volte davanti alle telecamere il gesto del volere andare a mangiare.

GRIGLIA — Accanto a Canet scatta il rookie Ai Ogura a 701 millesimi, terzo Carlos Tatay a 786 millesimi. La seconda fila si apre con Jakub Kornfeil. Quinto uno straordinario Celestino Vietti (passato anche lui per il Q1) e soprattutto in sella nonostante la frattura al mignolo del piede patita il giorno prima. Accanto a lui, come detto c’è Arbolino. Tatsuki Suzuki, vincitore a Misano, apre la terza fila. Undicesimo è Dennis Foggia a 1”210. Gli altri italiani, dopo Dalla Porta, sono: Andrea Migno 17°, Riccardo Rossi 18°, Stefano Nepa 19°, Davide Pizzoli 23°. “Per fortuna niente di grave al piede e in moto non mi da tanto fastidio” rassicura Vietti.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/21-09-2019/gp-aragon-moto3-pole-3402671974450.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 11:42


Moto2, la pole: Marquez davanti a Fernandez. Quarto Marini

È di Alex Marquez la pole in Moto2. Il fratello di Marc comanda in 1'52"225, precedendo Augusto Fernandez, lontano solo di 0"125. Terza posizione per Binder (0"201). Così così gli italiani. Se Luca Marini strappa un buon quarto posto, Bulega è ottavo con un distacco di 0"381. La gara domenica alle 14.30.

IL Q1 - Dopo essere rimasto fuori nelle terze libere, Fabio Di Giannantonio è riuscito a riscattarsi chiudendo davanti a tutti il Q1 in 1'52"768. Come lui, hanno conquistato la Q2 anche Locatelli, Bezzecchi e Chantra. È rimasto fuori Enea Bastianini, protagonista di un weekend no. Il numero 33 chiude ottavo e partirà dietro in griglia.

https://www.gazzetta.it/Moto/21-09-2019/moto2-marquez-a-fernandez-quarto-marini-3402675059052.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 11:43


MotoGP, la pole: Marquez domina, ma è super Quartararo! Rossi parte 6°

Alle spalle del re c’è Quartararo. È infatti il francese della Yamaha Petronas il primo degli altri nella qualifica del GP di Aragon. Davanti a tutti, inattaccabile, alla nona pole stagionale nonché numero 89 in carriera c’è Marquez, che non molla la presa, ma nonostante il sole del Motorland suda freddo. Il suo miglior tempo, 1’47”009 (inferiore a quello monstre del venerdì in 1’46”869) è insidiato nel finale dal Diablo della Petronas, che si ferma a 0”327 dall’iridato della Honda, dopo aver fatto segnare però i migliori intertempi in tutti i settori della pista nell’ultimo tentativo. Terzo Vinales (+0”463) a ribadire la buona forma della Yamaha, che piazza Rossi al sesto posto, ma a 1” dalla pole, e Morbidelli all’8° (+1”3) con la M1 della Petronas. La migliore delle Ducati è quella di Miller, 4° a 0”649, mentre Dovizioso è solo 11° (+1”5) davanti all’Aprilia di Iannone. Per Noale brilla però il 5° di Aleix Espargaro (+0”724), a conferma dei progressi in atto per la Casa italiana. Nei dieci anche Crutchlow, 7° con la Honda Lcr e Mir, 9°.

LA TAGLIOLA DELLA Q1 — Promossi dalla Q1 Morbidelli, miglior tempo in 1’48”292 con la Yamaha Petronas, e Iannone: per l’abruzzese dell’Aprilia, 2° a 38 millesimi con la spalla sinistra ancora dolorante, è il primo accesso stagionale in Q2. Bocciato Alex Rins, che ha un gran passo con la Suzuki, ma scatterà solo 13°: respinto (+0”119 da Iannone) per la scelta fatale della hard al posteriore nell’ultimo tentativo. Petrucci non si ritrova e scatterà 15° davanti a Bagnaia e alle spalle di Nakagami. Per Lorenzo, a 0”990 da Morbidelli, 20° slot in griglia.

LE LIBERE 4 — Nelle Libere 4, non funzionali alla griglia, ma rilevanti per il passo gara, anche per la coincidenza temporale (infatti il via del GP è per le 13 di domenica), con sole e pista asciutta, miglior tempo di Marquez. Lo spagnolo della Honda, sempre a proprio agio nonostante una sbacchettata da brividi alla curva 7, con combinazione di gomme media-soft gira in 1’48”246, e precede due Yamaha. Secondo è Vinales a 0”393, con una hard al posteriore, e terzo Quartararo a 0”643 (soft dietro). A seguire, Rins, Miller, Morbidelli, Rossi e Dovizioso.

FRATTURA DI POL — Due cadute, quasi in contemporanea nella Libere4: la prima, di Mir, alla curva 2, con lo spagnolo che si rialza subito; la seconda di Pol Espargaro, alla 9, in uscita dal piccolo Cavatappi. Il pilota della Ktm è vittima di un high side che lo sbalza per aria e poi violentemente a terra, dove resta per qualche istante tenendosi il polso. Dopo gli esami, prima al Centro Medico del circuito, poi in Clinica Mobile, il verdetto è pesante: frattura distale del radio sinistro. Lo sfortunato Pol va a Barcellona a farsi operare.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/21-09-2019/motogp-pole-marquez-domina-ma-super-quartararo-rossi-parte-6-3402674193103.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 17:11


Moto 3, Canet detta legge e vince. Dalla Porta rimane leader

Gara di testa di Aron Canet che scattato dalla pole ha conquistato il successo in Moto 3 ad Aragon arrivando a un passo dalla testa della classifica del Mondiale con due punti in meno di Lorenzo Dalla Porta; 184 per l’italiano, 182 per il pilota di Max Biaggi. Lo spagnolo è riuscito a fuggire dal gruppo che lo tallonava al sesto dei 19 giri previsti grazie a un ritmo forsennato che gli è valso un’ammonizione per avere superato tre volte il limite della pista. Ha conquistato la terza vittoria stagionale. “Ho cercato di spingere costantemente e alla fine ho vinto” ha detto Canet prima del podio.

PENLITÀ — Lorenzo Dalla Porta, scattato dalla 12esima posizione, si è trovato subito in lotta con il compagno di squadra Marcos Ramirez con tanto di carenata perdendo posizioni. Duello poi terminato con la scivolata in curva 5 dello spagnolo della Leopard. A quel punto Dalla Porta ha cominciato con fatica a risalire ma oramai Canet era lontanissimo. Il pilota Leopard ha chiuso al posto 10° posto, ma poi è stato penalizzato di una posizione per avere superato il margine della pista. Comunque ha conquistato due punti utilissimi.

LOTTA PER IL PODIO — Alle spalle del leader della gara il primo gruppo si è dato grande battaglia con sorpassi e sportellate . Ultimo giro emozionante con la lotta fra Ai Ogura secondo (primo podio della carriera)e Dennis Foggia terzo, primo podio stagionale per il pilota romano. “È stata una gara difficile e mi godo la posizione” ha detto Foggia. Sesto un super combattivo Tastuki Suzuki, undicesimo Tony Arbolino, quattordicesimo Celestino Vietti.

MASIA, CHE SPAVENTO — All’inizio della gara istanti di paura per la caduta di Jaume Masia alla curva 15. Lo spagnolo finito a terra in mezzo al gruppo è stato sfiorato dalle moto degli altri piloti ma con grande abilità è uscito dalla pista: ha riportato la frattura al radio destro.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/22-09-2019/moto-3-canet-vince-detta-legge-porta-rimane-leader-3402695840100.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 17:12


Moto2, Binder precede Navarro. Quarto Marini

Brad Binder vince il GP di Aragon in Moto2. Il sudafricano finisce davanti a Jorge Navarro (0"787) dopo un acceso duello finale. Alex Marquez è terzo (2"876) e consolida ancora di più il primo posto nel mondiale piloti dopo la scivolata di Augusto Fernandez al primo giro.

QUARTO MARINI — Quarto Luca Marini, non felicissimo al traguardo dopo i buoni risultati ottenute nelle libere. L'italiano precede Sam Lowes. Ottavo invece Nicolò Bulega davanti a Vierge. Gli altri italiani a punti: 8° Baldassarri, 11° Di Giannantonio, 14° Manzi e 15° Bezzecchi.

LA CLASSIFICA — Marc Marquez è sempre più primo dopo la scivolata di Fernandez. Ora il fratello di Marc ha 213 punti rispetto ai 171 del connazionale spagnolo, scavalcato da Navarro che con il secondo posto ha quattro punti in più nel Mondiale piloti. Quarto Thomas Luthi con 169 davanti a Binder con 160.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/22-09-2019/moto2-binder-precede-marquez-quarto-marini-3402700013082.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 22, 2019 17:12


MotoGP, ad Aragon altro assolo di Marquez. Super Dovizioso: è secondo!

Quando vinci otto di 13 Gran Premi già corsi in stagione e ogni giro che passa aumenti il tuo gap con il secondo che ti segue, allora diventa difficile trovare oramai una certa competizione in MotoGP. Il GP di Aragon non riserva sorprese e consente ancora di più a Marquez di avvicinarsi all'ottavo Mondiale della sua straordinaria carriera. Il sesto nella classe regina. Ci si poteva aspettare diversamente? Forse no. Nonostante un buon Viñales nelle qualifiche, scattato terzo, un sorprendente Jack Miller dietro di lui e al solito Fabio Quartararo, scattato secondo. Diventa così frustante e difficile per tutti lottare con la testa sgombera da pensieri quando davanti c'è sempre qualcuno che molto, troppo, spesso fa il vuoto rendendo il motomondiale meno competitivo che mai. Ma una nota positiva c’è: lo straordinario secondo posto di un Dovizioso completamente all’attacco, dopo essere partito decimo. Male Rossi, che soffre e arriva ottavo con un problema alla gomma dura.

ARAGON PORTA BENE — Marquez adora molto Aragon e i risultati lo confermano. Dal 2016, sul podio più alto del Gran Premio di Alcañiz c'è sempre salito lui. L'ultimo differente vincitore era stato l'anno prima un altro spagnolo: Jorge Lorenzo, con la Yamaha. Così al pronti via lo spagnolo parte davanti e ci rimane per tutta la gara, allungando sempre di più da Miller e Viñales. Nel frattempo nelle retrovie inizia il Dovi-show. Via uno dietro l’altro: Rossi, Aleix Espargaro, Quartararo, Miller. Poi, un metro dopo l’altro, il sorpasso a Viñales nell’ultimo settore del terzultimo giro. Il pilota Yamaha nel finale è superato anche da Miller, che alla fine chiude terzo. Una gara all’attacco, quella del Dovi. Con la voglia di rifarsi dopo il sesto posto a Misano e un weekend iniziato in maniera complicata ma concluso alla grande.

ROSSI E RINS, COSÌ NON VA — Che per Rossi non fosse un GP facile lo si capisce dalle prime curve. Il pilota Yamaha ha un problema alle gomma dura e la soft non riesce a compensare. Così, giro dopo giro, viene sorpassato da Dovizioso, Crutchlow ed Espargaro. Alla fine sarà ottavo posto, ma il distacco da Marquez è impietoso: quasi 24 secondi di distacco. L’altra nota negativa di giornata è la caduta di Franco Morbidelli alla curva 12 nel primo giro. Il pilota italiano è davanti e si piega per fare la curva, Rins arriva troppo sparato e frena in ritardo centrandolo in pieno. Lo spagnolo a fine gara va a scusarsi con l'avversario della Yamaha che intervistato non fa drammi: "Peccato perché ero competitivo, ma l'importante è che stia bene nonostante una piccola botta", ha commentato. Male Danilo Petrucci con la seconda Ducati ufficiale, 12esimo dietro l'Aprilia di Andrea Iannone. Malissimo Jorge Lorenzo: 20° davanti solo a Syahrin. Un altro risultato negativo che potrebbe seriamente fargli pensare di lasciare la Honda a fine stagione. Per loro, il GP del riscatto è fissato il 6 ottobre in Thailandia. A Marquez bastano due punti per vincere il Mondiale, con un posto davanti a Dovizioso per il pilota di Cervera possono partire i festeggiamenti.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/22-09-2019/motogp-altro-assolo-marquez-super-dovizioso-secondo-3402697819662.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » ven ott 04, 2019 17:31


MotoGP, paurosa caduta per Marquez: è in ospedale, nessun danno

Potrebbe essere il weekend che gli regala l’ottavo mondiale in carriera, ma per Marc Marquez il GP di Thailandia non avrebbe potuto iniziare in maniera peggiore, con una bruttissima caduta quando mancavano una manciata di minuti alla conclusione del primo turno di prove libere. Un highside pauroso alla curva 7, quello del quale è stato sfortunato protagonista il campione spagnolo, che era appena tornato in pista con una gomma morbida nuova. Nel volo, la sua Honda è andata completamente distrutta, con il forcellone che si è spezzato. Marc è rimasto a lungo dolorante a terra, inginocchiato, prima di rialzarsi a fatica, e venire accompagnato dai soccorritori.

BOTTA — Nella caduta ha riportato una forte contusione lombare e alla tibia sinistra. Al centro medico è stata fatta una radiografia alla tibia poi all’ospedale di Buriram sono stati fatti altri accertamenti per la contusione lombare. Dopo la risonanza magnetica gli è stata data l’idoneità a correre le libere 2.

https://www.gazzetta.it/Moto/04-10-2019/motogp-brutta-caduta-marquez-ospedale-controlli-3403018538497.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » sab ott 05, 2019 17:43


Thailandia Moto3, colpo Vietti! Prima pole in carriera. Moto2, sfreccia Alex Marquez

Grande colpo di Celestino Vietti che a Buriram, in Thailandia, ha conquistato la prima pole position della carriera in Moto3. Il 17enne pilota dello Sky Racing Team era addirittura partito dalla Q1 e oggi è stato il più scaltro in mezzo al trenino di moto che hanno cercato la pole restando nella scia dei rivali.

SETTIMO MIGNO — Vietti con la sua KTM ha preceduto gli spagnoli Marcos Ramirez (Honda) di 118 millesimi e Albert Arenas (KTM) di 152. Quarto crono per il giapponese Kaito Toba (Honda). Gli altri italiani: settimo Andrea Migno, nono Tony Arbolino, decimo Lorenzo Dalla Porta. “Non mi aspettavo questa pole - ha detto Vietti - ieri era stato un giorno positivo, ma con qualche problema. Stamattina abbiamo trovato il feeling sull’asciutto ed è venuto un buon giro. Ora spero in una bella gara”.

COSÌ LA MOTO2 — In Moto2 brilla ancora Alex Marquez che in 1’35”297 ha preceduto sulla sua Kalex il giapponese Nagashima, staccato di 95 millesimi, e lo spagnolo Jorge Martin (a 151). Migliore degli italiani è stato Luca Marini, ottimo quarto a 179 millesimi da Marquez. Nono Niccolò Bulega. Gli orari: la Moto3 scatta alle 6 italiane, la Moto2 alle 7.20.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/05-10-2019/thailandia-moto3-vietti-pole-migno-3502715127.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » sab ott 05, 2019 17:44


MotoGP, pole di Quartararo. Battuti Viñales e Marquez. Morbidelli 4°, Rossi 9°

È di Fabio Quartararo la pole position del GP di Thailandia classe MotoGP. In 1’29”719 il francese della Yamaha (alla quarta pole stagionale) ha preceduto il compagno di marca con la moto ufficiale Maverick Viñales, staccato di 106 millesimi. In prima fila anche l’iridato Marc Marquez, staccato di due decimi e caduto nell’ultimo tentativo lanciato. Il migliore degli italiani è stato Franco Morbidelli, ottimo quarto davanti alla Ducati di Danilo Petrucci. Settimo Andrea Dovizioso con la seconda rossa, solo nono Valentino Rossi, scivolato pochi minuti dopo l’inizio della Q2. Domenica alle 9 il via della gara della MotoGP.

COSÌ LIBERE 3 E 4 — Molto differenti le due sessioni libere del mattino. Nelle FP3 disputate sul bagnato miglior crono di Andrea Dovizioso in 1’36”250 davanti a Morbidelli (Yamaha), secondo a 0”824, e allo spagnolo Rins (Suzuki), terzo a 1”394. Quarta la Honda di Marquez, solo 11° Rossi. Nelle quarte libere invece, disputate su asciutto, miglior tempo di Quartararo con la Yamaha in 1’30”755 per soli 27 millesimi su Marquez e di 198 su Viñales. Quinto Dovizioso, sesto Rossi.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/05-10-2019/thailandia-motogp-pole-quartararo-battuti-vinales-marquez-morbidelli-4-rossi-9-3503727031.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » mar ott 08, 2019 14:10


Moto3, Dalla Porta è 2° e allunga. Canet cade, Arbolino 10°, frenato dal...guanto

Secondo posto di grandissimo valore per Lorenzo Dalla Porta: con Aron Canet fuori dai punti (centrato da Binder) e Tony Arbolino solo decimo (ha corso con la mano addormentata per un problema a un guanto), il pilota italiano del team Leopard allunga in classifica a +22 su Canet e a +44 su Arbolino. Quando mancano ancora 100 punti da assegnare, il mondiale non può essere considerato chiuso, ma Dalla Porta ha sicuramente un buon vantaggio da amministrare. Peccato che Lorenzo abbia perso la volata finale, superato all’uscita dell’ultima curva da Albert Arenas dopo un tentativo disperato, ma il secondo posto gli dà comunque un buon margine. Lorenzo ha chiuso tra le lacrime: avrebbe voluto dedicare la vittoria alla nonna, morta in settimana, ma può comunque tornare a casa soddisfatto.

CHE SFORTUNA — Sul terzo gradino del podio Alonso Lopez, mentre Aron Canet è stato messo fuori gara da una frenata irresponsabile di Darryn Binder (poi penalizzato): un’azione che potrebbe avere conseguenze decisive sul suo mondiale e su quello del team di Max Biaggi. Quinto posto per un convincente Dennis Foggia, sesto Celestino Vietti, scattato (male) dalla pole position. Buon ottavo posto per Stefano Nepa, a punti anche Riccardo Rossi, 13°.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/06-10-2019/moto3-buriram-dallaporta-2-allunga-canet-cade-arbolino-10-frenato-dalguanto-35029624051.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » mar ott 08, 2019 14:11


Moto2, vince Marini: primo trionfo dell’anno per il fratello di Valentino. Marquez 5°

Trionfo di Luca Marini, che dopo essere andato in testa al terzo giro, ha concretizzato fino al traguardo una superiorità evidente: il primo successo stagionale è arrivato per distacco. Al parco chiuso, Luca è stato festeggiato anche dall’ex compagno di squadra Pecco Bagnaia, campione del mondo in carica della Moto2: Marini sembrava destinato a ereditarne il testimone, ma alcune difficoltà impreviste hanno tenuto lontano il fratello di Valentino Rossi dalle posizioni di vertice. Nelle ultime gare, però, Marini ha ritrovato fiducia e a Buriram è arrivato il primo successo stagionale, il secondo della carriera dopo quello ottenuto l’anno scorso in Malesia. Dopo quel trionfo, Luca sembrava destinato a un 2019 da protagonista, ma la stagione, per diverse ragioni, è andata in maniera differente. Marini, però, ha dimostrato carattere e grande forza di volontà, non perdendo la calma in un periodo molto difficile. L’Italia, così, torna sul gradino del podio della Moto2 dopo cinque mesi, dopo i successi di inizio stagione di Lorenzo Baldassarri.

DANNI LIMITATI — Al secondo posto, Brad Binder con la KTM, con Iker Lecuona terzo, al primo podio in carriera. Alex Marquez, scattato dalla pole, ha limitato i danni, quinto, dietro al rivale diretto Augusto Fernandez: i due, adesso, sono separati in classifica da 40 punti, con Binder terzo in classifica a 4 lunghezze dal secondo. Altri italiani al traguardo: ottavo Nicolò Bulega (buona gara la sua), decimo Marco Bezzecchi (in crescita), 11° Enea Bastianini, 13° Andrea Locatelli (ancora senza moto per il 2020).

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/06-10-2019/moto2-buriram-che-trionfo-luca-marini-alex-marquez-5-35030344379.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 26629
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » mar ott 08, 2019 14:12


MotoGP, Marquez campione: 8° titolo. A Buriram è festa doppia: vittoria e mondiale

"Voglio tutto". Marc Marquez copia la frase di Charles Leclerc e in Thailandia si prende l'intera posta: vittoria e mondiale, il suo ottavo, precedendo sul traguardo Fabio Quartararo, irriducibile fino all'ultima staccata, e Maverick Viñales. Il cannibale non fa sconti in generale, figurarsi nel giorno della sua gloria.

MATCH POINT — Buona la prima, dunque. Marc Marquez non perde tempo, sfrutta subito il match point iridato e in Thailandia conquista la corona mondiale. Ottavo titolo, a 26 anni, per una bacheca ricca di prestigio e trionfi, cui serviranno altre mensole perché destinata ad allargarsi. Davanti a lui solo Giacomo Agostini (15 titoli), Angel Nieto (13), Mike Hailwood, Valentino Rossi e Carlo Ubbiali (9): immortali di cui Marc fa già parte di diritto, ma con buone chance di superarli e sparigliare questa gerarchia.

LA BATTAGLIA — A Buriram Marc lascia nel box la calcolatrice, non segue le tabelle, né i relativi calcoli e fa una gara di caratura. Gli bastava guadagnare 2 punti su Dovizioso: missione compiuta. Con ampio margine. Per tutta la gara, un po' come a Misano, marquez francobolla Quartararo, più o meno a distanza di sicurezza, ne studia linee e prestazioni per poi portare l’attacco nel finale. Letale come il morso di un cobra. La sua staccata, all'esterno, nell'ultimo giro non ammette replica. Ci prova, Quartararo all'ultima curva, come Dovizioso l'anno scorso nello stesso punto, ma deve cedere: ancora 2°, ma dietro al Cannibale non è un'onta. A chiudere il podio Viñales, mentre Dovizioso è staccatissimo: 4° a 11" e mai in palla per conquistare il suo 100° podio.

PETRUCCI ARRETRA — Alle spalle del forlivese della Ducati ci sono: 5° Rins, risalito come al solito con un bel ritmo da metà gara in poi; 6° Morbidelli, che forse sperava meglio; 7° Mir e 8° un Rossi mai incisivo con l'ultima delle M1 al traguardo. Vale precede Petrucci che non replica la buona qualifica, 5° tempo, e perde altro terreno nella lotta per il terzo posto mondiale: ora è quinto in classifica a 5 punti da Rins e 1 da Viñales. Piccolo capitolo sulla Honda: la prima delle 'altre' è quella di Nakagami, 10° a 29", mentre Crutchlow è 12° (+33") e Lorenzo addirittura 18° a 54"! Facile capire chi faccia la differenza per la Casa di Tokyo.

LA GARA — Con scelte univoche di gomme per tutti, hard all'anteriore e soft dietro, al via lo scatto premia Quartararo, con Marquez e Viñales dietro, mentre Miller è costretto a partire dalla pit lane. Marquez al 2° giro porta il primo attacco, ma va lungo e il francese cerca l'allungo. Dietro ai primi tre, un trio di italiani, Dovizioso-Morbidelli-Rossi, cerca di risucchiare Viñales e agganciare il podio, ma Maverick ha ben altro passo. Quartararo fa gara di testa, arriva ad avere 6-7 decimi su Marquez, che però resta in agguato, mentre le Suzuki passano Rossi e risalgono. Davanti è lotta a due, con la Yamaha Petronas che allunga in uscita di curva e la Honda che ringhia in rettilineo e staccata. Due attacchi di Marquez all'esterno, a 4 e 3 giri dal termine, non vanno a segno, poi c'è quello decisivo. È il suggello per la corona: mai avrebbe tollerato, un campione di razza come Marc, che il giovane puledro francese potesse rovinargli la festa. La sua festa. Sipario. E applausi: se li merita.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/06-10-2019/motogp-marquez-campione-8-titolo-buriram-festa-doppia-vittoria-mondiale-35031469875.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

PrecedenteProssimo

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti