Pagina 63 di 64

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 22, 2019 16:05
da Miky88
Motegi, pole italiane in Moto3 e Moto2: a segno Antonelli e Luca Marini

Grande qualifica del Team Sic58 Squadra Corse in Moto3 a Motegi. La squadra gestita da Paolo Simoncelli ha infatti conquistato la pole con Niccolò Antonelli, al rientro da un'operazione alla clavicola, e il 3° tempo con Tatsuki Suzuki, padrone di casa. Nel mezzo Alonso Lopez (Honda Estrella Galicia). Su asfalto umido grande prestazione di Antonelli, che con il tempo di 2'09"203 precede di 86 millesimi Lopez e di 0"333 il compagno, suggellando un giorno speciale per la squadra nata in onore del Sic: proprio 11 anni fa, il 19 ottobre 2008, infatti, Marco Simoncelli diventava campione del mondo della 250. "È un momento bello e ce lo godiamo. Arriva in un giorno particolare, e lo voglio prendere come un segnale: quello che Marco continua a seguirci dall'alto", ha detto Paolo Simoncelli.

DALLA PORTA IN SECONDA FILA — In seconda fila Makar Yurchenko, ripresosi da una caduta in Q1, Sergio Garcia e Lorenzo Dalla Porta (Honda Leopard): il leader del mondiale è 6° a 0"811, mente il suo rivale per la corsa al titolo, Aron Canet, è 8° a 0"866 alle spalle di Kornfeil e davanti a Celestino Vietti; 15° Migno, ma partirà 21° per i 6 posti di penalità legati alla collisione con Toba a Buriram, e solo 27° Arbolino, 3° nel mondiale a 43 punti da Dalla Porta e chiamato a una gara in salita.

MOTO2 — Anche nella qualifiche della Moto2 sventola il tricolore, grazie alla strepitosa e convincente pole di Luca Marini (Kalex Sky VR46). Il fratello di Valentino Rossi stacca il tempo di 2'00"985, precedendo Augusto Fernandez, 2° a 1"148, e Lorenzo Baldassarri (Kalex Pons), 3° a 1"227. In seconda fila il leader del mondiale, Alex Marquez, 4°a 1"321 - autore di salvataggio da funambolo, Mamola-style nelle Libere3 (sopra) - a precedere Jorge Navarro e Somkiat Chantra. 8° tempo per Bezzecchi.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/19-10-2019/motegi-pole-italiane-moto3-moto2-segno-antonelli-luca-marini-350377251091.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 22, 2019 16:06
da Miky88
MotoGP Motegi, colpo Marquez: che pole! 2° Morbidelli, Rossi 10°

Samurai Marquez. È lo spagnolo della Honda a centrare la pole del GP del Giappone. Su pista asciutta, ma con grosse chiazze umide, il campione del mondo sfodera l'ennesima prestazione di rilievo, colmando anche una lacuna: con questa di Motegi Marquez è ora andato in pole in tutte le piste del calendario.

MORBIDELLI BRILLA — Con il tempo di 1'45"763 lo spagnolo della Honda precede tre Yamaha. Il secondo, brillantissimo, è Franco Morbidelli, staccato di 0"132 con la M1 del team Petronas e molto in palla anche nel precedere il compagno Fabio Quartararo, 3° a 0"181. In seconda fila la Yamaha di Viñales (+0"327), la Honda Lcr di Crutchlow (+0"426) e la Ducati Pramac di Miller (+0"574), mentre Dovizioso, 7° con la Ducati, apre la terza linea davanti al compagno Petrucci e all'Aprilia di Aleix Espargaro. Valentino Rossi è solo 10°, ultimo delle Yamaha, a precedere le Suzuki di Rins e Mir.

LA Q1 — Il taglio della Q1 era stato passato da Cal Crutchlow (1'46"695) e Rins, 2° a 0"269, mentre ne sono rimasti esclusi Nakagami (+0"303) e Bagnaia (+0"899), che scatteranno rispettivamente, 13° e 14°. 19° in griglia Jorge Lorenzo, a 1"797 da Crutchlow.
LIBERE4— Nelle Libere4 con asfalto umido e progressivamente asciugatosi fino a consentire l'utilizzo delle gomme slick, miglior tempo per Marc Marquez in 1'48"940 davanti a Viñales, staccato di oltra 1 secondo (1"342), Quartararo (+1"734), Crutchlow (+1"807) e Valentino Rossi (+1"808).

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/19-10-2019/motogp-motegi-colpo-marquez-che-pole-2-morbidelli-rossi-10-350377251576.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 22, 2019 16:07
da Miky88
Moto3 Motegi: Dalla Porta, trionfo doppio: vince, va a +47 e ipoteca il titolo

Un colpo pesante, pesantissimo per portarsi a casa il Mondiale della Moto3. Lorenzo Dalla Porta vince da grande una gara che potrebbe rivelarsi fondamentale per il campionato, 1° lui, fuori a una manciata di giri dalla fine Aron Canet, l'unico vero avversario per il titolo. E adesso, quando mancano soltanto 3 gare alla fine della stagione sono 47, quasi due gare, i punti di vantaggio (con 75 ancora in palio) che Lorenzo potrà amministrare prima di fare festa.

ALL'ATTACCO — Una gara tutta all'attacco, quella del toscano del team Leopard, che dopo un inizio prudente ha rapidamente scalato posizioni per portarsi in zona podio. Con lui, a fare la gara anche Tatsuki Suzuki, il pilota del team Sic58 che solo all'ultimo giro ha perso un podio che avrebbe ampiamente meritato. Prima un attacco a metà dell'ultima tornata da parte di Albert Arenas, quindi un sorpasso proprio all'ultima chicane da parte di Celestino Vietti lo hanno relegato ai piedi del podio.

BRAVO VIETTI — Bravissimo il pilota del team Sky VR46, che negli ultimi giri sembrava quello più in difficoltà del gruppo a 5 di testa, e invece con un colpo di reni Vietti si è preso il terzo podio dell'anno. Per Dalla Porta, invece, sono 10, con "appena" due vittorie: Germania e, appunto, qui in Giappone. "E' stata una gara fantastica, sono sulla luna - può permettersi di festeggiare il talentino di Prato -. All'inizio Canet era molto aggressivo, ma quando ho passato lui e poi Suzuki ho potuto fare il mio ritmo. Sono felicissimo. Avevo promesso a mio nonna, che è morta durante il weekend della Thailandia, che avrei vinto per lei. E ci sono riuscito. E adesso in Australia, un'altra pista che mi piace tantissimo". E dove si giocherà il primo match point iridato: con 47 punti, gliene basterà guadagnare 4 sul pilota di Max Biaggi per essere campione.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/20-10-2019/moto3-motegi-dalla-porta-trionfo-doppio-vince-ipoteca-titolo-350402636645.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 22, 2019 16:07
da Miky88
Moto2 Motegi, successo di Luca Marini: Luthi cede nel finale

È una dolce, dolcissima, domenica mattina per l'Italia della Moto. Dopo lo splendido successo di Lorenzo Dalla Porta in Moto3, ecco a distanza di due ore arrivare quella di Luca Marini, al bis dopo la Thailandia, al termine di una gara di sofferenza e nervi. Un successo di forza, quello del fratello di Valentino Rossi, che era scattato ottimamente dalla pole position e nei primi giri aveva fatto il vuoto alle proprie spalle, seguito solo da Lorenzo Baldassarri. Ma poi è stato Thomas Luthi a risalire, scavalcando entrambi e allungando di quel tanto che poteva fare immaginare a una fuga.

PRESSING E ATTACCO — Sbagliato, perché dopo un po' di giri alle sue spalle, Marini ha ricominciato a pressare lo svizzero ex iridato 125, fintando a più riprese un possibile sorpasso, prima di piazzare l'affondo decisivo a un giro e mezzo dalla fine. Sul traguardo, a separare i due mezzo secondo, terzo anche lui grazie a un sorpasso su Baldassarri nello stesso punto di Marini, il campione uscente della Moto3, Jorge Martin, al primo podio in Moto2. Solo 6° Alex Marquez, che però allunga in classifica su Augusto Fernandez, 8° dietro Enea Bastianini. Nel mondiale il fratello di Marc guida a quota 234 con 36 punti di vantaggio proprio su Luthi, mentre Fernandez è 3° a 42. Ma soprattutto Marini, al 3° successo in carriera, si avvicina ai primi della classifica: è 6° con 176 punti a 8 lunghezze dal 5° posto di Brad Binder e a 10 da Jorge Navarro.

[url]https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/20-10-2019/moto2-motegi-successo-luca-marini-luthi-cede-finale-350403118647.shtml
[/url]

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 22, 2019 16:08
da Miky88
MotoGP Motegi, Marquez 10 e lode: vince su Quartararo e Dovizioso. Rossi caduto

Infilzato anche Mick Doohan. Nella sua vera gara, quella che ha per avversarie le pagine dei libri dei record del motomondiale, Marc Marquez taglia un altro traguardo. Con la vittoria di Motegi, ottenuta davanti a Quartararo e Dovizioso, Marc raggiunge l’australiano a quota 54 vittorie in top class: davanti allo spagnolo restano solo Agostini (68) e Rossi (89), che iniziano a tremare. Prestazione sicura e implacabile quella dello spagnolo, che scatta bene al via, contiene senza problemi Quartararo e raggiunge i 10 successi stagionali, portando alla Honda anche il tiolo costruttori. Non sazio dei due allori, ora Marc vorrà provare a conquistare pure quello dei team. In pratica da solo, visto l’apporto nullo del compagno Lorenzo, solo 17° al traguardo, nel giorno del suo 200° GP, e sempre più imperscrutabile.

SEMPRE QUARTARARO — Il duello è stato tutto fra Marc e Quartararo, ufficialmente rookie of the year e assoluto sfidante dello spagnolo per il futuro: la loro lotta è però durata poco. Meno di un terzo di gara, il tempo necessario a Marquez per allungare e scavare il solco decisivo. Per la terza volta delle ultime quattro gare però l'uno-due Marquez-Quartararo ha ricalcato le prime due posizioni: finestra sull'immediato futuro.

DOVI — Terzo un buon Dovizioso, che è risalito con un progressione, piegando nel finale un Viñales sempre tonico, ma che ha pagato il solito avvio a scoppio ritardato. Lo spagnolo diventa terzo nel mondiale a scapito di Rins, solo 7°, con Petrucci 9° e ancora più lontano nella lotta per il podio iridato. Morbidelli è 6°, battuto da Crutchlow proprio nel finale dopo un week end comunque positivo, mentre Rossi chiude il suo incubo nella sabbia: caduta a 4 giri dal termine quando era mestamente 11° e in grande difficoltà fin dalla partenza. Gara pessima, che dovrebbe indurre a una riflessione profonda, al di là del suo irriducibile spirito di modellare lo stile alle nuove esigenze della competizione – la frenata a 2 o 3 dita non è il punto -: ora il pesarese è 7° nel mondiale, scavalcato pure da Quartararo.

LA GARA — Scelta delle mescole molto variegata: doppia media per Marquez, Crutchlow, Rossi e le Suzuki; media-soft per Morbidelli, Quartararo e Vinales; doppia soft per Miller e Petrucci, e soft-media per Dovizioso. Via regolare con Marquez che allunga, Quartararo che tenta di insidiarlo e Miller e Morbidelli che fanno a spallate. Viñales scatta maluccio e perde contatto con i primi, ma Rossi fa peggio: 14° al primo passaggio. Spartito simile a Misano e Buriram, ma a posizioni invertite: Marc davanti a e Quartararo a inseguire. Lotta a due sul filo del secondo di distacco, con gli altri - Miller, Morbidelli, Dovizioso e Vinales - a contendersi il 3° gradino del podio. Mentre Marquez allunga, le Ducati fanno l’elastico al contrario: Dovi risale e a -11 dalla fine è 3°, mentre Miller arretra inesorabilmente per poi chiudere 10°. Con la solita progressione, ma solo da metà gara in poi, Viñales ricuce sul forlivese e ne insidia il podio, ma Dovi lo tiene a distanza con piglio. Un paio di giri e forse Dovizioso ce l’avrebbe fatta a chiudere 2°: per lui però è il 100° podio in carriera. Cifre di rilievo, cifre da campione: in un'annata che non ha rispettato le aspettative può forse consolarsi così.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/20-10-2019/motogp-motegi-marquez-10-lode-vince-quartararo-dovizioso-rossi-caduto-350403118789.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:11
da Miky88
Phillip Island, pole di Ramirez in Moto3; Dalla Porta 6°. Moto2: ok Navarro

Lorenzo Dalla Porta partirà dalla sesta casella domani nella notte italiana (ore 2) a caccia del titolo Mondiale. In una qualifica complicatissima a causa del forte vento che dal mattino spazza inesorabilmente su Phillip Island, la prima fila della Moto3 vede in pole Marcos Ramirez (1'38"976) davanti ad Aron Canet (+0"184), il solo rivale di Dalla Porta per il titolo (seppure lontano 47 punti, un'enormità) e Albert Arenas (+0"268). In seconda fila, davanti al toscano della Leopard (a + 0"707) anche John NcPhee e Kaito Toba. Terza fila tutta italiana, con Andrea Migno, Romano Fenati e Ceestino Vietti, con Dennis Foggia 10°.

MOTO2 — In Moto2 fa festa Jorge Navarro, con il tempo di 1'33"565, davanti a Brad Binder e a Luca Marini, che conferma anche qui il suo buon momento di forma. Il fratello di Valentino Rossi precede un altro italiano, Fabio Di Giannantonio, con Jorge Martin 5° e il leader del campionato Alex Marquez 6°. Buon 8° Marco Bezzecchi.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/26-10-2019/phillip-island-pole-ramirez-moto3-porta-6-moto2-ok-navarro-350566996755.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:11
da Miky88
MotoGP, troppo vento a Phillip Island: annullata la qualifica

Troppo vento la MotoGP si ferma. Le avverse condizioni meteorologiche a Phillip Island impongono lo stop al programma del sabato, con la cancellazione della sessione di qualifica e l'interruzione delle Libere4 a circa un quarto d'ora dalla conclusione. Una brutta caduta di Miguel Oliveira, volato via alla staccata della curva 1 - lastre ok per lui dopo essere rotolato nella sabbia e aver rimediato escoriazioni e botte alla meni - ha imposto la bandiera rossa durante le Libere4 e indotto i piloti a parlare con gli organizzatori. In una sorta di Safety Commission improvvisata, i piloti si sono riuniti a colloquio con Loris Caporossi e Franco Uncini, mostrando compattezza sulla decisione da prendere: non si gira, troppo pericoloso.

IL PERICOLO DELLE RAFFICHE — Lo spiega bene Andrea Dovizioso: "Niente qualifiche, è troppo pericoloso. Non è questione della potenza delle moto: il punto non è la forza del vento, ma le raffiche improvvise. È una situazione fuori controllo, si è visto bene nella caduta di Oliveira, è una situazione che non puoi prevedere né gestire". Stessa linea per Valentino Rossi: "Le condizioni sono molto pericolose, ci sono forti raffiche difficili da prevedere e soprattutto nel lato della pista verso il mare con la curva 1 la 13 e l'ultima, è molto insidioso. La maggior parte dei piloti era d'accordo a non disputare la qualifica, per me sarebbe meglio partire utilizzando la classifica combinata delle tre sessioni. Le ali? Averle o meno cambia poco, anzi con le ali il vento lo senti anche di più".

GRIGLIA SULLE LIBERE? — Adesso per definire la griglia del GP, il via alle 5 italiane di domenica, si va verso la possibilità di effettuare le qualifiche di domenica mattina, prima della gara, come è successo in F.1 nel recente GP di Suzuka. Nel caso le condizioni meteo non consentissimo lo svolgimento delle qualifiche, per la griglia sarebbe valido il combinato disposto delle tre sessioni di Libere, che in pratica ricalcherebbe la graduatoria delle Libere2. Se si optasse per questa soluzione Viñales sarebbe in pole davanti a Dovizioso e Crutchlow in prima fila e poi 4° Petrucci, 5° Miller, 6° Marquez, 7° Rossi, 8° Rins, 9° Morbidelli e 10° Aleix Espargaro. La decisione sarà presa nella mattinata italiana.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/26-10-2019/motogp-troppo-vento-phillip-island-annullata-qualifica-350567191185.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:12
da Miky88
Phillip Island: le qualifiche MotoGP domenica mattina prima del GP

Le qualifiche del GP di Australia della MotoGP si disputeranno la domenica mattina, prima delle tre gare, il cui orario non cambia. A Phillip Island si utilizza il modello adottato a Suzuka, in F.1, due settimane fa: in Giappone fu per il tifone Hagibis, in Australia per le forti raffiche di vento.

SLITTAMENTO — La sessione di qualifica del sabato è stata annullata dopo la caduta di Miguel Oliveira nelle Libere4: bandiera rossa, riunione dei piloti con Loris Caporossi e Franco Uncini e decisione compatta: non si gira, troppo pericoloso per le forti e improvvise raffiche di vento. Gli organizzatori non hanno tecnicamente cancellato la sessione di qualifica, cosa che avrebbe determinato la griglia in base alla classifica combinata delle tre libere, ma ne hanno fatto slittare la disputa alla domenica mattina, con una programmazione rivista che prevede lo svolgimento di Q1 e Q2 dopo il warm up delle tre classi.

IL NUOVO PROGRAMMA — Questi i nuovi orari (sopra, ora australiana): ore 8.50 warm up Moto3; ore 9.20 warm up Moto2; ore 9.50 warm up MotoGP. Ore 10.20 (l'1.20 italiana) Q1 MotoGP; ore 10.45 (1.40 italiana) Q2 MotoGP. Le gare restano invariate: ore 12 (le 2 italiane) la Moto3; ore 13.20 (le 3.20 italiane) la Moto2; ore 15 (le 5 italiane) la MotoGP. Da considerare che in Italia nella notte fra sabato e domenica torna l'ora solare: alle 3 le lancette vanno riportare indietro di un'ora. Attenzione!

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/26-10-2019/motogp-phillip-island-qualifiche-motogp-domenica-mattina-prima-gp-350568294192.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:13
da Miky88
Phillip Island, pole di Viñales; Quartararo e Marquez in prima fila. 4° Rossi

La pole di Phillip Island va a Maverick Viñales, che sulla pista australiana si conferma in gran forma. Nella qualifica svoltasi a poche ore dalla gara, per lo slittamento della sessione legato alla pericolosità della pista per il forte vento del sabato, il migliore è dunque lo spagnolo della Yamaha, che, in una sessione serena, ma fredda, stampa il tempo di 1'28"492, precedendo Fabio Quartararo (+0"551), passato dalla Q1, e Marc Marquez (+0"724), che dividono con lui la prima fila. Ottimo 4° tempo per Valentino Rossi (+0"751) davanti a Danilo Petrucci (+0"847) e Cal Crutchlow (+1"043). Chiudono i dieci le due Aprilia di Aleix Espargaro, 7° a 1"066, e Iannone (promosso anche lui dalla Q1), 8° a 1"089, e le Ducati di Miller (+1"123) e Dovizioso (+1"175).

MIGUEL OUT — 'Unfit' per la gara Miguel Oliveira in seguito alla caduta nelle Libere4 che ha portato poi alla bandiera rossa decisiva per lo 'stop' alla qualifica del sabato. Troppo dolore alle mani, ancora gonfie per le abrasioni, e quindi forfeit.

WARM UP — Nel warm up, che ha preceduto Q1 e Q2, miglior tempo di Viñales in 1'29"396 davanti all'Aprilia di Aleix Espargaro (+0"671), Miller (+0"688), Marquez (+0"703) e Quartararo (+0"872), con Dovizioso 6° e Morbidelli 7°.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/27-10-2019/motogp-phillip-island-pole-vinales-quartararo-marquez-prima-fila-4-rossi-350590591101.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:14
da Miky88
Moto3, Dalla Porta vince a Phillip Island ed è campione del mondo!

Quindici anni dopo Andrea Dovizioso, l'Italia delle piccole cilindrate ha un nuovo campione del mondo. Nel 2004 era stato il pilota della Ducati a conquistare il titolo 125, questa volta invece scocca l'ora di Lorenzo Dalla Porta, che nel giorno più importante della sua carriera si prende tutto: vittoria e titolo. Cosa da grandi, al termine di una gara complicatissima, visto il solito folto gruppone che fino alla fine si è dato battaglia.

CANET SUBITO FUORI — Dopo l'autoeliminazione di Aron Canet, che al 3° giro si è buttato stupidamente giù alla prima curva, per Dalla Porta tutto era più facile. Avrebbe potuto limitarsi a controllare, conquistare i 4 punti necessari a portare a 51 lunghezze il vantaggio su Canet e a non perderne più di 17 da Arbolino, invece ha voluto tutto. Grazie e una Honda missile sul rettilineo d'arrivo, è stato spesso la lepre del gruppo, poi nel finale non ha tremato, andando a conquistare la vittoria in volata davanti al compagno di squadra Marcos Ramirez e ad Albert Arenas, con Tatsuki Suzuki ancora una volta il grande beffato del finale, 4° per appena 38 millesimi e a 126 millesimi dalla vittoria.

CON MERITO — Per Dalla Porta è la terza vittoria della stagione, la seconda successiva dopo quella della scorsa settimana a Motegi, la quarta in carriera. Un successo meritatissimo per il 22enne di Prato che corre per il secondo anno per il team Leopard, e che il prossimo anno salirà in Moto2 con Italtrans. Da campione del mondo. Bravo Lorenzo!

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/27-10-2019/moto3-dallaporta-vince-phillip-island-ed-campione-mondo-350591577216.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:14
da Miky88
Moto2, titolo rimandato. A Phillip Island 1° Binder; solo 8° Alex Marquez

La corona della Moto2 resta ancora in palio. Phillip Island rimanda il discorso almeno alla Malesia, dove il leader del mondiale Alex Marquez arriverà con 28 punti di vantaggio su Tom Luthi, 3° in Australia, e 33 su Brad Binder, ancora vincitore. Il fratellino di Marc non brilla e chiude solo 8° un GP di grande sofferenza che non lo vede mai protagonista. Splende sempre di più, invece, la stella di Brad Binder, il pilota più in forma del momento: il sudafricano della Ktm del team Ajo centra la terza vittoria stagionale (e delle ultime sette gare) e resta in corsa per il titolo. Successo perentorio il suo, costruito fin dall'avvio e difeso dal pressing di Jorge Martin, 2°, e anche dalla leggera pioggerellina finale. Buon 5° posto per Lorenzo Baldassarri, mentre Stefano Manzi è 9° e Bulega 11°.

LA GARA — Al via scatta bene Binder, seguito da Navarro e Martin, mentre alla curva 4 l'Italia va sottosopra: in una carambola infatti Lecuona, alla fine 7°, innesca la miccia che fa uscire di scena Bezzecchi e Luca Marini. Anche Di Giannantonio resta coinvolto: perde delle posizioni, prova a risalire, ma chiuderà 14°. Davanti, Binder e Martin si staccano e arrivano a giocarsi la gara, ma il sudafricano ha un altro ritmo e controlla la situazione senza patemi fino al traguardo.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/27-10-2019/moto2-titolo-rimandato-phillip-island-1-binder-solo-8-alex-marquez-350592141982.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar ott 29, 2019 15:15
da Miky88
Vince sempre Marquez, Viñales si sdraia alla fine. Bagniai è 4°, volo pauroso di Petrucci su Quartararo

CHE BAGNAIA — Marquez a bersaglio. Ancora una volta. È dello spagnolo della Honda la freccia giusta per infilzare il GP di Australia, dopo una gara vivace, serrata e con il colpo di scena finale. Il dardo acuminato fulmina Viñales all'ultimo giro e Maverick ne resta ferito al punto da cadere in un disperato attacco a poche curve dalla fine: from hero to zero; dalla pole e un possibile successo alla sabbia della via di fuga. Così è Crutchlow che ne raccoglie il 2° posto, per una doppietta Honda che fa sensazione, con l'australiano Miller a completare il podio per la gioia della Ducati Pramac e dei suoi tifosi. Tanti gli spunti di una gara vivace: a cominciare dal 4° posto di Bagnaia con l'altra Ducati Pramac, in rimonta, alla sua migliore gara in MotoGP, proseguendo con il 6° di Iannone: l'Aprilia, dopo le due moto nella Top-10 della qualifica, ruggisce anche in gara e ne piazza due nei dieci, con il 10° posto di Aleix Espargaro. Segnali di crescita.Rossi ha celebrato il suo 400° GP con una gara inizialmente vivace - bello spunto al via e tante gomitate -, ma chiusa in calando fino all'8° posto, con la prima delle Yamaha al traguardo, alle spalle di Dovizioso e davanti a Rins, che però si avvantaggia nella lotta per il terzo posto mondiale, vista la paurosa caduta che alla seconda curva mette fuori causa sia Petrucci, sia Quartararo.

LA GARA — Scelte di gomme molto varie: doppia soft per Viñales; media-hard per Dovizioso; hard-soft per Marquez; media-soft per Rossi. Allo scatto Viñales non approfitta della pole, Rossi si traveste da Lorenzo, con un sorpasso 'Por Fuera' che lo porta al comando, mentre Petrucci perde il controllo della sua Ducati e va a impattare contro Quartararo: doppio ritiro. Vale comanda su Crutchlow e Iannone, che al 4° giro porta anche il cupolino della sua Aprilia davanti a tutti con il compagno Aleix Espargaro a supporto. Mentre Vale retrocede, Marquez incalza Crutchlow e Viñales risale, fino a trovarsi in testa al 10° giro. Marc segue e osserva le mosse del rivale: è uno studio mirato. Con Crutchlow solido 3°, alle sue spalle la bagarre per il 4° è emozionante e coinvolge un gruppo che include Vale, Dovi, Miller, Rins, Mir e un sorprendente Bagnaia, bravo a guizzare fino a un 4° posto in scia al compagno Miuller. A - 6 giri dalla fine primo timido tentativo di Marc, che replica senza convinzione a -4 e resta in agguato sulla preda. Che attacca in rettilineo, in modo inesorabile. Vinales prova la replica, ma esagera e si sdraia. Marquez è ancora troppo forte, agli altri restano i rimpianti o le posizioni alle sue spalle. Fra queste anche quelle di Zarco, 13° con la Honda Lcr, e Lorenzo, 16°. Fra i due bel 40": troppi.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/27-10-2019/motogp-phillip-island-marquez-altro-prodigio-vinales-si-sdraia-fine-2-crutchlow-4-bagnaia-350592142122.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar nov 05, 2019 19:04
da Miky88
Sepang: Moto2, Alex Marquez parte in pole per il titolo

A Sepang in Malesia Alex Marquez partirà dalla pole position nella gara che potrebbe dargli il Mondiale della Moto2. Il fratello di Marc, che in classifica deve difendere un vantaggio di 33 punti su Thomas Luthi e 33 su Brad Binder, ha infatti ottenuto il miglior tempo davanti al giapponese Tetsuta Nagashima e allo stesso Binder, mentre Luthi ha firmato il 5° tempo. Migliore italiano, 10°, Luca Marini, qui vincitore un anno fa, davanti a Fabio Di Giannantonio, con Stefano Manzi 13° ed Enea Bastianini 14°.

MOTO3 — Nelle qualifiche che hanno aperto la giornata, Tatsuki Suzuki è andato vicinissimo all’impresa di regalare la pole position al Team Sic58, prima di venire beffato proprio all’ultimo istante da Marcos Ramirez, con la Honda del team Leopard. Ad accomodarsi in prima fila anche il “padrone di casa” del team Petronas, l’inglese John McPhee. Quinto posto per Celestino Vietti, del team Sky, il fresco campione del mondo Lorenzo Dalla Porta scatterà 7°.

MOTOGP, LIBERE4: MORBIDELLI IL MIGLIORE — Nelle libere4 di MotoGP è da registrare il tris italiano: Franco Morbidelli ha segnato il miglior tempo davanti a Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. In più Jorge Lorenzo è finito a terra nella fase finale della sessione. Prontamente rientrato ai box il maiorchino ha cambiato l’airbag per essere pronto per le qualifiche.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/02-11-2019/sepang-moto2-alex-marquez-pole-il-titolo-350754607141.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar nov 05, 2019 19:06
da Miky88
Sepang, dominio Yamaha. Quartararo in pole, Morbidelli 3°

Ha la velocità nel sangue, Fabio Quartararo, ma questa volta, oltre a confermarlo andando a prendersi una fantastica pole position in quello che è il GP di casa del suo team, la debuttante come lui Petronas, ha anche dimostrato un grande sangue freddo nel tenere a bada uno come Marc Marquez. Che in qualifica si è messo scientemente in scia sin dal primo run al francese che aspira a diventare il suo grande rivale nel futuro. Ma se nel primo tentativo gli è andata bene, nel secondo, dopo un intero primo giro a fargli da ombra, alla seconda curva nel tentativo di restare il più a contatto possibile con la Yamaha ha fatto un volo, lanciato in aria da uno scarto della Honda che questa volta non è riuscito a correggere come altre volte. Una caduta a velocità tutto sommato bassa, 55 km/h, ma con atterraggio brusco, prima sul piede sinistro, quindi sulle ginocchia e infine gran colpo sull’anteriore del casco.

CHE YAMAHA — Una qualifica trionfale per la Yamaha, che monopolizza la prima fila: alle spalle di Quartararo, capace di gurare in 1’58”303, ecco Maverick Vinales con la moto ufficiale a 103 millesimi e poi Franco Morbidelli, grande sin dal mattino, 3° a 129 millesimi. La quarta Yamaha, quella di Valentino Rossi, non è comunque lontanissima, 6ª tra Cal Crutchlow e Alex Rins, con l’ormai garanzia Jack Miller 4° con la migliore delle Ducati. Dop essere uscito dalla Q2, Danilo Petrucci ha firmato l’8° tempo davanti a Johann Zarco, mentre domani in 4ª fila partiranno Andrea Dovizioso, Marquez, 11°, alla peggiore qualifica dell’anno, e Francesco Bagnaia 12°.

Q1 — Serviva una reazione di orgoglio da parte di Petrucci, dopo la brutta FP3, e il ternano ha mantenuto le attese, 2° alle spalle di Cal Crutchlow, che sul finale di sessione gli ha strappato il iglior tempo, 1’59”216 contro l’1’59”336 del ducatista.Beffato alla fine per 38 millesimi Joan Mir, con la Suzuki, 4° il migliore degli Espargaro, Aleix, con la migliore Aprilia; Andrea Iannone non è invece andato oltre il 7° crono, davanti a un altro deluso, Jorge Lorenzo, che domani scatterà 18°

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/02-11-2019/sepang-dominio-yamaha-quartararo-pole-morbidelli-3-350754963305.shtml

Re: ******Sport vari******

MessaggioInviato: mar nov 05, 2019 19:06
da Miky88
Sepang, incidente fatale: morto giovane pilota dell’Asia Talent Cup

È morto a Sepang Afridza Munandar, giovane pilota partecipante alla Idemitsu Asia Talent Cup dopo un incidente sul circuito malesiano. Al primo giro, alla curva 10 è stata esposta la bandiera rossa. Il 20enne indonesiano è stato subito soccorso dai medici del circuito e, vista la situazione, è stato trasferito all’ospedale di Kuala Lumpur in elicottero. Nonostante tutti gli sforzi del personale medico tanto del circuito come dell’ospedale, Munandar è purtroppo deceduto poco dopo l’incidente.

DUE VITTORIE — Munandar stava affrontando la IATC 2019 con grande entusiasmo e determinazione conquistando due vittorie, due secondi posti e due terzi. FIM, Dorna Sports e tutto il personale coinvolto nella Idemitsu Asia Talent Cup esprimono le “più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici e alle persone care a Munandar”. La tappa di Sepang è l’ultima del campionato. Munandar con 142 punti era terzo nella classifica a 27 lunghezze dal primo e quindi in lotta per il titolo.

https://www.gazzetta.it/Moto/02-11-2019/sepang-morto-giovane-pilota-talent-cup-afidza-munandar-350759240526.shtml