spacer

******Sport vari******

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, il_colonnello, sirius

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 09, 2020 19:21


MotoGp Brno: Binder e Ktm, primo urrà. Ottimo 2° Morbidelli; 5° Rossi

Il GP degli outsider. O delle prime volte. A Brno si impone il sudafricano Brad Binder, rookie della categoria, che regala a sé e alla Ktm il primo successo in top class. Ottimo 2° Franco Morbidelli, a lungo protagonista della gara con la Yamaha Petronas e bravo ad aver conquistato il suo primo podio in MotoGP. Per il poleman Johann Zarco un terzo posto - con la Ducati 2019 del team Avintia - che conferma l'exploit della pole. Per la Casa austriaca un successo altisonante, che forse va oltre il vantaggio di aver provato su questa pista di recente e che rafforza le sue quotazioni. Brillanti in prova, le RC16 di Mattighofen sono emerse alla distanza, recuperando su Morbidelli, in testa alla gara dalla prima curva fino al 13. giro, con un mix di velocità e gestione dei pneumatici.

OK ROSSI — Una gara considerata di sopravvivenza, per la tenuta delle gomme alla distanza - soprattutto la posteriore -, si è risolta con un risultato a sorpresa che rende comunque merito ai protagonisti. Quarto Alex Rins, che si risolleva dall'infortunio alla spalla con la Suzuki - quattro Case differenti ai primi quattro posti -, e 5° un Valentino Rossi che è risalito da decimo in griglia con una buona prestazione. Non sfavillante come quella del podio del GP di Andalusia, ma molto valida: con una qualifica meno penalizzante il podio poteva essere alla sua portata. Da rilevare che il suo compagno Maverick Vinales chiude solo 14°, in grossa crisi, e che anche il leader del mondiale, Fabio Quartararo, con la M1 della Petronas, gli finisce alle spalle: 7°.

DUCATI IN CRISI — Il 6° posto di Miguel Oliveira(Tech3) conferma il gran momento su questa pista della Ktm, che perde Pol Espargaro - in gran ritmo e pronto per il podio - per un contatto con Zarco: francese punito con un long lap penalty fortemente contestato dalla Ducati. A Borgo Panigale però possono solo leccarsi le ferite: ok il podio di Zarco con la GP19, ma gli ufficiali non sono andati oltre l'11° posto di Andrea Dovizioso, davvero in ombra, e il 12° di Danilo Petrucci. Per l'Aprilia, dopo il 4° posto in griglia ecco il 10° di Aleix Espargaro dopo un buon avvio, mentre la Honda arranca: la migliore è quella di Nakagami (team Lcr), 8°, mentre la coppia Hrc totalizza solo un 15° con Alex Marquez e un 18° (ultimo) con il sostituto di Marc Marquez, Stefan Bradl.

MONDIALE APERTO — Al di là del verdetto di questa gara, corsa in condizioni di asfalto particolari, Fabio Quartararo resta solido leader (ha 17 punti di margine su Vinales e 28 su Dovizioso e Morbidelli) di un mondiale abbastanza aperto, in cui a rotazione si stanno affacciando anche altri protagonisti. Quello della Ktm, seconda nella classifica costruttori alle spalle della Yamaha non pare un fuoco di paglia: dal prossimo GP, sull'amica pista di Zeltweg, si attendono conferme.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/09-08-2020/motogp-brno-binder-ktm-primo-successo-ottimo-2-morbidelli-5-rossi-3801033269640.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:35


Clamoroso in MotoGP: Dovizioso dice addio alla Ducati!

Andrea Dovizioso ha comunicato alla Ducati che il prossimo anno non sarà un loro pilota, mettendo fine a una querelle sul rinnovo del contratto che si protraeva da diversi mesi.

Un’accelerazione improvvisa e per certi imprevista, ma non imprevedibile, con il tre volte vice campione del mondo che nella serata di ieri ha deciso di prendere il comando della situazione senza aspettare quella deadline che da diverse settimane a Borgo Panigale avevano imposto: aspettiamo le due gare in Austria e poi decidiamo cosa fare. Invece, alla fine a decidere è stato Andrea, il solo dei piloti a cui la Ducati non aveva fatto una vera offerta per il prossimo biennio, dopo avere ufficializzato durante il lockdown Jack Miller al posto di Danilo Petrucci, e avere finalizzato tra il secondo GP di Jerez e quello di Brno il contratto di Pecco Bagnaia, al quale erano state prospettate due ipotesi, restare ancora un anno con la Pramac oppure essere promosso subito nel team ufficiale al posto di Dovizioso. Posto che però potrebbe essere anche occupato da Jorge Lorenzo, che con la Ducati avrebbe raggiunto un preaccordo da 750mila euro (stessa cifra prospettata a Bagnaia) per il 2021 per tornare a distanza di due anni.

HA DECISO ANDREA — “Chi decide? Verrò smentito perché viene sempre detto quello che conviene dire, ma alla fine comanda Gigi (Dal’Igna, il Direttore Generale; n.d.r.)” aveva risposto ridendo Dovizioso ieri a una domanda, dopo che durante la giornata il team manager Davide Tardozzi aveva ribadito la deadline della Ducati. Invece alla fine ha deciso Andrea, che fedele alla nuova scritta sul posteriore della tuta, quell’“Undaunted”, imperturbabile, che aveva preso il posto di DesmoDovi, ha preso in mano le proprie sorti. E così ieri mattina Simone Battistella, manager del pilota, ha comunicato l’addio a Paolo Ciabatti, team manager della rossa. Ciao ciao Ducati, dopo 8 stagioni che finora gli hanno regalato tre secondi posti consecutivi alle spalle del mostro Marc Marquez con 13 vittorie (14 in totale in classe regina), che ne fanno il secondo miglior pilota della storia della Ducati, alle spalle solo di Casey Stoner.

FRIZIONE INSANABILE — Ma ormai da oltre un anno, dopo un fortissimo litigio davanti a tutti i tecnici alla vigilia di Brno, tra Dall’Igna e Dovizioso si era creata una frattura alla lunga diventata larga come un canyon, complici due caratteri molto forti e orgogliosi. La crisi mondiale scatenata dal Covid-19 ha poi contribuito a un accelerazione importante della crisi, con la Ducati che nell’ipotesi di una futura trattativa aveva chiuso molto i cordoni della borsa, scendendo da un ingaggio attuale che si avvicina ai 6 milioni, a una cifra di circa 2,5 milioni. Ma al di là del tema economico — aspetto comunque non secondario visti i precedenti —, è stata propria la sensazione sempre più forte di essere diventato un elemento scomodo, tra l’ennesimo innamoramento di Lorenzo, l’idea Bagnaia e persino la suggestione di Zarco, che alla fine ha fatto decidere Dovi di dire basta. Del resto, anche i sorrisi tirati con i quali era stato accolto il suo 3° posto di Jerez, su una pista dove in passato non aveva mai raccolto grosse soddisfazioni, gli avevano fatto capire come ormai fosse il tempo di abbassare il sipario su quella che è stata comunque una gran bella storia.

ADDIO ALLA MOTOGP? — In un momento caldissimo della stagione, con Dovi che tra domani e domenica prossima ha una grandissima possibilità di tornare a fare la voce grossa in campionato, diventa inevitabile chiedersi che cosa riserverà il futuro a Dovizioso. Fermarsi per sempre, per un solo anno, o cercare una nuova sistemazione che però in questo momento appare parecchio complicata, visto che il solo posto libero — in attesa della decisione del Tas sul caso doping di Andrea Iannone — è quello dell’Aprilia. Sempre che, dopo averci parlato anche abbastanza seriamente negli scorsi mesi, la Ktm non decida di investire, oltre che su Petrucci, anche su Dovizioso, sacrificando la pedina debole Iker Lecuona. Perché, e lo diciamo senza paura di venire smentiti, un Mondiale senza questo Dovizioso, ancora molto competitivo e affamato, sarebbe una vera assurdità.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/15-08-2020/clamoroso-dovizioso-dice-addio-ducati-motogp-2021-3801181565900.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:36


Moto3, pole bis di Fernandez, Vietti parte 5°. Moto2, comanda Gardner, 4° Bastianini, 10° Marini

Dopo le quattro consecutive di Tatsuki Suzuki, è arrivato il turno di Raul Fernandez, che per la seconda gara di fila conquista la pole position della gara della Moto3 (domani alle 11 il via), in una prima fila completata dal leader del campionato, lo spagnolo Albert Arenas e dall’inglese John McPhee. Miglior italiano Celestino Vietti, 5° alle spalle di Jaume Masia e davanti a Suzuki. Ottavo tempo per Tony Arbolino davanti a un sorprendente Riccardo Rossi, alla miglior qualifica di sempre. Solo 11° Dennis Foggia, vincitore una settimana fa in Repubblica Ceca, davanti ad Andrea Migno, con anche Niccolò Antonelli, 15°, nei 18 che hanno effettuato la Q2.

MOTO2 — In Moto2 a portarsi a casa l’orologio destinato al poleman è stato invece il figlio d’arte Remy Gardner, che ha preceduto l’ormai sempre più convincente Jorge Martin e il tedesco Marcel Schrötter. Apre la seconda fila Enea Bastianini, vincitore delle ultime due gare e leader del campionato, con Luca Marini 8° e Marco Bezzecchi 10° a completare la top ten.

https://www.gazzetta.it/Moto/15-08-2020/moto3-pole-bis-fernandez-vietti-parte-5-3801185680315.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:37


GP Austria, pole di Viñales su Miller e Quartararo. Dovizioso 4°, Rossi 12°

Maverick Viñales (Yamaha) ha conquistato la pole position del GP d’Austria, precedendo con un tempo di 1’23”450 per 68 millesimi la Ducati di Jack Miller e l’altra Yamaha del leader del campionato Fabio Quartararo. Quarto posto, al termine di una qualifica tiratissima, Andrea Dovizioso con la Ducati, davanti al padrone di casa Pol Espargaro con la KTM e Joan Mir con la migliore delle Suzuki. Terza fila per Franco Morbidelli, solo 12° Valentino Rossi, che essendo stato promosso dalla Q1 ha potuto utilizzare solamente una gomma morbida.

CHE LOTTA IN Q1 — Fuori per un niente dalla combinata dei tempi delle tre sessioni di prove libere, in Q1 Johann Zarco (1’23”865) e Valentino Rossi si sono guadagnati il passaggio alla lotta per la pole position, con Danilo Petrucci 3° di un niente e infuriato con Aleix Espargaro (poi 4°) per averlo ostacolato con la sua Aprilia durante un giro veloce: al ritorno in pit lane, per lo spagnolo un bel dito medio da parte di Petrux. Quinto Cal Crutchlow, ancora in difficoltà con la Honda, davanti alle KTM di Iker Lecuona e Brad Binder, che dopo la gloria di una settimana fa a brno sta vivendo un fine settimana complicatissimo. Chiudono la griglia Alex Marquez e Stefan Bradl, ultimo Bradley Smith con l’Aprilia.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/15-08-2020/motogp-pole-vinales-miller-quartararo-dovizioso-4-3801186089857.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:37


Moto3 allo Spielberg vince Arenas e allunga nel mondiale; 6° Vietti

È Albert Arenas a conquistare il GP d'Austria della Moto3, quinta prova del mondiale 2020 delle piccole. Sulla pista del Red Bull Ring lo spagnolo con la Ktm del team Angel Nieto si impone in volata davanti al connazionale Jaume Masia (Honda Leopard) mentre alle loro spalle la classifica cambia dopo il traguardo. Decisiva l'analisi del track limit, il superamento dei limiti di pista, infatti, per consegnare il terzo gradino del podio a John McPhee (Honda Petronas), per le retrocessioni di Ai Ogura (4.), Darryn Binder (5.) e Celestino Vietti che perdono una posizione. Per l'italiano della VR46 alla fine un 6° posto dopo una gara orgogliosa e combattuta sempre nel gruppo di vertice. Nei dieci anche: 7. Tony Arbolino, 8. Deniz Oncu, 9. Raul Fernandez e 10. Tatsuki Suzuki.

LA GARA — Al via, regolare, scatto di Arenas, su Fernandez, mentre Vietti e Arbolino si piazzano nelle prime posizioni insieme a McPhee, Oncu, Masia e Binder. Gruppo serrato, tanti sorpassi, ma nessuno che riesca a scavare il solco. Vietti e Binder lottano a suon di carenate, mentre a 10 giri dal termine i primi cinque sono Arenas, Oncu, Binder, Ogura e Masia, con Vietti nel serpentone compatto che comprende anche Arbolino, 10° a 1". Negli ultimi 5 giri Masia si mette a dettare il ritmo, Vietti arretra e Arbolino risale. La schermaglie entrano nel vivo nell'ultimo giro, con Masia e Arenas a lottare per il successo e Vietti in lotta per il podio. Fino a quei passaggi sul verde extra cordolo e la volata finale. Che premia Arenas, davanti a Masia, Ogura, Binder e Vietti. La retrocessione di questi tre porta però sul podio McPhee, che ora nel mondiale è il primo inseguitore del fuggitivo Arenas, a +28 in classifica.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/16-08-2020/moto3-austria-vince-arenas-allunga-mondiale-6-vietti-3801202357392.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:38


Moto2, Martin dopo la paura, ma Marini è 2° e va in testa al mondiale

Jorge Martin vince e Luca Marini brinda. Nella gara della Moto2 in Austria, accorciata dopo la bandera rossa che ha interrotto la prima corsa per il terribile incidente che ha coinvolto Bastianini, Pons e Syahrin, vince lo spagnolo del team Ajo, ma il fratello di Valentino Rossi con i 20 punti del 2° posto si porta in testa al mondiale. Lo zero di Bastianini, compatta la classifica al vertice, con Marini leader a +5 su Enea e +19 su Martin e Lowes.

IL VIA E LA PAURA - Ottimo scatto al primo via di Jorge Martin che va al comando su Schrotter, mentre Marini e Bastianini lottano con Gardner per il 3. posto. Il gruppo si sfilaccia, e all'inizio del 4. giro ecco la grande paura, con l'incidente innescato dalla scivolata di Bastianini: bandiera rossa per soccorrere Hafizh Shyarin, decollato sulla moto del riminese e poi ripartenza della corsa - dopo aver pulito la pista - sulla distanza di 13 giri e con questa griglia, definita in base alla classifica del 3. giro: 1. Martin; 2. Schrotter; 3. Marini; 4. Bezzecchi; 5. Gardner; 6. Canet; 7. Lowes; 8. Roberts; 9. Luthi e 10. Fernandez.

LA GARA SPRINT - Al secondo via Jorge Martin replica la partenza-fionda, ma è tallonato da Marini. Bezzecchi, in gran ritmo prima della bandiera rossa, compie due dritti che lo rallentano e così alle spalle del duo di testa si incolonnano Gardner, Schrotter, Canet e Lowes. Cadono con identiche modalità Nagashima e Gardner, mentre progressivamente Martin allunga e va vincere, prima volta in Moto2, su Marini e Marcel Schrotter che chiudono il podio. 6. posto per Marco Bezzecchi alle spalle di Sam Lowes e Xavi Vierge.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/16-08-2020/moto2-austria-vince-martin-ma-marini-2-leader-mondiale-3801202357739.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » lun ago 17, 2020 15:40


Dovizioso, risposta mondiale: vince e riapre i giochi. 5° Vale

La roccaforte Ducati resta in piedi: Dovizioso conquista il GP di Austria dove la rossa vince da cinque anni di fila, mandando un messaggio. Duplice. Per il mondiale e per il team che, con una melina inaccettabile su tempi e modalità del suo rinnovo di contratto lo ha messo nelle condizioni di dire basta, decidendo di uscire dalla trattativa prima di quei 5 GP definiti necessari per valutare la situazione, e dirgli addio a fine stagione.

DOPO LA PAURA - Grande dimostrazione di carattere per il Dovi, che in una gara interrotta da una bandiera rossa per un terrificante incidente fra Zarco e Morbidelli, con Rossi e Vinales sfiorati dalle moto e miracolati, fornisce una dimostrazione di grande livello. Nell'incidente di gara-1 evidenti le colpe del francese che nel chiudere verso Morbidelli lo tocca innescando una carambola pazzesca, con i due piloti sbalzati dal sellino e le moto che, come proiettili impazziti, rimbalzano in pista passando vicinissime a Vinales e soprattutto a Rossi, davvero più che graziati. Il forlivese dopo la ripartenza, su 20 giri, si impone sull'ottima Suzuki del brillante Mir, al primo podio in MotoGP, e su Jack Miller, superato proprio nel finale e a podio con la Desmosedici del team Pramac.

RISALITA MICIDIALE - Dopo la sfuriata di Miller al via, Dovizioso ha ricucito le distanze con progressione e una volta presa la vetta della corsa non ha più mollato lo scettro. Alle sue spalle Miller gli ha fatto un po' da argine su Mir, la cui Suzuki marciava come un orologio. Se non fosse caduto, infatti, un attimo dopo averlo superato, forse Alex Rins avrebbe scompaginato i piani di gloria di Dovizioso. Lo spagnolo però, comunque gagliardo considerando la spalla dolorante, è scivolato all'11. giro facendo evaporare le chance. Sue e dela Suzuki.

KTM AI PIEDI DEL PODIO - Ai piedi del podio ecco Brad Binder, 4°, che salva l'onore di una Ktm da cui si attendeva di più. La Casa di Mattighofen sulla sua pista ha dovuto incassare lo scontro fratricida fra Pol Espargaro, a lungo nelle posizioni nobili, e Miguel Oliveira, con modalità simili a quelle viste fra lo spagnolo e Zarco a Brno. Un pagina che i vertici del team avrebbero di certo evitato.

YAMAHA AZZOPPATA - La Yamaha si aggrappa a Valentino Rossi, davvero miracolato nell'incidente Morbidelli-Zarco di gara-1 e 5° con una progressione finale. Sulla prova di Valentino pesa però, ancora una volta la qualifica: partire dal 12. posto in griglia è una zavorra pesante. Gara opaca per Fabio Quartararo, che resta leader del mondiale per 11 punti su Dovizioso: il francese della Yamaha Petronas sbaglia (un dritto) in gara-1 e non svetta nella seconda. Il suo piazzamento, ottavo alle spalle di Nakagami, 6° con la prima Honda al traguardo, e Petrucci, 7°, deve far riflettere sulla sua capacità di guidare sopra i problemi. Terreno su cui non brilla nemmeno Maverick Vinales, partito dalla pole con la voglia di spaccare il mondo e incappato in un'altra gara anonima. L'ennesima.

DOVIZIOSO IN ORBITA - Problemi che non sfiorano Dovizioso, enorme vincitore di giornata, per un successo che va oltre i 25 punti e il rilancio nel mondiale: i campioni parlano con i fatti e il forlivese lo ha fatto nel migliore dei modi. A dispetto del trattamento ricevuto e a conferma di quante potenzialità possa avere il suo binomio con la Ducati. La chiave sarà solo reggere così fino a Portimao: non facile, ma i sogni si alimentano con gare e prestazioni di questo livello. Possibili se si resta uniti e si crede in professionisti del calibro di (Desmo)Dovi. Chapeau!

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/16-08-2020/motogp-austria-dovizioso-vince-riapre-giochi-5-rossi-3801202357991.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 23, 2020 16:11


Moto3, follia Masia: gira senza carena e allaga la pista d’olio, squalificato. Pole Rodrigo. Moto2: ok Canet

Sarà Gabriel Rodrigo a partire in pole nel GP di Stiria della Moto3 sulla pista del Red Bull Ring. Lo spagnolo del team Gresini con il tempo di 1.36.470 precede Raul Fernandez (+0.012) e Tatsuki Suzuki (+0.064) a completare la prima fila. A seguire, 4. Tony Arbolino (+0.105), 5. Celestino Vietti (+0.175), 6. John McPhee (+0.342), 7. Dennis Foggia (+0.495), 8. Ai Ogura (+0.559), 9. Albert Arenas (+0.602) e 10. Darryn Binder (+0.669).

FOLLIA MASIA - Sessione partita con alcuni minuti di ritardo per pulire la pista dopo che Jaume Masia, scivolato con la sua Honda Leopard nella Q1, ha creato il caos. Nella caduta lo spagnolo danneggia la moto, ma, aiutato dai commissari, riparte senza carena e guanti, spargendo olio in pista. Fatale per Andrea Migno e Davide Pizzoli, scivolati per fortuna senza conseguenze. Pista allagata, sessione sospesa, addetti alle pulizie in azione per rimuovere l'olio dall'asfalto e Masia punito con l'esclusione dalla partecipazione alla Q2 per 'condotta irresponsabile'.

In Moto2 la pole va ad Aron Canet con la Speed Up del team Aspar.. Con il tempo di 1:28.787 lo spagnolo conquista la sue prima pole nella classe di mezzo, precedendo Jorge Martin (+0.118) e Tetsuta Nagashima (+0.370). Completano la top-10: 4. Augusto Fernandez, 5. Marco Bezzecchi (+0.390), 6. Remy Gardner, 7. Thomas Luthi, 8. Hector Garzo, 9. Jorge Navarro e 10. Nicolò Bulega (+0.473). Attardati gli italiani che si giocano il mondiale: il leader della classifica, Luca Marini, è 12. mentre Enea Bastianini addirittura 15.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/22-08-2020/stiria-moto3-pole-rodrigo-follia-masia-moto2-3801353408553.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 23, 2020 16:12


Pole di Espargaro, Zarco stupisce. Dovi 9°, Rossi cade in Q1 e parte 14°

La lepre in Stiria è Pol Espargaro. È infatti lo spagnolo della Ktm a conquistare la pole del GP di Stiria sulla pista austriaca del Red Bull Ring. Con il tempo di 1.23.580 Pol centra la sua prima pole in MotoGP e precede il giapponese Takaaki Nakagami (Honda Lcr), staccato di 22 millesimi, e un fantastico Johann Zarco. Il francese della Ducati Avintia, reduce dall'operazione allo scafoide, segna il 3° tempo (+0.052) dopo essere stato il migliore della Q1, ma partirà dalla pit lane per la sanzione inflitta per l'incidente nel GP d'Austria. La sua prestazione resta comunque sorprendente.

DOVI IN TERZA FILA - Alle spalle di Zarco ecco la Suzuki di Mir, la Ducati Pramac di Miller e la Yamaha di Vinales, mentre per trovare Andrea Dovizioso bisogna scendere alla terza fila: il forlivese segna il 9° tempo (ma scatterà 8° per la penalizzazione di Zarco), alle spalle anche di Rins (Suzuki) e Oliveira (Ktm Tech 3). Dietro Dovi ecco Quartararo, Morbidelli e Petrucci.

VALE CADE - Attardato Valentino Rossi: il pesarese scatterà 14° dopo essere caduto alla curva 9 in Q1 mentre stava facendo segnare un tempo con cui molto probabilmente avrebbe potuto accedere alla Q2. Per lui, adesso, si prospetta un'altra gara di rincorsa e molto dura. Qualche apprensione per Jack Miller, che non ha girato nelle Libere4 per un dolore alla spalla che sarà esaminata in ospedale con una risonanza magnetica.

LA Q1 - Passati dal taglio della Q1, Johann Zarco, come detto, in 1.23.609 e Danilo Petrucci (+0.163); respinti Lecuona (Ktm Tech 3) e Brad Binder (Ktm), che hanno preceduto Rossi (+0.518), scivolato nelle fasi calde della sessione.

LE LIBERE4 - Nelle Libere4, non rilevanti per la qualifica, ma indicativi per il passo gara, miglior tempo Nakagami (1.24.450) davanti a Mir (+0.010), Pol Espargaro (+0.073), Rins (+0.201) e Quartararo (+0.201), con Dovizioso 9. e Rossi 13.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/22-08-2020/motogp-stiria-pole-espargaro-dovizioso-9-rossi-cade-q1-14-3801353408835.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 23, 2020 16:12


Moto3, la fantastica prima volta di Vietti: che successo al Red Bull Ring

Sboccia Celestino Vietti. Il pilota della VR46, infatti si impone nella Moto3 del GP di Stiria, al Red Bull Ring, dopo una gara di intelligenza e velocità, in cui ha atteso con saggezza il momento buono per risalire e affondare il colpo contro Tony Arbolino, 2° al traguardo, dopo un serrato duello. Terzo il giapponese Ai Ogura, mentre il leader del mondiale, Albert Arenas, è 5° alle spalle di Gabriel Rodrigo. A punti pure Stefano Nepa, 9°, dopo Darryn Binder, Tatsuki Suzuki e Raul Fernandez.

IL GIORNO PIÙ BELLO - Grande la gioia di Vietti dopo il successo: "Sono molto emozionato, è stata una gara molto difficile dopo aver iniziato nelle retrovie - le prima parole -. Recuperare non è stato facile, ma negli ultimi giri ho cercato di portarmi davanti e con Tony, che staccava forte, non è stato facile: è il giorno migliore della mia vita, ringrazio famiglia e squadra".

LA GARA - Al via scatta bene Rodrigo, che passa in testa alla prima curva prima di essere superato da Arbolino che allunga davanti allo spagnolo, Fernandez e Suzuki. Con Arenas in mezzo al gruppo e Binder che si fa largo a spallate, a un terzo di gara si forma il consueto serpentone. Al 9. giro la bagarre si accende, Arbolino scivola al 5° posto salvo riprendersi la vetta e Vietti si affaccia nelle prime posizioni. A 5 giri dalla fine collisione a fine rettilineo fra Oncu, che perde il controllo della moto e centra il compagno Sasaki in staccata: ruzzolone per entrambi, con il turco portato al centro medico, ma cosciente. Gli ultimi 2 giri sono un duello fra Vietti e Arbolino, mentre scivola McPhee. Nel finale il pilota della Ktm VR46 prende del margine, con Arbolino che cerca la scia senza però trovare lo spunto per cercare l'attacco. Un tentativo di Tony alla penultima curva non va a segno e Vietti può sollevare il suo primo trofeo da vincitore.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/23-08-2020/moto3-prima-volta-vietti-che-successo-red-bull-ring-3801375746999.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 23, 2020 16:14


Moto2, Bezzecchi vince con il batticuore: Martin punito dopo il traguardo

Una vittoria a scoppio ritardato. E con il batticuore. Marco Bezzecchi si impone nel GP di Stiria della Moto2 al Red Bull Ring - suo primo successo nella categoria -, dopo che Jorge Martin, primo al traguardo, viene retrocesso di una posizione per aver oltrepassato i limiti della pista.

In testa dal via, Martin ha dettato il passo e resistito su un Marco Bezzecchi che è risalito alla grande con una progressione imperiosa da metà gara in poi, per poi tagliare il traguardo con 60 millesimi sull'italiano della Sky Racing Team VR46. Il tempo di visionare le immagini ed ecco la pizzicata sul verde - come la settimana scorsa - che gli costa la penalità e il successo.

Terzo Remy Gardner davanti a Nagashima, Luthi, Vierge e Luca Marini. Il fratello di Valentino Rossi resta leader del mondiale e ringrazia il successo del compagno: ora è in testa con 8 punti di vantaggio su Martin ed Enea Bastianini. Il pilota dell'Italtrans chiude 10° dopo una gara in ombra: involuzione netta rispetto alla doppietta Andalusia-Brno che lo aveva portato in vetta al mondiale.

COMMOZIONE - Felice Marco Bezzzecchi: "Alla fine gli ho messo pressione ed arrivagli dietro di così poco un po' mi ha dato fastidio. Ho notato che era passato sul verde e mi sono detto 'chissà', poi al parco chiuso mi hanno detto che ero primo: gioia indescrivibile. Ho pianto e non trovo le parole: posso solo ringraziare la famiglia, il team e Valentino per questo"

LA GARA - Al via Martin brucia Canet con Nagashima accodato, ma al 2° giro i due piloti del team Ajo restano soli per la caduta del pilota della Speed Up, che si sdraia. 3° giro e vanno a terra in tre, con Lowes che centra Chantra e Navarro alla curva 3 beccandosi la bandiera nera per 'guida irresponsabile'. A un terzo di gara Martin guida su Nagashima e Gardner, con Bezzecchi in grande rimonta con un bel passo e Marini 6°. Nasashima viene superato da Gardner e Bezzecchi che ingaggiano un bellissimo duello, vinto dall'italiano che, secondo, cerca la rimonta su Martin. Il suo ritmo è eccezionale, il gap dallo spagnolo scende - da 2" a 1"7, 1"3, 1"1, 0"9, 0"6, 0"4 -, fino al duello ravvicinato degli ultimi due giri. Martin tiene bene sul dritto, Bezzecchi incalza e chiude in scia, a soli 60 millesimi di distacco. Non c'è amaro in bocca: pochi istanti e la penalizzazione di Martin gli regalerà il primo successo in Moto2.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-2/23-08-2020/moto2-bezzecchi-vince-il-batticuore-martin-punito-il-traguardo-3801377202048.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom ago 23, 2020 16:15


Oliveira trionfa dopo un finale mozzafiato, Dovizioso (5°) è a -3 dalla vetta

Anniversario con paura. Miguel Oliveira vince il GP di Stiria di MotoGP dopo il grande spavento per l'incidente di Maverick Vinales che obbliga alla sospensione della gara con bandiera rossa e a un GP in due atti. A 12 giri dalla fine di gara-1 lo spagnolo si lancia dalla sua Yamaha, senza freni, alla staccata della curva-1 lasciando tutti senza fiato e rimescolando le carte. Fino a quel punto Mir stava dominando con la Suzuki, ma alla ripartenza i valori si sovvertono ed emerge Oliveira, che si impone in un finale mozzafiato. Nelle ultime curve, infatti, il duello per il successo vede Jack Miller davanti attaccato da Pol Espargaro: lo spagnolo entra, l'autraliano resiste, i due vanno larghi (e sul verde) e nello spiraglio si infila inesorabilmente il portoghese della Ktm Tech3. A seguire ecco Mir, il più deluso con la Suzuki, poi 5. Andrea Dovizioso, 6. Alex Rins, 7. Takaaki Nakagami, 8. Brad Binder e 9. Valentino Rossi.

LA KTM C'È - Oliveira vince così il GP numero 900 della storia della top class cogliendo il suo primo successo nella categoria: presto per sapere se il portoghese potrà meritarsi di sedere al fianco dei grandi del passato che hanno suggellato le precedenti pietre miliari del motomondiale – si va da Mike Hailwood (100° GP) e Giacomo Agostini (200°) fino a Mick Doohan (500°) e Jorge Lorenzo (700° e 800°) -, ma intanto si gode il suo momento portando in orbita la Ktm. La Casa austriaca, al secondo successo stagionale, è una certezza: il doppio podio lo certifica e anche se la classifica non premia ancora i suoi piloti . quello messo meglio è Binder, a -21 dalla vetta -, il suo livello è ormai altissimo e consolidato.

LA GARA - Il successo di Mir in gara -1 pareva certo dopo che al momento dell'incidente di Vinales stava dettando l'andatura su Nakagami, Miller, Pol Espargaro, Rins, Binder, Oliveira, Dovizioso, Lecuona e Quartararo, come da griglia per il secondo via, con cambi di gomma e Zarco che riparte dalla griglia. Al secondo spegnimento dei semafori Miller, con doppia gomma soft, detta l'andatura su Mir e le Ktm di Pol Espargaro e Oliveira che iniziano a risalire con forza. Nel finale il duello è fra Miller, pure dolorante alla spalla, e Pol Espargaro, fino all'attacco conclusivo e al fotofinish che premia Oliveira, bravo e scaltro.

DOVI E VALE - Quarto posto per Joan Mir, che raccoglie meno di quanto seminato, soprattutto in gara-1, davanti a Dovizioso. Il forlivese della Ducati, in crisi in gara-1, recupera fino a un 5° posto che lo soddisfa in parte: avvicina Fabio Quartararo, solo 13°, nel mondiale, solo 3 punti, ma ci si aspettava che potesse salutare l'Austria da leader iridato. Soprattutto perché la Yamaha è andata davvero a picco: al di là dell'increscioso problema ai freni che ha fatto venire i capelli bianchi a Vinales, le M1 non sono mai apparse competitive con il 9° posto di Valentino Rossi come miglior piazzamento. Davvero poco.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/23-08-2020/stiria-vince-oliveira-la-paura-5-dovizioso-1-vetta-3801377202308.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 13, 2020 17:15


Moto3, a Misano prima pole di Ogura. Moto2: ok Lowes, ma ride Gardner

Tanto Giappone in prima fila a Misano per la Moto3. La pole delle piccole del GP di San Marino va infatti ad Ai Ogura (Honda team Asia) che con il tempo di 1'42"403 centra la sua prima partenza al palo in carriera, precedendo Gabriel Rodrigo (Honda Gresini), 2° a 0.016, e l'altro giapponese, Tatsuki Suzuki (Honda Sic58), 3° a 0.031. In Moto2 la migliore prestazione è di Sam Lowes, ma davanti a tutti scatterà Remy Gardner per la penalizzazione del britannico del team Vds, sanzionato con la partenza dalla pit lane per l'incidente innescato in Stiria. Dopo Garner ecco Luca Marini e poi Marco Bezzecchi.

MOTO3 - Dopo il trio Ogura-Rodrigo-Suzuki, il primo degli italiani in Moto3 è Andrea Migno, 4° a 0.042 davanti a Romano Fenati, passato dalla Q1 insieme a Tony Arbolino, Alonso Lopez e Riccardo Rossi. Competano la top-10: 6° Raul Fernandez a 0.253, 7° Celestino Vietti a 0.378, 8° Jeremy Alcoba a 0.405, 9° Tony Arbolino a 0.462 e 10° Filip Salac a 0.505. Il leader del mondiale, Albert Arenas, è 13°, mentre Riccardo Rossi è 12°, Dennis Foggia 15°, Stefano Nepa 16° e Niccolò Antonelli 20°.

MOTO2 - In Moto2 il primato, per le statistiche, va dunque a Sam Lowes, che segna il tempo di 1'36"170, ma la prima fila sarà composta da Remy Gardner (Kalex Sag Team) a precedere i due compagni del team VR46, con Luca Marini 2° (+0.326) e Marco Bezzecchi 3° (+0.371) e pure scivolato nel finale alla curva 16. Alle loro spalle, ad aprire la seconda fila, ecco Enea Bastianini (Kalex Italtrans) a 0"444, poi Vierge e Schrotter. A seguire: Augusto Fernandez, Tetsuta Nagashima e Fabio Di Giannatonio che completano la terza fila. Con Jorge Martin - 2° nel mondiale alla pari di Bastianini a 8 punti dal leader Marini -, fuori gara per la positività al Covid, per i colori italiani c'è la grossa occasione di allungare in classifica.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/12-09-2020/moto3-misano-prima-pole-ogura-suzuki-3-3801897304757.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 13, 2020 17:17


Vinales in pole a Misano; 2° Morbidelli, 4° Rossi, 9° Dovizioso

L'urlo del sabato a Misano è di Maverick Vinales: la pole nel GP di San Marino è sua. La qualifica è nel segno della Yamaha, che occupa le prime quattro caselle della griglia. Lo spagnolo stacca il tempo di 1:31.411, precedendo Franco Morbidelli, secondo con la M1 della Petronas a 0.312, e il leader del mondiale, Fabio Quartararo, 3° a 0.380. A chiudere il quartetto Valentino Rossi: il pesarese, 4° a 0.466, dopo aver chiuso in testa le Libere3, all'inizio delle quali ha svelato il suo nuovo casco, ha commesso una sbavatura nel finale che gli ha fatto perdere l'ultimo assalto al tempo.

NEI DIECI - Completano i dieci: 5. Jack Miller (Ducati Pramac) a +0.641 che precede il compagno Francesco Bagnaia, ottimo 6° al rientro (+0.643); 7° Alex Rins (Suzuki) a 0.679; 8° Joan Mir (Suzuki) a 0.691; 9° Andrea Dovizioso (Ducati) a 0.773 e 10° Johann Zarco (Ducati Avintia) a o.807. Danilo Petrucci con l'altra Ducati ufficiale è 15°.

LA Q1 - Il taglio della Q1 era stato passato dalle Ktm di Pol Espargaro (1'32"064), poi scivolato in Q2, e Miguel Oliveira (Tech 3), mentre non ce l'hanno fatta Aleix Espargaro (Aprilia) e Takaaki Nakagami (Honda Lcr), che scatteranno, rispettivamente, 13° e 14°.

LIBERE4 - Nelle Libere4, non funzionali alla griglia, ma indicative per il passo gara, miglior tempo per Quartararo in 1:32.404, davanti a Viñales (+0.127), Bagnaia (+0.358), Pol Espargaro (+0.374) e Rins (+0.421), con Rossi 8° a 0.612 e Dovizioso 9° a 0.619.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-GP/12-09-2020/motogp-vinales-pole-misano-2-morbidelli-4-rossi-9-dovizioso-3801897305033.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: ******Sport vari******

Messaggioda Miky88 » dom set 13, 2020 17:18


A Misano Arenas cade, campionato riaperto. Trionfa McPhee, Suzuki 3° si rilancia

Successo di John McPhee nella Moto3 a Misano, in una gara che riapre i giochi del campionato per la caduta del leader del mondiale, Albert Arenas. Il GP di San Marino delle piccole va dunque al britannico della Honda Petronas, bravo a risalire dal 17° posto in griglia, che in volata precede due giapponesi: 2° Ai Ogura (Team Asia) e 3° Tatsuki Suzuki, con la Honda del team Sic58.

GLI ITALIANI - Il primo degli italiani è Tony Arbolino, 6° dopo un avvio che pareva più promettente, con Romano Fenati (8°), Dennis Foggia (9°) e Andrea Migno (10°) nei dieci; caduto invece al primo giro Vietti. Nel mondiale Arenas resta leader, ma ora ha solo 5 punti di vantaggio su Ogura (106 a 101) con McPhee a 14 lunghezze e Suzuki a -31 in piena lotta.

LA GARA - Al via grande scatto di Suzuki, che ha un bel guizzo nella esse in un primo giro in cui cadono Celestino Vietti, Raul Fernandez e Sergio Garcia per un'entrata scomposta di quest'ultimo. Davanti lo lotta coinvolge, Rodrigo, Suzuki, Arbolino e Ogura, con Binder e i due piloti Leopard, Foggia e Masia, che si fanno largo progressivamente. A metà gara Rodrigo, Binder Masia e Foggia prendono un po' di abbrivio in un gruppo sempre compatto, con i primi otto in meno di 1". Al 15. giro il pimpante Binder cade per un high side, con la sua moto che sfiora pericolosamente quella di Foggia e al penultimo giro scivola Arenas, aprendo nuovi scenari iridati. Nell'ultimo giro la lotta è serrata: McPhee trova il guizzo giusto, Ogura si accoda e Suzuki fa grandi numeri in sorpasso con cui artiglia il podio. Alle loro spalle, 4° Alcoba e 5° Rodrigo, che ha forse raccolto meno di quanto seminato.

https://www.gazzetta.it/Moto/moto-3/13-09-2020/moto3-misano-trionfa-mcphee-suzuki-3-si-rilancia-mondiale-3801923313059.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

PrecedenteProssimo

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti