spacer
     

Sud America: tutto quello che c'è da sapere

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: sirius, Pino

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » ven gen 21, 2022 17:44


Tra due settimane faccio un piccolo recap dei movimenti
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 37450
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
Località: Bari 080
Highscores: 2

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda Miky88 » ven gen 28, 2022 16:36


Andrada, nuova avventura in Argentina: giocherà in massima serie

Nuovo club e nuova avventura professionale, in patria, per la punta argentina ex Bari Federico Andrada.

Il ventisettenne attaccante, in Puglia nel 2018, ha chiuso la propria esperienza nell’Aldosivi ed ha firmato con l’Atletico Tucuman, nella massima serie del suo Paese d’origine.

https://www.tuttobari.com/gli-ex/andrada-nuova-avventura-in-argentina-giochera-in-massima-serie-101905
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 37450
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
Località: Bari 080
Highscores: 2

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda Miky88 » ven feb 04, 2022 23:12


Si chiama Roberto Baggio e segna nel campionato Carioca

Si chiama Roberto Baggio, è nato a Laranjal do Jari e si è preso la copertina del campionato Carioca. E’ brasiliano, gioca nel Bangu, ha ventisei anni ed è stato registrato con questo nome all’anagrafe da suo padre Roberto Carlos, grande appassionato di calcio e vecchio estimatore del Divin Codino. Ha incantato nella prima giornata della Taça Guanabara, il torneo statale di Rio de Janeiro, decidendo la sfida in casa del Fluminense: suo il gol della vittoria (1-0). E’ un trequartista, si muove dietro agli attaccanti Daniel e Santarem, ma non indossa la maglia numero dieci, come l’idolo del suo papà: sulle spalle porta il sei.


Una dedica speciale
Ha segnato al Fluminense e si è inginocchiato per pregare, puntando l’indice verso il cielo. Sempre titolare nella squadra biancorossa, allenata da Felipe e rivelazione di questa prima parte del Carioca, anche perché ora il Bangu è scivolato in Serie D, dopo aver sfiorato il titolo nazionale nel 1985 perdendo la finale con il Coritiba di Enio Andrade.


I fratelli Caniggia e Romario
La storia di Roberto Baggio è stata raccontata dai giornali locali e dal sito di Globo Esporte. E’ nato il 30 gennaio del 1996 a Laranjal do Jari, nella regione meridionale di Amapá. E’ alto un metro e 70, pesa 67 chili, è destro, organizza la manovra e prova spesso l’inserimento in area. Suo padre è un innamorato del “futebol” e ha chiamato gli altri suoi due figli Caniggia e Romario. Roberto Baggio ha iniziato la carriera nella scuola-calcio dell’Agua Santa, club della provincia di San Paolo. Una carriera proseguita nel São Bernardo, nel Matonense e nel Ponte Preta. Ha tentato, senza fortuna, anche l’avventura all’estero. Ha giocato per qualche mese nello Zlaté Moravce, in Slovacchia, prima di tornare in Brasile per firmare con il Trindade (Goiás) e per l’Uberlândia (Minas Gerais). Ha fatto tappa, in seguito, a Rio de Janeiro, nell’Angra dos Reis, nel Sampaio Corrêa e nella Nova Iguaçu. Nel 2021 ha firmato con il Bangu, il contratto scade il 22 aprile. E ora, come in un film, quel gol al Fluminense può diventare il suo biglietto della lotteria per provare il salto.

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/talent-scout/2022/02/02-89451428/si_chiama_roberto_baggio_e_segna_nel_campionato_carioca?fbclid=IwAR2HmIBCYgIlepFH1fUDYlRi_H_vPGTzGefN0sscVkywC_cpQ2v9AEdcgb4
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 37450
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
Località: Bari 080
Highscores: 2

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda Miky88 » mer feb 09, 2022 17:05


Sorpresa in Argentina: c'è un altro Messi a Rosario con il numero 10

Il Newell's Old Boys ha presentato la rosa che disputerà la Copa Libertadores Under 20 attirando l’attenzione del mondo del calcio dopo aver mostrato chi vestirà la maglia numero 10. Si tratta di Joaquin Messi, un ragazzo di 19 anni nato anche lui - come il ben più famoso Leo - a Rosario: “Appena sono arrivato, in tanti mi hanno chiesto se fossi imparentato” si è affrettato a dire il giocatore, che però con la stella del Psg non condivide il ruolo. “È un interno di centrocampo con un buon dribbling, forte nell’uno contro uno - le parole dell’ex allenatore della squadra di riserva del Newell’s, Federico Hernandez - e con un ottimo tiro dalla media distanza”.


Messi…jr: “Semplice coincidenza”
"Leo? È una semplice coincidenza, nella mia città ci sono tre famiglie che hanno il cognome Messi - ha proseguito Joaquin - Ho iniziato dal Newell’s proprio come lui e ora devo usare anche la 10. Solo a me è toccato avere questa coincidenza con Leo...". Durante l'intervista è stato chiesto al giovane Messi cosa farebbe se un giorno la Pulce venisse al Newell’s e gli chiedesse la 10: "Datemi qualunque altro numero, la 10 è sua finché gioca".

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/sudamerica/2022/02/08-89671770/il_newell_ha_finalmente_messi_con_la_numero_10_ma_e_joaqui_n
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » gio feb 17, 2022 20:16


PRELIMINARI DI LIBERTADORES: nessuna sorpresa

Chi più tranquillamente e chi con una lunga serie di rigori, il primo turno dei preliminari di Libertadores non regala sorpresa. A Guayaquill l'eroe è Burrai, che para l'ottavo rigore, in una serie lunga e perfetta da entrambe le parti. Barcelona che avanza e guadagna un record: le otto volte che è andato ai rigori ha vinto sette volte. Menzione a Diego Arismendi che indossava la fascia da capitano del City Torque in memoria del Morro Garcia, compagni di squadra quando giocavano al Nacional.

Il Bolivar di Zago gioca bene e diverte. 4 gol incassati dal povero Lara, vittima anche di un campo che risentiva delle difficili condizioni climatiche di La Paz quando scende la notte.

Olimpia vince e convince contro il Cesar Vallejo con un bel 2-0, che vale il 3-0 nella serie. Occhi quindi al secondo turno, l'ipotesi di vedere un accesissimo Bolivar-The Strongest al terzo turno non è utopia. Vi indico il secondo turno in ordine di sorteggio.

Millonarios-Fluminense
Olimpia-Altletico Nacional (5 Libertadores in due)

Audax Italiano-Estudiantes
Everton-Monagas

Bolivar-U Catolica
Plaza Colonia The Strongest

America Mineiro-Guaranì
Barcelona-Universitario (gran bella sfida tra due grandi del continente).

NOTE SPECIALI: il pubblico fa molto. Che bello rivedere gli stadi sudamericani pieni, speciale rivedere il Defensores del Chaco pieno completamente. Sta tornando il Futbol.

Immagine
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » gio feb 17, 2022 20:25


Immagine
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » sab apr 09, 2022 10:22


LIBERTADORES 2022: con il pubblico è tutta un'altra cosa

Voglio iniziare con questa osservazione: il Covid ha allontanato il pubblico dal calcio e il calcio sudamericano è quello che ne ha sofferto di più. La Libertadores del 2021 è stata bellissima per carità, ma con il pubblico è tutta un'altra cosa. Giocare a Cali, a Cordoba o a Caracas con lo stadio pieno è diverso da giocarci con lo stadio vuoto. La Libertadores è passione, identità e orgoglio di un continente che ha sofferto e combattuto per la propria Terra. La Libertadores ha risvolti storici, che si intersecano perfettamente con le pieghe del calcio moderno. Non è giocata "solo" dalle migliori squadre del Sud America, è molto di più. La Champions è solo calcio, la Libertadores invece è calcio, tempo e cultura. Detto ciò faccio una breve analisi di tutti i gruppi.

Gruppo A
Il Palmeiras passeggia all'esordio demolendo il Tachira 0-4. Esce indenne dall'altura di Sucre l'Emelec, che in nel giro di un minuto riesce a subire la rete dell'1-0 timbrata di testa dall'ex Bologna Cristaldo e poi a pareggiare con guizzo dell'argentino Quiroga, il tutto al 90'.

Gruppo B
A Caracas l'Atletico Paranaense viene fermato da un Baroja in grande condizione. Pari anche a La Paz tra The Strongest e Libertad, proteste dei padroni di casa per il golazo annullato ad Ursino che poteva significa 2-1. Sul taccuino i gol di due argentini: Triverio per i padroni di casa, Mago Merlini di testa (165 cm) per gli ospiti.

Gruppo C
Il Team Red Bull (Bragantino) strapazza il Nacional con un secco 2-0 che porta le firme di Ytalo e Hurtado. Nell'altro incontro acuto dell'Estudiantes che infila il poker contro il Velez, vincendo 4-1. Grande prestazione di Del Prete per il Pincha.

Gruppo D
Atletico Mineiro totale padrone in Combia contro il Deportes Tolima, 0-2 a domicilio e tre punti in cassaforte. Con lo stesso risultato e sempre fuori casa l'IDV vince contro l'America Mineiro grazie alla grande prestazione della bandiera Junior Sornoza. Piccolo divagamento: ricordo ancora quando Sornoza era giovanissimo, circa una decina di anni fa, che già all'epoca era un perno. Ora ha 28 anni, ha fatto un po' di esperienza all'estero ed è ancora il perno della realtà più bella di tutto il Sud America.

Gruppo E
Risultati inaspettati su entrambi i campi. Il Boca non partiva con il favore del pronostico, però un pari all'esordio me lo sarei aspettato, invece cade in Colombia contro il Deportivo Cali e a castigarlo è l'ex Burdisso. L'ha fatto di nuovo, Always Ready vince 2-0 contro il Corinthians e si prende la vetta. Occhio ai boliviani perché rispetto allo scorso anno, possono contare su un plantel molto esperto. Età media alta, ma tanta qualità con Chumacero, Arce, Ramallo e Marco Riquelme. l'Altura ovviamente sarà una buona amica in questo percorso.

Gruppo F
Il River vince in Perù contro l'Alianza e fin qui tutto ok perché il colpaccio è del Colo Colo di Quinteros che vince in Brasile contro il Fortaleza. Segnano Lucero e Solari, cileni in testa.

Gruppo G
Il Superclasico paraguaiano finisce con uno 0-0 e con le consuete polemiche. Defensores del Chaco pienissimo e bellissimo. Spalti più belli di quanto visto in campo. Colón che supera il Peñarol grazie alla rete nel finale del diciannovenne Farias.

Gruppo H
Qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte, perché c'è tutto il contesto in cui si gioca la Libertadores. Il Perù è un po' in un momento difficile dal punto di vista politico. Prezzi della benzina altissimi a quanto ho capito e gente in piazza a protestare. Ne sono venuti fuori alcuni scontri con la polizia e inizialmente la gara tra Cristal e Flamengo non doveva giocarsi. Poi si è scelto di giocarla a porte chiuse, con il Mengao che ha portato a caso un dignitoso 0-2. A Cordoba il Talleres fa bottino pieno davanti ai propri tifosi e stende la Catolica con la rete di Fertoli.

Immagine
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » mer apr 13, 2022 23:55


Oggi sto vedendo Colo Colo-Alianza Lima, cileni in vantaggio con rete di Lucero.
Allora Cacique gran bel centrocampo con Pavez, Fuentes e Gil. Cosa manca per giocarsela sul serio? Secondo me un trequarti e un esterno forti.
Chissà magari gli ottavi possono attirare le attenzioni di Sanchez e King Artur.
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » dom giu 05, 2022 11:04


I GRANDI BOMBER DEL SUD AMERICA: BERNARDO CUESTA

Quando si parla di attaccanti sudamericani i primi giocatori che vengono in mente sono ovviamente Messi, Neymar, Sanchez e della nuova generazione Lautaro Martinez, Darwin Nuñez e Vinicius Junior. Ma come scritto questi sono i grandi attaccanti sudamericani non del Sud America.
Oggi vi presento un giocatore sconosciuto in Europa, ma che alle latitudini sudamericane è un vero e proprio idolo: Bernardo Cuesta gioca in Perù ed è lo straniero che ha segnato più gol con il suo attuale club.

Arequipa è un maxi agglomerato urbano di un milione di abitanti, che si trova nell'estremo sud del Perù. La lunga storia di questa città ha ufficialmente inizio nel 1540 e per la sua posizione strategica è sempre stata molto ambita. Fino all'ultimo giorno del Verreinato è stata uno dei feudi più importanti della Corona Spagnola e con molta fierezza gli abitati esercitano un dialetto "antico" molto vicino al Quechua con uso del voseo (voi più del tu).
Arequipa è la seconda città più grande del Perù, ci sono 4-5 club, ma solo uno è quello seguito: il Melgar. Secondo la classifica dei club peruviani, il Melgar è al quarto posto alle spalle di Sporting Cristal, Universitario e Alianza Lima.

La storia tra il Melgar e Cuesta ha inizio nel 2012, quando ancora giovanissimo, l'attaccante argentino fu prelevato dal Tiro Federal. Berni nasce e cresce nella periferia di Rosario ad Alvarez. Nel 2008 passa al Tiro Federal terza squadra di Rosario (le prime sono Rosario Central e NOB) e ci rimane per 4 stagioni, dove raccoglie una retrocessione nella terza serie argentina.

Basta però per convincere il Melgar a puntare su di lui e la fiducia viene ripagata subito con 7 reti in 11 partite. Le 31 reti successive in 84 presenze valgono l'attenzione del The Strongest, dove però resta solo per il semestre della Libertadores.
Quindi c'è il primo ritorno ad Arequipa, dove segna 36 reti in 73 partite. Numeri altissimi e il Junior sembra che sia la chiamata giusta. Ma in Colombia non va e quindi tenta di ritrovare la strada intrapresa al Huachipato in Cile. Ma nulla è come Arequipa e quindi arriva il terzo ciclo nel sud del Perù. Segna 45 volte in 78 partite.

Ma ancora una volta le strade si dividono: prima Thailandia e poi Messico, dove va tutto male. Allora ecco che quando le cose non vanno si torna a casa per ritrovare lo spirito giusto: il quarto ciclo al Melgar è in corso e Cuesta ha segnato 27 reti in 48 partite.

È l'idolo indiscusso e capitano di una squadra che rappresenta un intero popolo. Ormai sono dieci anni che Cuesta è ad Arequipa e la sua bacheca personale conta 2 Clausura peruviani, un campionato peruviano e nel 2019 ha vinto la classifica dei cannonieri con 27 reti. Nella sua esperienza al Melgar fino a questo momento ha siglato 146 reti in 294 presenze, numeri che lo fanno entrare di diritto nella top dei grandi attaccanti del Sud America.

NOTE A MARGINE
1. Il giocatore che ha segnato di più con la maglia del Melgar è Eduardo Marquez negli anni '60 con 197 reti, ma solo 22 sono state segnate nell'era del calcio professionistico.
2. Cuesta ha dichiarato che non giocherà mai in una delle tre di Lima.
3. Cuesta ha segnato 13 gol in Sudamericana. Il giocatore che ne ha segnati di più è Hernan Barcos, fermo a quota 19. Il Melgar è agli ottavi e Cuesta sogna di battere questo record.


Immagine

Immagine
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » mar giu 28, 2022 18:45


Sta notte iniziano ottavi Libertadores e Sudamericana.
River ha preso Aliendro e vicinissimo Borja, che sostituirà Julian Alvarez (dopo gli ottavi va al city)
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

tifosobarese92

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 12590
Iscritto il: gio mar 04, 2010 18:27
Località: Bari
Highscores: 0

Re: Sud America: tutto quello che c'è da sapere

Messaggioda tifosobarese92 » mer ago 30, 2023 12:42


Internacional qualificato alla semifinale (segnalo gas al peperoncino poco prima della fine del primo tempo).
Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio [Cit. Josè Mourinho]

"Sogna chi non crede che sia tutto qui"

La passione è unica, ed è uguale ad ogni parallelo del mondo...

https://www.youtube.com/watch?v=_h-rYD2xrwc

"Vamos, vamos Chape, vamos vamos Chape" ... Ciao ragazzi, le vostre medaglie il nostro dolore.

Precedente

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti