spacer

Appassionati di Ciclismo

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, il_colonnello

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 8:40


Ciclismo: sventato attacco bomba annullato Gran premio di Francoforte

Un sospetto estremista islamico e la moglie sono stati arrestati nella notte dalla polizia: trovata bomba nella loro abitazione: «Volevano ripetere la tragedia di Boston»
Preparavano una strage come alla maratona di Boston. Per questo lee autorità locali hanno annullato il Gran premio di Francoforte di ciclismo, in programma il 1° maggio, per motivi di sicurezza, in seguito all’arresto di due persone e la scoperta di alcuni ordigni nella loro casa, situata vicino al percorso di gara. La gara è stata annullata a causa di «indicazioni su una possibile minaccia per la popolazione». Un sospetto estremista islamico e la moglie sono stati arrestati nella notte e la polizia ha trovato una bomba, un’arma da fuoco, munizioni, e prodotti chimici che potrebbero essere usati per fabbricare esplosivi. I funzionari della sicurezza tedeschi hanno detto, appunto, che si sarebbe potuta ripetere una tragedia simile a quella di Boston, dove un attacco terroristico causò tre morti e numerosi feriti durante la maratona 2013.
Secondo quanto emerso finora dalle indagini, gli investigatori sospettano che l’uomo arrestato, un cittadino tedesco di origine turca di 35 anni, avesse intenzione di far esplodere una bomba al passaggio della gara, il cui percorso avrebbe attraversato anche la città di Oberursel.

http://www.corriere.it/sport/15_aprile_30/ciclismo-sventato-attacco-bomba-annullato-gran-premio-francoforte-terrorismo-1a1add14-ef77-11e4-a9d3-3d4587947417.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 9:04


Al Giro gli ex pro' raccolgono fondi per il Gaslini

La sezione degli ex professionisti dell'Accpi ha organizzato una cena a Imperia e una pedalata a Sanremo a sostegno dell'ospedale di Genova

La sezione ex professionisti dell'Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (Accpi) è pronta per il Giro d'Italia. La sezione guidata da Riccardo Magrini del sindacato guidato da Cristian Salvato ha pensato di sfruttare la visibilità offerta dalla corsa rosa per mettersi al servizio di chi ha bisogno. Per questo gli ex pro' dell'Accpi parteciperanno il 7 maggio alla Cena di Gala con i Campioni per il Gaslini. Dalle 20.30 al Museo dell’Olivo a Imperia, presso la Fratelli Carli spa, si svolgerà una serata conviviale con la finalità di raccogliere fondi (attraverso il pagamento della cena, offerta gentilmente dalla fratelli Carli) per l’Ospedale Gaslini di Genova.
ARISTON — Il giorno successivo 8 maggio a Sanremo gli ex pro' alle 11.30 torneranno in sella per la Pedalata per il Gaslini. Da Piazza Borea D’Olmo, sede degli eventi collaterali di Sanremo, di fronte al famoso Teatro Ariston, il gruppo ripreso dalle telecamere di Bike Channel (canale 214 di Sky, media partner dell'iniziativa) raggiungerà via Matteotti per imboccare la pista ciclabile in direzione Ospedaletti dove sarà posto l'ideale traguardo benefico.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-04-2015/giro-italia-accpi-ex-professionisti-magrini-raccolta-fondi-gaslini-110634721052.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 9:05


Giro d'Italia: iscritti Aru, Contador, Porte, Uran e Van den Broeck

Ecco l'elenco dei ciclisti alla corsa rosa. In gara anche Boonen all'esordio al Giro. Si parte il 9 maggio con la cronosquadre di Sanremo. Gran finale il 31 a Milano.
Centonovantotto iscritti in 22 team. Si avvicina il via del 98° Giro d'Italia del 9 maggio con la cronosquadre sulla pista ciclabile da San Lorenzo a Mare a Sanremo. E arriva l'elenco degli iscritti e il Garibaldi della corsa organizzata da Rcs Sport - La Gazzetta dello Sport. Tra i favoriti a vestire la maglia rosa all'epilogo a Milano il 31 maggio ci sono certamente lo spagnolo Alberto Contador, l'australiano Richie Porte, il colombiano Rigoberto Urán, l'italiano Fabio Aru e il belga Jurgen Van den Broeck.

B COME BOONEN — Tra i cacciatori di tappe, finisseur e velocisti, sono presenti molti nomi autorevoli del panorama internazionale: i belgi Tom Boonen (alla sua prima partecipazione al Giro) e Philippe Gilbert; gli australiani Simon Gerrans, Michael Matthews (vincitore nel 2014 della tappa di Montecassino e leader della Corsa Rosa per sei giorni), Michael Rogers (vincitore lo scorso anno di due tappe, incluso il mitico Zoncolan) e il campione nazionale Heinrich Haussler; gli spagnoli Jon Izaguirre, Beñat Intxausti, Juan José Lobato, Mikel Landa e Mikel Nieve; i colombiani Carlos Betancur e Darwin Atapuma; i cechi Roman Kreuziger e Leopold König; il francese Sylvain Chavanel; il russo Aleksandr Porsev (campione nazionale in linea); i tedeschi André Greipel e Simon Geschke; l’olandese Maarten Tjallingii; gli sloveni Grega Bole e Luka Mezgec (vincitore in volata dell’ultima tappa dello scorso anno a Trieste) e gli italiani Domenico Pozzovivo, Giovanni Visconti, Luca Paolini, Diego Ulissi, Fabio Felline, Oscar Gatto, Elia Viviani, Sasha Modolo, Alessandro Petacchi, Giacomo Nizzolo, Matteo Pelucchi ed Enrico Battaglin (vincitore della tappa di Oropa nel 2014).
QUATTRO VINCITORI — Saranno quattro i vincitori di precedenti edizioni del Giro, al via: Damiano Cunego (2004), Ivan Basso (2006 e 2010), Alberto Contador (2008) e Ryder Hesjedal (2012).

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/giroditalia/29-04-2015/giro-italia-elenco-iscritti-aru-contador-porte-uran-van-den-broeck-110623855190.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 9:16


Giro di Romandia: bis di Albasini. Nibali, Froome e Quintana si testano

Lo svizzero della Orica ripete il successo del giorno prima, battendo il francese Alaphilippe: nella generale incrementa il suo vantaggio sul compagno di squadra Santaromita.
Nairo Quintana primo al Gpm e all’attacco in discesa. Subito dopo, ci prova anche Vincenzo Nibali, mentre Chris Froome sgomita combattivo in gruppo e non perde una posizione. Sono prove tecniche di Tour de France quelle in atto al Giro di Romandia: si sapeva già (dei grandi favoriti per la Boucle manca solo Contador) ma è interessante notare come le scaramucce vadano in scena anche in una tappa di passaggio come quella che ha portato in gruppo verso Porrentruy.
BIS — Il successo di giornata è andato di nuovo a Michael Albasini della Orica-GreenEdge, già a segno mercoledì e in tutto arrivato a ben 5 successi nelle ultime due edizioni di una corsa che evidentemente lo ispira. Seconda piazza al traguardo per il francese Alaphilippe, ancora a secco di successi ma comunque sempre su un ottimo livello dopo una campagna delle Ardenne da tre punti esclamativi per un 22enne (settimo all’Amstel, secondo a Freccia e Liegi). Terzo Damiano Caruso: il siciliano della Bmc sta crescendo (mercoledì aveva chiuso al sesto posto) e va ricordato che sarà un uomo importante della squadra all’imminente Giro d’Italia. Ci sarà Philippe Gilbert per cercare la rosa in Liguria, ci saranno due giovanissimi da seguire come Stefan Kung e Rick Zabel, ma attenzione in chiave classifica generale al siciliano classe 1986, visto che all’ultima Vuelta aveva chiuso al nono posto assoluto. Per restare in casa Bmc, da segnalare che continua la ricerca di un secondo sponsor: per la prossima stagione, ma c’è anche chi dice che potrebbe già farsi vedere al Tour. Si parla di una importante banca.
BIG — La corsa svizzera, di cui Albasini naturalmente è ancora leader, prevede adesso un’altra tappa di transizione verso Friburgo in attesa del weekend decisivo: sabato arrivo in salita (previsto maltempo) e domenica cronometro finale a Losanna. Ecco le sensazioni di Vincenzo Nibali, come detto anche allo scoperto: “Sì, avevano rallentato e ho provato a vedere che cosa succedeva, ma la Movistar ha chiuso bene. Sono stati loro a fare il ritmo per tutta la tappa e negli ultimi 30 chilometri siamo andati davvero a tutta con tanti attacchi, è stata una giornata pazza! Credo che i giochi in classifica finale si potrebbero decidere solo l’ultimo giorno. Io sto bene, peccato che la vittoria non arrivi, sta girando un po’ così”.
ARRIVO — 1. Michael Albasini (Svi, Orica) in 4:14'56"; 2. Alaphilippe (Fra); 3. D. Caruso; 4. Rui Costa (Por); 5. Gerrans (Aus); 6. Haas (Aus); 7. Uran (Col); 8. Navardauskas (Lit); 9. Mezgec (Slo); 10. Chernetsky (Rus).
GENERALE — 1. Michael Albasini (Svi, Orica) in 8:57'38"; 2. Santaromita a 20"; 3. Froome (Gbr); 4. S. Yates (Gbr); 5. Alaphilippe (Fra) a 24"; 6. Zakarin (Rus) a 25"; 7. Kochetkov (Rus); 8. Trofimov (Rus); 9. Silin (Rus); 10. Spilak (Slo).

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-04-2015/giro-romandia-terza-tappa-porrentruy-volata-albasini-vince-leader-generale-caruso-terzo-110637768827.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 15:17


"Il fatto non sussiste", Rebellin assolto due volte

Clamorosa sentenza del Tribunale di Padova. Positivo a Pechino 2008 e accusato di evasione fiscale, il veneto viene riabilitato dopo sette anni. "È la mia vittoria più bella. Quanto successo ha colpito anche la mia vita privata"
"Davide Rebellin è assolto perché il fatto non sussiste". Le parole del giudice Beatrice Bergamasco scorrono velocissime nell'aula Ambrosoli del Tribunale di Padova. Eppure sono parole che probabilmente faranno giurisprudenza. Antonino De Silvestri, il difensore di Rebellin, ascolta a capo chino. Dall'altro lato della stanza c'è David Aiello, l'avvocato dello Studio Valori, che rappresenta il Coni, la parte civile. Il pm non lascia nemmeno che il giudice legga tutta la sentenza, si toglie la toga, una sistematina alla coda dei capelli, infila la mano nella borsetta, prende lo smartphone e manda un messaggio.
ACCUSE — Eppure le richieste dell'accusa erano state pesanti contro Rebellin: un anno di pena per violazione della legge 376/2000 legata alla positività all'Epo-Cera all'Olimpiade di Pechino 2008 (il vicentino fu argento: prima medaglia olimpica italiana dopata) e un anno per "estero vestizione", evasione fiscale. Sarebbe stata fittizia la residenza monegasca di Rebellin tra 2003 e 2008. La Guardia di Finanza, guidata dal colonnello Maccani, che aveva agito su mandato della Procura di Padova, aveva stimato che Rebellin avrebbe sottratto al fisco quasi 7 milioni di euro. Il Coni, che si era costituito parte civile, aveva chiesto una sanzione di 500mila euro. Entrambi hanno avuto torto.
INDIZI — Il giudice ha in pratica accolto la tesi difensiva dell'avvocato De Silvestri, uno dei massimi esperti italiani di diritto sportivo, docente all'Università Ca' Foscari. "Questo, per quanto riguarda il doping, era un processo indiziario a carico di Rebellin - spiega il legale - ma non c'era nessuna prova a suo carico. L'unico dato di fatto è la squalifica, però non siamo in grado di stabilire se la condanna inflitta a livello sportivo sia giusta o ingiusta. Sappiamo che ci sono state delle falle nella catena di custodia dei campioni, che alcuni di essi erano deteriorati e non più utilizzabili. Anche il metodo utilizzato per trovare il Cera al tempo non era validato. Poi mancava come prima cosa il lodo del Tas (il tribunale arbitrale dello sport, al quale Rebellin si era appellato, senza successo: ndr) perché il Coni non lo ha prodotto. Ma anche nel caso ci fosse stato, non bisogna dimenticare che il Tas è un organismo transnazionale non governativo. Il lodo è un lodo privato di diritto svizzero". Sentenza che potrebbe fare giurisprudenza perché "sottolinea la netta differenza tra le norme Cio, dove per giudicare colpevole un atleta basta un "confortante convincimento del collegio giudicante", con quelle dell'ordinamento italiano secondo le quali una persona per essere condannata deve essere "colpevole oltre ogni ragionevole dubbio". Per l'evasione fiscale, invece, le prove erano evidenti e schiaccianti che Rebellin è residente a Montecarlo".
PAROLE — "Adesso posso tirare un grandissimo sospiro di sollievo - dichiara Davide, che corre dal 2013 per la squadra polacca CCC Sprandi, al termine della tappa del Giro di Turchia dove è leader -. Questa sentenza è una liberazione da una preoccupazione enorme. Certo, dentro di me avevo la consapevolezza di non avere sbagliato. Ma un conto è la propria coscienza, un altro una sentenza di un tribunale italiano. Inutile girargli intorno, era un pensiero che mi disturbava. Quello che è successo ha influenzato molto negativamente anche la mia vita privata. Per fortuna che ho trovato una donna fantastica che mi è stata e mi è vicina. Anche a livello sportivo non è stato facile. Ero all'apice della carriera e di colpo mi sono trovato tutte le porte chiuse in faccia: squadre, organizzatori, colleghi... Mi sentivo rigettato da tutti. Ma non ho voluto mollare, non potevo mollare anche se magari, vista anche l'età, avrei potuto farlo. Ho ricominciato da squadre piccole, ma volevo tornare. Il giorno che smetterò di correre lo farò da persona libera, con dignità". Intanto c'è da vincere questo Giro di Turchia che finisce domenica: "Certo, lo voglio. La tappa più dura era quello che ho vinto. Ma anche la prossima ha un finale impegnativo. Però la vittoria più bella è questa in tribunale". Davide Rebellin non ha infranto le leggi italiane. E ora lasciatelo correre. Anzi, applauditelo lungo le strade perché il "Rebella" a 43 anni, e 24 stagioni in sella tra i professionisti, è ancora uno dei migliori.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/01-05-2015/davide-rebellin-assolto-tribunale-padova-sentenza-evasione-fiscale-positivita-cera-doping-110646557388.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 20:11


Giro di Turchia, vince Bilbao. Durasek è il nuovo leader

l 25enne basco si aggiudica la frazione con finale in salita. Rebellin si stacca ad un km e mezzo dal traguardo. Ora è secondo nella generale a 21" dal croato.
È il 25enne la Caja Rural Pello Bilbao che ha vinto la sesta tappa Denizli-Selçuk (184 km) con gli ultimi 3 km in ascesa con pendenze tra l'8 e il 12%. Il basco di Guernica, al secondo successo da pro', con un rapporto migliore è partito ai 50 metri lasciando il secondo posto al 21enne neopro' dell'Astana Miguel Angel Lopez che durante l'ascesa finale ha aperto le ostilità a 3 km dall'arrivo. A circa 1,5 km dal traguardo si è staccato Davide Rebellin che comunque ha tenuto duro ed è arrivato 19esimo a 1'01" ma ha perso la maglia di leader della generale che ora è indossata da Krijstian Durasek arrivato sesto. In classifica il croato della Lampre Merida ha 21" sul vicentino della CCC Sprandi e 32" sull'argentino della Bretagne Eduardo Sepulveda.
TAPPA DECISIVA — Deluso Rebellin: "Oggi non sono stato in grado di spingere sui pedali in salita. Non so perché. Sono deluso. È stata una tappa decisiva con arrivo adatto alle mie caratteristiche . Ma è così. Questo è lo sport". Sabato 2 maggio settima tappa Selçuk-Izmir (165 km), arrivo per velocisti.
MAI RALLENTATO — Ben diverso lo stato d'animo di Durasek: "La bagarre per la vittoria di tappa è nata subito sulle prime rampe dell'ascesa verso Selçuk, non abbiamo mai rallentato più di tanto. Una volta notato Rebellin in difficoltà, ho capito che la miglior cosa da fare oggi era quella di tirar dritto con il miglior passo possibile, evitando di seguire gli scatti altrui, per guadagnare il più possibile in classifica generale. Sono contento di aver conquistato questa maglia, e spero di poterla tenere sino alla tappa finale".

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/01-05-2015/giro-turchia-sesta-tappa-vince-bilbao-durasek-nuovo-leader-rebellin-stacca-secondo-110647684194.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven mag 01, 2015 20:12


Giro di Romandia, mostruoso Küng sempre all'attacco

Sotto la pioggia costante il 21enne della Bmc ha fatto parte della fuga. "Mi piace il freddo, mi piace la pioggia". È campione mondiale pista nell'inseguimento.
"È nata una stella", gridano entusiasti i telecronisti svizzeri. E hanno ragione perché il numero di Stefan Küng nella quarta tappa del Tour de Romandie è stato da applausi. “Mi piace il freddo, mi piace la pioggia. Mi sono svegliato ispirato e ho pensato di andare subito in fuga…".
IMPRESA — È andata a finire che la fuga in effetti è arrivata al traguardo, e Kung ha trovato la forza di staccare i suoi compagni di fuga (tra cui una ex maglia gialla del Tour come Bakelants) e trionfare a braccia alzate sul traguardo di Friburgo e sotto una pioggia che non ha smesso di cadere forte per tutta la giornata. Pensate che Küng, al suo primo successo World Tour, è il più giovane in gara al Tour de Romandie, essendo nato a Wil il 16 novembre 1993. Ma segnali interessantissimi ne aveva già mandati questo neoprofessionista di indubbio talento, vincendo una gara in Olanda e arrivando secondo nella crono conclusiva delle Tre Giorni di La Panne alle spalle del solo Bradley Wiggins. Ma Küng è soprattutto un fuoriclasse della pista, e campione del mondo in carica dell’inseguimento: a febbraio, in Francia, aveva infatti battuto una vecchia volpe come l’australiano Jack Bobridge in finale realizzando un capolavoro tattica. E già prima di questo successo la Bmc lo aveva inserito nell’organico per il Giro d’Italia: Küng sarà così al via di Sanremo sabato 9 maggio.
ORA I BIG — E adesso, con Michael Albasini sempre al comando della classifica, tocca ai grandissimi. Al Tour de Romandie ce ne sono tanti: Nibali, Froome, Quintana. Ma anche Uran, Bardet, Pinot, Peraud, Spilak, Rui Costa… sabato 2 maggio c’è il tappone con quattro Gpm e l’arrivo in salita ai 1500 metri in salita di Champex Lac. E poi, domenica, la crono finale di 17 km a Losanna. Non ci sarà da annoiarsi.
ARRIVO — 1. Stefan Küng (Svi, Bmc) in 4:35'10"; 2. Bakelants (Bel) a 38"; 3. Lindeman (Ola); 4. T. Martin (Ger) a 45"; 5. Meersman (Bel) a 52"; 6. Van der Sande (Bel); 7. Froehlinger (Ger); 8. Albasini (Svi); 9. S. Yates (Gbr); 10. Santaromita.
GENERALE — 1. Michael Albasini (Svi, Orica) in 13:33'40"; 2. Santaromita a 20"; 3. Froome (Gbr); 4. S. Yates (Gbr); 5. Zakarin (Rus) a 25"; 6. Silin (Rus) 7. Trofimov (Rus); 8. Spilak (Slo); 9. T. Martin (Ger) a 27"; 10. Uran (Col) a 34".

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/01-05-2015/giro-romandia-quarta-tappa-vince-kung-kueng-bmc-friburgo-110649418125.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

il puma

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21436
Iscritto il: gio mar 18, 2004 15:52
Località: a Bruges in compagnia dei sAnza vergogna!
Record: 0

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda il puma » sab mag 02, 2015 11:40


In passato c'era il glorioso topic del ciclismo prima che robben si reinventasse esperto di tennis :lol:
Due cose riempono l'animo con sempre nuovo e crescente stupore e venerazione, quanto più spesso e accuratamente la riflessione se ne occupa: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me. - I. Kant

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 12:47


il puma ha scritto:In passato c'era il glorioso topic del ciclismo prima che robben si reinventasse esperto di tennis :lol:

Pensavo non esistesse...ecco perchè l'ho aperto!!!! :D :D :D
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 12:48


Tour de Yorkshire, a Nordhaug tappa e maglia

l 30enne norvegese batte Voeckler e Rossetto. Swift costretto al ritiro dopo una caduta. Si ferma anche Kittel. Molta folla lungo le strade, Wiggins con la nuova maglia
È stato il norvegese Lars Petter Nordhaug a vincere la prima tappa della prima edizione del Tour de Yorkshire, Bridlington-Scarborough, 174 km in continuo saliscendi con molte persone ai lati della strada. La frazione si è conclusa in uno sprint a cinque in cui il 30enne di Sky ha avuto la meglio su Thomas Voeckler della Europcar e su Stephane Rossetto della Cofidis. Nordaugh è il leader della classifica generale con 4" di vantaggio su Voeckler. Una bel vantaggio sulla generale per il quintetto arrivo per primo visto che il gruppo successivo ha accusato 1'08" di ritardo. La sua ultima vittoria è dello scorso agosto nella prima tappa dell'Arctic Race of Norway.
RITIRI ECCELLENTI — Una soddisfazione per il team Sky dopo l'uscita di scena del più accreditato pretendente alla vittoria finale. Infatti in corsa Ben Swift è rimasto coinvolto in una caduta e si è dovuto ritirare. Una beffa per il 27enne britannico sulle strade di casa visto che è di Sheffield. Si è ritirato anche un altro dei protagonisti attesi. Durante la frazione è salito in ammiraglia, non per una caduta, Marcel Kittel che sulle strade dello Yorkshire ha vinto la prima tappa del Tour de France lo scorso anno. Sabato 2 maggio seconda tappa Selby-York (174 km).

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/01-05-2015/tour-de-yorkshire-prima-tappa-nordhaug-vince-leader-swift-ritiro-110649226166.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 18:25


Giro di Turchia, vince Cavendish. Durasek resta leader in classifica

Il velocista britannico della Etixx-Quick Step si impone sul traguardo di Izmir davanti a Piechele, 2°, e Sbaragli, 3°. Durasek al comando con 21” su Rebellin, domani ultima tappa
Mark Cavendish (Etixx-Quick Step) ha vinto in volata la settima tappa del Giro di Turchia, da Selcuk ad Izmir (166.3 km). Il 29enne britannico, al nono centro stagionale, ha superato Andrea Piechele (Bardiani), secondo, e Kristian Sbaragli (MTN-Qhubeka), terzo. Tra i primi dieci altri tre italiani: quarto Belletti, sesto Ratto, nono Appollonio.
CLASSIFICA — Al comando della corsa resta il croato Kristijan Durasek (Lampre-Merida) con 21” su Rebellin (CCC Polsat), secondo, e 32” su Sepulveda (Bretagne) terzo. Domani ottava ed ultima frazione della corsa, ad Istanbul: 124 km complessivi con circuito cittadino finale da ripetere 8 volte.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/02-05-2015/giro-turchia-vince-cavendish-durasek-resta-leader-110654629361.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 18:26


Tour of Yorkshire: Pelucchi beffato da Hofland

L’olandese della LottoNL-Jumbo centra a York la seconda tappa davanti al milanese della Iam. Il norvegese Nordhaug sempre leader.
Volata sul traguardo di York, arrivo della seconda tappa del Tour of Yorkshire, e successo per Moreno Hofland, olandese del Team LottoNL-Jumbo che ha spento a 50 metri dalla linea Greg Van Avermaet, lanciatosi nell’ultimo chilometro, e ha bruciato sulla linea Matteo Pelucchi e l’altro olandese Ramon Sinkeldam. Per Hofland, classe 1991, pro’ dal 2013, è l’undicesima vittoria in carriera. Il norvegese Lars Petter Nordhaug (Sky), vincitore il giorno prima, resta leader in classifica con 4” sul francese Thomas Voeckler. Domenica 3 maggio la chiusura con la terza tappa Wakefield-Leeds (167 km).

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/02-05-2015/tour-of-yorkshire-pelucchi-beffato-hofland-110657003399.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 18:30


Giro di Romandia, tappa a Pinot. Zakarin nuovo leader in classifica

Il 24enne francese arriva da solo al traguardo in salita di Champex-Lac. Zakarin secondo, a 7”: il russo passa al comando della generale. Froome settimo, a 20”, Nibali e Uran dopo 53”
Thibaut Pinot (Fra, Fdj) ha vinto la quinta tappa del Giro di Romandia, 162.7 km da Fribourg a Champex-Lac, in Svizzera, dopo 4h 38’ 54” di gara. Secondo a 7” il russo Ilnur Zakarin (Katusha), che diventa il nuovo leader della classifica generale. A 20” un gruppetto con Bardet, terzo, poi Quintana, Spilak, Majka e Froome. Uran, Nibali e Scarponi - ottavo, nono e decimo - a 53”.
I BIG — Ancora pioggia, ancora freddo. Pinot si è imposto all’arrivo in salita di Champex-Lac ai 1.500 metri, al termine di una frazione con quattro Gpm tutti di prima categoria. Dopo il successo di Kung nella quarta tappa, con lo svizzero Michael Albasini (Orica GreenEdge) leader in classifica generale (20” su, tra gli altri, Chris Froome), oggi toccava ai big muoversi. Dopo la penultima ascesa di giornata - Petite Forclaz a 20 dall’arrivo - il gruppo ha ripreso la fuga di 130 km di Maxim Belkov (Katusha). I conti sono stati regolati sulla quarta ed ultima salita di giornata, verso il traguardo di Champex-Lac: quasi 14 km con pendenza media al 7%. Con Froome che sembrava fuori dai giochi di tappa - il britannico di Sky nelle retrovie già dopo i primi chilometri di salita - a sgranare il gruppo a 7 dall’arrivo ci ha pensato il colombiano Nairo Quintana (Movistar), con Vincenzo Nibali (Astana) rimasto nelle prime posizioni di gara prima di calare. A 4 dall’arrivo Froome si è portato nuovamente in testa, senza però riuscire ad annullare l’attacco di Pinot (Fdj) che ha tagliato per primo il traguardo di Champex Lac. Ilnur Zakarin (Katusha), che ha concluso secondo a 7” dal francese, diventa il nuovo leader in classifica generale.
ARRIVO — 1. Thibaut Pinot (Fra, Fdj) in 4h 38’ 54”; 2. Zakarin (Rus) a 7”; 3. Bardet (Fra) a 20”; 4. Quintana (Col); 5. Spilak (Slo); 6. Majka (Pol); 7. Froome (Gbr); 8. Uran (Col) a 53”; 9. Nibali; 10. Scarponi.
CLASSIFICA — 1. Ilnur ZAKARIN (Rus, Kat) in 18h 13’; 2. Pinot (Fra) a 6”; 3. Froome (Gbr) a 14”; 4. Spilak (Slo) a 19”; 5. Quintana (Col) a 54”; 6. Uran (Col) a 1’17”; 7. Yates ( Gbr) a 1’18”; 8. Nibali a 1’04”; 9. Scarponi a 1’04”; 10. Trofimov (Rus) a 1’06”.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/02-05-2015/giro-romandia-tappa-pinot-zakarin-nuovo-leader-classifica-110656586010.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab mag 02, 2015 20:22


Vuelta Asturias, Igor Anton vince la prima. Txurruka secondo, Herrada terzo

Igor Anton (Movistar) ha vinto la prima tappa della 58esima Vuelta Asturias, 149,5 km da Oviedo a Pola de Lena, in Spagna. Il 32enne spagnolo, leader ora della generale, ha preceduto di 14” il connazionale Amets Txurruka (Caja Rural-RGA), secondo, e il compagno di squadra Jesus Herrada, terzo a 29”. L’ultimo successo di tappa di Anton risaliva al 2011, quando in maglia Euskaltel-Euskadi riuscì a vincere prima al Giro d’Italia (14esima tappa) e poi alla Vuelta (19esima tappa).
IL FINALE — Domenica prossima seconda ed ultima frazione, Soto de Ribera - Oviedo (176 km): prima parte di tappa molto dura, con rampe che arrivano fino al 23% di pendenza.
ARRIVO E CLASSIFICA — 1. Igor ANTON (Spa, Mov) 4h 18’ 15”; 2. Txurruka (Spa) a 14”; 3. Herrada (Spa) a 29”; 4. Garcia (Spa) a 36”; 5. J. Moreno (Spa); 6. Bravo (Spa); 7. Belda (Spa); 8. Shalunov (Rus) a 1’04”; 9. Gallego (Spa); 10. Torres (Col).

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/02-05-2015/vuelta-asturias-igor-anton-vince-prima-txurruka-secondo-herrada-terzo-110659545129.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 21876
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » dom mag 03, 2015 19:55


Vuelta Asturias, dominio Movistar: tappa a Herrada, Anton re della corsa

La Vuelta Asturias è tutta Movistar. Il corridore della formazione spagnola Jesus Herrada ha vinto la seconda e ultima frazione della gara, Soto de Ribera-Oviedo (176 km). Secondo Amets Txurruka (Caja Rural), terzo Jon Izaguirre (Movistar). Per il 24enne spagnolo si tratta del primo centro stagionale. Sabato scorso l’altro successo di tappa era andato al compagno di squadra di Herrada, Igor Anton, che ha chiuso da leader nella classifica generale della corsa spagnola. Anton è tornato al successo rompendo un digiuno che durava dal 2011.

http://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-05-2015/vuelta-asturias-dominio-movistar-tappa-herrada-anton-re-corsa-110668841054.shtml
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Prossimo

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti