spacer

Appassionati di Ciclismo

In questa sezione si può parlare delle varie realtà calcistiche, specialmente della nostra regione, e di altri sport a livello locale o nazionale, oppure internazionale.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, il_colonnello, sirius

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » dom nov 26, 2017 20:46


Ciclismo, Fabio Taborre senza pace. Dopo il doping, é indagato per furto aggravato!

Un Fabio Taborre senza pace, è il caso di dirlo...L’ex corridore professionista positivo all’ormone della crescita e squalificato 4 anni fino al 26 luglio 2019, è stato infatti arrestato dai carabinieri di Pescara per furto aggravato! Il 32enne abruzzese era stato colto in fragrante il 27 giugno mentre a Montesilvano, insieme ad un’altra persona, era dedito al recupero di due auto rubate. In questo senso è stata aperta un’indagine per verificare le sue responsabilità circa alcuni furti in residenze della zona.

https://www.oasport.it/2017/11/ciclismo-fabio-taborre-senza-pace-dopo-il-doping-e-indagato-per-furto-aggravato/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » gio nov 30, 2017 16:09


Giro d’Italia 2018, le 21 tappe e il percorso: tutte le date, il calendario e le stellette di difficoltà

Finalmente il Giro d’Italia 2018 ha un percorso ufficiale. 21 tappe, da Gerusalemme a Roma: tante salite, circa 45 chilometri a cronometro che si annunciano scoppiettanti anche, ma non solo, per la presenza annunciata di Chris Froome, che sarà l’uomo più atteso della prossima edizione della Corsa Rosa. Dopo le prime tre tappe in Israele, la carovana si sposterà in Sicilia per tre tappe insidiose che si concluderanno con la scalata all’Etna, prima vera asperità della gara. Da lì la lunga risalita, che passerà da Montevergine di Mercogliano, Gran Sasso, Campo Imperatore e Osimo come tappe da tenere d’occhio nella fase centrale. Sul finire della seconda settimana il tappone dello Zoncolan, seguito da una frazione di montagna con arrivo a Sappada. L’ultima settimana prenderà il via con uno cronometro di 35 chilometri tra Trento e Rovereto, per poi spostarsi sulle Alpi con un arrivo secco a Prato Nevoso. A seguire tappa dello Jafferau con Colle delle Finestre prima del grande finale a Cervinia. Ultima tappa a Roma, in linea.

LE STELLETTE DI DIFFICOLTÀ E TUTTE LE DATE

Venerdì 4 maggio, 1a tappa: Gerusalemme – Gerusalemme (Cronometro, 9.7 km) ***

Sabato 5 maggio, 2a tappa: Haifa – TelAviv (167 km) *

Domenica 6 maggio, 3a tappa: Be’er Sheva – Eilat (229 km) *

Lunedì 7 maggio, Riposo

Martedì 8 maggio, 4a tappa: Catania – Caltagirone (191 km) ***

Mercoledì 9 maggio, 5a tappa: Agrigento – Santa Ninfa (152 km) ***

Giovedì 10 maggio, 6a tappa: Caltanissetta – Etna (163 km) ****

Venerdì 11 maggio, 7a tappa: Pizzo Calabro – Praia a Mare (159 km) *

Sabato 12 maggio, 8a tappa: Praia a Mare – Santuario di Montevergine (208 km) ***

Domenica 13 maggio, 9a tappa: Pescosannita – Campo Imperatore (224 km) ***

Lunedì 14 maggio, Riposo

Martedì 15 maggio, 10a tappa: Penne – Gualdo Tadino (239 km) ***

Mercoledì 16 maggio, 11a tappa: Assisi – Osimo (156 km) ***

Giovedì 17 maggio, 12a tappa: Osimo – Imola (213 km) **

Venerdì 18 maggio, 13a tappa: Ferrara – Nervesa della Battaglia (180 km) **

Sabato 19 maggio, 14a tappa: San Vito al Tagliamento – Monte Zoncolan (181 km) *****

Domenica 20 maggio, 15a tappa: Tolmezzo – Sappada (176 km) ****

Lunedì 21 maggio, Riposo

Martedì 22 maggio, 16a tappa: Trento – Rovereto (Cronometro, 34.5 km) ***

Mercoledì 23 maggio, 17a tappa: Riva del Garda – Iseo (155 km) **

Giovedì 24 maggio, 18a tappa: Abbiategrasso – Prato Nevoso (196 km) ****

Venerdì 25 maggio, 19a tappa: Venaria Reale – Bardonecchia (181 km) *****

Sabato 26 maggio, 20a tappa: Susa – Cervinia (214 km) *****

Domenica 27 maggio, 21a tappa: Roma – Roma (118 km) *

https://www.oasport.it/2017/11/giro-ditalia-2018-le-21-tappe-e-il-percorso-tutte-le-date-il-calendario-e-le-stellette-di-difficolta/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » lun dic 04, 2017 19:54


Vuelta a España 2018: a gennaio la presentazione. Le anticipazioni della corsa che anticiperà il Mondiale di Innsbruck

Dopo Tour de France e Giro d’Italia, la Vuelta a España 2018 sarà l’ultimo dei tre grandi giri della prossima stagione ad essere presentato. Sulla corsa spagnola si alzerà il sipario il 13 di gennaio: come di consueto, attese tante salite, con arrivi impervi e pendenze spesso in doppia cifra. Andiamo a vedere, al momento, quali potrebbero essere alcuni cardini del percorso in base ai rumor delle ultime settimane.

Dopo una breve cronometro iniziale a Malaga, per vedere la prima vera tappa di montagna si potrebbe aspettare. Ma già nella prima settimana la corsa iberica potrebbe presentare tre arrivi in salita al termine di tappe mosse o in cima ad uno strappo. Tre nomi potenziali possono essere quelli di Caminito del Rey, Alfacar e Pozo Alcon. Le prime due, sulla carta, dovrebbero essere più impegnative e potrebbero chiamare all’opera già i big della classifica generale.

Fari puntati, però, sull’arrivo a La Covatilla che viene dato per certo dai media locali. Una salita lunga (in tutto quasi 20 chilometri, anche se la prima parte è facile) ma con una pendenza non esagerata, anche se nella parte centrale supera con costanza il 10%. Qui i big potrebbero davvero assestare i primi colpi per cercare di guadagnare terreno in classifica generale. Sarà molto interessante la fine della seconda settimana, che spalmata anche nelle giornate di giovedì e venerdì potrebbe proporre gli arrivi di Camperona (4 chilometri ben oltre il 10%), Praeres (uno strappo simile e ancora più duro sulla carta) e l’arrivo in salita ai Lagos de Covadonga, una salita vera per uomini di fondo e non solo.

Nell’ultima settimana dovrebbe essere una cronometro, ma è difficile prevederne la lunghezza: tra i 30 e i 50 chilometri potrebbe essere funzionale ai fini della corsa, anche se inevitabilmente marcherà differenze da non trascurare. Nei giorni successivi si prevede un arrivo sul Monte Oiz (8 chilometri, 10% di pendenza media che non lasciano respiro), e la Gallina Canolich, che dovrebbe essere il giorno prima della tappa finale con passerella a Madrid.

Molto, da qui a gennaio, è destinato a cambiare riguardo questi rumor: lo stile della Vuelta, però, sembra sempre immutato.

https://www.oasport.it/2017/12/vuelta-a-espana-2018-a-gennaio-la-presentazione-le-anticipazioni-della-corsa-che-anticipera-il-mondiale-di-innsbruck/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » mer dic 13, 2017 20:02


Chris Froome positivo al salbutamolo! Britannico beccato in un test alla Vuelta!

Una notizia clamorosa sconvolge il mondo del ciclismo. Chris Froome è stato trovato positivo all’ultima Vuelta a España. Ad annunciarlo è stata l’UCI, l’Unione Ciclistica Internazionale, in un comunicato rilasciato dall’agenzia di stampa francese Afp. Il campione britannico è risultato positivo al Salbutamolo, un broncodilatatore, le cui tracce sono state ritrovate in entrambi i campioni di urina analizzati. La stessa federazione ha già chiarito che per la natura della sostanza incriminata Froome non è sanzionabile con la sospensione provvisoria obbligatoria.

Il Team Sky ha già rilasciato un comunicato, questa mattina, al diffondersi della notizia, in cui viene spiegato come “Froome soffriva di attacchi acuti di asma nel corso dell’ultima settimana della Vuelta (il test antidoping positivo risalirebbe al 7 settembre, ovvero alla 18ma tappa, ndr) ed in accordo con i medici della squadra fu deciso di aumentare il dosaggio del Salbutamolo“. Anche il team britannico precisa come la notifica della positività, arrivata già a fine settembre alla squadra, non implica una squalifica obbligatoria, e che “la UCI ha già chiesto spiegazioni per l’accaduto“. La squadra, infatti, spiega nel suo comunicato che gli elevati livelli del farmaco presenti nelle urine non sono per forza di cose riconducibili ad un dosaggio oltre le norme consentite ma possono essere dovuti ad altri fattori, quali il metabolismo ed eventuali interazioni con cibo o altre sostanze.

“Tutti conoscono bene che soffro di asma e so esattamente quali sono le regole“, le parole di Froome riportate nel comunicato. “Uso un inalatore per gestire i sintomi (sempre nei limiti consentiti) e so per certo che sono sottoposto a test ogni giorno nel momento in cui indosso la maglia di leader. L’asma è peggiorato nel corso della Vuelta, così ho seguito il consiglio dei medici del Team Sky di aumentare il dosaggio di Salbutamolo. Come sempre, ho avuto la massima cura nell’assicurarmi di non superare le dosi consentite. Prendo molto seriamente il mio ruolo primario nel mondo dello sport. La UCI fa bene ad esaminare i risultati dei test e, insieme alla squadra, fornirò tutte le informazioni che chiederanno“.

Il team principal del Team Sky, Sir Dave Brailsford, ha invece aggiunto: “Ci sono tanti fattori medici e fisiologici che condizionano metabolismo ed escrezione del Salbutamolo. Noi ci stiamo impegnando per stabilire i fatti e capire con esattezza cosa è successo in questa occasione. Ho la massima fiducia che Chris abbia seguito le direttive dei medici nel trattamento dei sintomi dell’asma, rimanendo nei limiti delle dosi consentite. Di sicuro faremo il possibile per aiutare a fare chiarezza“.

https://www.oasport.it/2017/12/chris-froome-positivo-al-salbutamolo-britannico-beccato-in-un-test-alla-vuelta/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven dic 22, 2017 19:08


Ciclismo, che paura per Winner Anacona! Un autista scende dal pullman e lo prende a calci!

Il colombiano Winner Anacona (Movistar) ha vissuto una bruttissima esperienza. Nel corso di un allenamento in patria, il sud-americano è stato stretto a bordo strada da un pullman. Inevitabile la reazione da parte del corridore, che ha fatto notare il comportamento pericoloso all’autista. Quest’ultimo, per tutta risposta, è sceso dal pullman, aggredendo il gregario della Movistar e rifilandogli anche un calcio.

Subito dopo l’autista è ripartito. Successivamente, tuttavia, è stato rintracciato dalla polizia grazIe alla segnalazione di Anacona. Incredibilmente, se l’è cavata solo con una multa.

https://www.oasport.it/2017/12/ciclismo-che-paura-per-winner-anacona-un-autista-scende-dal-pullman-e-lo-prende-a-calci2/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven dic 29, 2017 20:02


Ciclismo, arriva la “tassa sul sudore”: obbligatoria la Bike Card per gli amatori! Serve pagare per fare gare e passeggiate

Il mondo dei ciclisti amatoriali è in rivolta in questi giorni di festa a causa della già ribattezza “tassa sul sudore”. La Federazione, infatti, ha imposto che dal 1° gennaio 2018 le migliaia di ciclisti che vorranno misurarsi con delle gare amatoriali o passeggiate cicloturistiche dovranno pagare un canone di 25 euro: in cambio riceveranno la Bike Card ma senza alcun servizio assicurativo o di altro genere. Come riporta il Corriere della Sera, ogni anno si staccano 4 milioni di biglietti per partecipare alle corse ciclistiche ma fino a oggi era sufficiente aderire a uno dei 19 enti di promozione sportiva autorizzati dal Coni: bastava presentare un certificato medico per ricevere la tessera che permetteva di partecipare alle varie competizioni.

La Federazione Ciclistica Italiana vuole però il controllo su tutto e ha così deciso di tassare gli amatori. Il Presidente Renato Di Rocco si difende in questo modo, sempre sulle colonne del Corsera: “Ma quale tassa. La nostra è un’iniziativa politica per combattere chi ci fa concorrenza sleale con i contributi pubblici. I soldi serviranno a gestire servizi comuni come la giustizia sportiva. Non raccoglieremo più di 70-80mila euro. Chi non vuole acquistare la Bike Card abbandoni gli enti e si tesseri direttamente con noi: siamo i più seri. La Bike Card offrirà comunque anche dei servizi. Quali? Ci penseremo. L’ha fatto l’atletica, possiamo farlo anche noi“.

Qualche numero per capire la portata del movimento amatoriale in Italia: 10mila partecipanti alla Nove Colli, 3500 alla Via del Sale, 9000 alla Maratona delle Dolomiti. E ora tutti dovranno pagare la Bike Card…

https://www.oasport.it/2017/12/ciclismo-arriva-la-tassa-sul-sudore-obbligatoria-la-bike-card-per-gli-amatori-serve-pagare-per-fare-gare-e-passeggiate/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab dic 30, 2017 20:52


Ciclismo: la Fci vuole imporre una tessera da 25 euro all’anno agli amatori per correre

Sul web la denominazione “tassa del sudore” ha fatto il giro del mondo in pochi secondi quando in realtà si parla di qualcos’altro. Da quanto pubblicato ieri dal Corriere della Sera, la federciclismo ha preso una decisione importante: per poter svolgere qualsiasi attività organizzata non sarà sufficiente più la tessera di un ente di promozione ma sarà necessaria anche una “bike card” al costo annuale di 25 euro.

Un qualcosa, c’è da dire, ancora tutta da chiarire in quanto non si conoscono gli effettivi vantaggi dall’acquistare questa card da parte degli amatori. Critiche a non finire a cui ha risposto il presidente della Fci Renato di Rocco il quale, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha sottolineato: “Non si tratta certo di una tassa…Stiamo solo cercando di combattere la concorrenza sleale di chi tessera atleti a 5 euro. E passiamo pure da despoti, pazzesco“, ha chiosato Di Rocco.

Tuttavia diversi enti hanno chiesto il ritiro immediato del provvedimento. Un problema di sistema che affonda le sue radici nel contrasto tra Federazione ed enti promozionali in lizza per conquistare iscritti e cercare di superare al meglio possibile il difficile momento economico. La conquista di un amatore o appassionato basata sul costo della tessera è un qualcosa che dovrebbe invitare alla riflessione. Lo sport è pratica volta alla coesione e non può trasformarsi in strumento di mercato su metodiche discutibili.

https://www.oasport.it/2017/12/ciclismo-la-fci-vuole-imporre-una-tessera-da-25-euro-allanno-agli-amatori-per-correre2/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » dom gen 07, 2018 20:06


Ciclismo, inizia la stagione! Alexander Edmondson vince i Campionati Australiani, battuti McCarthy e Harper

Nell’emisfero australe è già iniziata la stagione di ciclismo. Caldo weekend a Buniyong dove si sono disputati i Campionati Australiani per professionisti. A trionfare è stato Alexander Edmondson: il portacolori della Mitchelton Scott è riuscito a fare la differenza su un tracciato di 185km che si è sviluppato nei pressi di Geelong dove si svolsero i Mondiali 2010. Il 24enne nativo di Bridgewater ha battuto di un secondo alcuni nomi di lusso come Jay McCarthy (Bora Hansgrohe), Chris Harper (Bennelong SwissWellness), Caleb Ewan e Nathan Haas.

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-inizia-la-stagione-alexander-edmondson-vince-i-campionati-australiani-battuti-mccarthy-e-harper/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » mar gen 09, 2018 19:47


Ciclismo, Egan Bernal: “Sono felicissimo di correre nella Sky, il team dei miei sogni”

Il colombiano Egan Bernal, vincitore del Tour de l’Avenir 2017 e tra i maggiori talenti del panorama ciclistico internazionale e da quest’anno nel team Sky, ha detto di essere felicissimo di far parte della squadra dei suoi sogni, testando la propria condizione nel Tour Down Under in Australia, programmato dal 16 al 21 gennaio.

20 anni e tanta qualità sui pedali, l’atleta di Bogotà, intervistato da Marca, si è espresso con toni entusiastici descrivendo l’avventura che si appresta a vivere: “Per me è davvero grandioso essere qui e spero di imparare tanto nelle prossime due/tre stagioni per migliorare soprattutto a cronometro“, ha dichiarato il sudamericano, molto forte in salita.

“Ritengo che sia la miglior squadra che ci sia in questo momento – ha aggiunto Bernal – Ci sono tantissimi corridori fortissimi ed è il team nel quale ho sempre sognato correre“, ha sottolineato il colombiano che in Australia sarà accompagnato da Jon Dibben, Owain Doull, Salvatore Puccio e Łukasz Wiśniowski.

Una stagione di grande livello quella appena trascorsa da Bernal che ha centrato 7 vittorie mettendosi in mostra nel Tour de L’Avenir aggiudicandosi due tappe. Un prospetto da tenere d’occhio.

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-egan-bernal-sono-felicissimo-di-correre-nella-sky-il-team-dei-miei-sogni/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » mar gen 09, 2018 19:47


Chris Froome che squalifica rischia? Una procedura lunghissima. Il Giro d’Italia 2018 rischia di venire falsato

La vicenda di Chris Froome legata al salbutamolo è ben lungi dalla conclusione. E’ molto probabile che il britannico prenderà parte sub judice a diverse grandi corse di ciclismo, tra cui il Giro d’Italia, con il rischio di alterarle dal punto di vista tattico.

Attualmente i legali del britannico e del Team Sky stanno fornendo tutto il materiale difensivo all’ufficio legale antidoping dell’Uci, definito “Lads”. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, sarà proprio il “Lads” a proporre una sanzione al ‘keniano bianco’ tra la fine di gennaio e febbraio. Finita? Macché…

La Wada e l’agenzia anti-doping britannica, infatti, potrebbero appellarsi, senza contare che lo stesso Froome ha diritto di rifiutare la proposta e, in tal caso, la causa finirebbe presso il Tribunale Antidoping dell’Uci, la cui sentenza sarà in ogni caso appellabile al TAS di Losanna…

Si comprende come l’intera vicenda rischi di protrarsi ancora a lungo per i prossimi mesi e non è assolutamente certo che possa concludersi entro l’anno. A questo punto appare sempre più probabile che Chris Froome possa partecipare a delle gare con il concreto rischio di vedersele poi sottrarre a tavolino in caso di condanna.

A prescindere da quale sarà la sanzione dell’inglese (rischia da una semplice ammenda fino a quattro anni di squalifica), è indubbio come la sua presenza possa in ogni caso alterare il prossimo Giro d’Italia 2018. Come si comporteranno gli avversari? Cercheranno davvero di attaccare e staccare Froome, oppure si accontenteranno del secondo posto, confidando poi in una successiva vittoria a tavolino? Di fatto, la presenza di un atleta di questo livello sub judice non fa altro che condizionare l’intero gruppo, alterando in qualche modo il normale svolgimento della competizione.

Si profila dunque un dejà vu del caso Alberto Contador, che vinse il Giro d’Italia 2011, salvo cederlo a tavolino al compianto Michele Scarponi dopo la successiva squalifica. 7 anni dopo, i tempi della giustizia sono rimasti gli stessi…

https://www.oasport.it/2018/01/chris-froome-che-squalifica-rischia-una-procedura-lunghissima-il-giro-ditalia-2018-rischia-di-venire-falsato/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » mar gen 09, 2018 19:48


Ciclismo, frattura ad una costola per Matteo Trentin. Classiche di Primavera non a rischio

Il nuovo anno non si è aperto sotto i migliori auspici per Matteo Trentin. Secondo quanto riporta il quotidiano belga Het Nieuwsblad, il corridore italiano è caduto la scorsa settimana durante un allenamento, procurandosi la frattura di una costola.

Il neo-corridore della Mitchelton Scott (ex Orica) dovrà dunque osservare qualche giorno di riposo forzato, per poi riprendere la preparazione in vista delle Classiche di Primavera, dove ambisce a ricoprire un ruolo da assoluto protagonista.

Si tratta di un imprevisto che non ci voleva proprio in questa fase della stagione, anche se non così preoccupante. Ricordiamo, ad esempio, che Vincenzo Nibali riportò una micro-frattura ad una costola nella penultima tappa della Vuelta 2017, salvo poi vincere il Giro di Lombardia un mese dopo.

Trentin, dunque, cercherà di presentarsi già in buone condizioni alla Omloop Het Nieuwsblad ed alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne in programma a fine febbraio. Il mese successivo, poi, l’attacco alle grandi Classiche: Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix.

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-frattura-ad-una-costola-per-matteo-trentin-classiche-di-primavera-non-a-rischio/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » gio gen 11, 2018 19:14


Ciclismo: Alberto Contador sarà il nuovo commentatore di Eurosport spagnolo

Nuova carriera per Alberto Contador. Se Il Pistolero aveva appeso la bicicletta al chiodo al termine dell’ultima Vuelta di Spagna, le opportunità nel dopo ritiro si susseguono e, oltre all’impegno con la sua squadra, la Polartec-Kometa, l’iberico è pronto ad entrare in scena anche per quanto riguarda la TV. Contador infatti sarà uno dei nuovi commentatori per Eurosport spagnolo.

Questo il suo commento: “L’invito di Eurosport a collaborare come commentatore mi ha entusiasmato molto perché amo il ciclismo, è la mia passione e mi diverto non solo a gareggiare, ma anche a guardarlo. Questa è un’opportunità che mi motiva a continuare ad essere presente e seguire le notizie delle gare”.

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-alberto-contador-sara-il-nuovo-commentatore-di-eurosport-spagnolo/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven gen 12, 2018 20:14


Chris Froome cade male in allenamento: escoriazioni al gomito e all’anca

Chris Froome sta continuando ad allenarsi a Johannesburg (Sudafrica). I ritmi del vincitore degli ultimi tre Tour de France sono davvero molto intensi, un modo per mantenersi impegnato in attesa della sentenza di Losanna sulla non negatività al salbutamolo. Il kenyano bianco è però caduto proprio in allenamento: ha battuto pesantemente la parte sinistra del corpo, escoriazioni evidenti sia al gomito che all’anca come dimostra la foto postata su Instagram. Un inizio di stagione complicato per il britannico che sta cercando la migliore forma in vista del debutto in gara previsto a inizio febbraio, sempre se non arriveranno prima delle decisioni sul caso doping.

https://www.oasport.it/2018/01/foto-ciclismo-chris-froome-cade-male-in-allenamento-escoriazioni-al-gomito-e-allanca/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » ven gen 12, 2018 20:15


Ciclismo, Davide Cassani d’accordo sulla Bike Card: “Non è tassa sul sudore, ma per la sicurezza. I motivi per pagare i 25 euro”

Il mondo degli amatori del ciclismo è in subbuglio per l’introduzione della bike card, la già ribattezza “tassa sul sudore” che obbliga a versare una quota alla Federciclismo per poter partecipare alle gare. Il dissenso regna sovrano tra i tanti praticanti mentre Davide Cassani, CT della Nazionale Italiana di ciclismo e volto molto apprezzato da tutti gli appassionati dei pedali, è d’accordo sull’introduzione della bike card come dichiara in un’intervista rilasciata al Resto del Carlino.

“La Federazione ha voluto lanciare un messaggio importante, perché ha voluto far capire che anche nel settore amatoriale certe regole vanno rispettate“. E poi chiarisce su chi debba pagare questi famigerati 25 euro: “Anzitutto sono da pagare solo dai tesserati degli enti di promozione che non hanno aderito alla convenzione. Infatti, gli enti di promozione col maggior numero di tesserati sono esenti. L’operazione è stata fatta per uniformare le quote. I tesserati amatori della Federazione pagano 45 euro, ma 28 sono destinati all’assicurazione. Viceversa ci sono enti di promozione che fanno pagare anche solo 15 euro per il tesseramento“. Dunque i “25 euro sono per una loro tutela e per la sicurezza“.

Lo stesso Cassani è tesserato per la Federazione: “E sono anche felice di pagare la quota perché quando salgo in bici mi sento tutelato. Il nostro è uno sport bellissimo, ma anche con qualche rischio. Tutto deve essere predisposto al meglio per renderlo sicuro“.

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-davide-cassani-daccordo-sulla-bike-card-non-e-tassa-sul-sudore-ma-per-la-sicurezza-i-motivi-per-pagare-i-25-euro/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 29024
Iscritto il: gio mag 22, 2014 10:55
Località: Bari 080
Record: 2

Re: Appassionati di Ciclismo

Messaggioda Miky88 » sab gen 13, 2018 23:53


Ciclismo: oggi Marco Pantani avrebbe compiuto 48 anni! Tanti ricordi per un campione immortale

“Vado così forte in salita per abbreviare la mia agonia”. Una delle frasi che hanno reso mito un ciclista, un campione del pedale, semplicemente Marco Pantani, scomparso nel 2004 a Rimini, in quel maledetto residence Le Rose. Nato il 13 gennaio del 1970 Marco quest’oggi avrebbe compiuto 48 anni e le testimonianze di affetto, via social e tra gli amanti dello sport in bicicletta, sono ancora tantissime.

Il “Pirata”, come amava farsi chiamare, è ancora nei nostri cuori perché ha saputo accarezzarli con gesta uniche nel proprio genere, rendendo imprevedibile una corsa ed abituale il numero da circo. Era questo Pantani che, fin da quel 1994, seppe regalare emozioni uniche nel suo genere. quando scattò in faccia a “Sua Maestà” Miguel Indurain nella “Merano-Aprica”, ha iniziato a scrivere la sua leggenda.

Pagine intrise di coraggio, forza e orgoglio perchè Marco era questo, prendere o lasciare. Per lui la bicicletta era come una sorella, con la quale parlare ed addormentarsi, e la salita l’inevitabile compagna di viaggio per dimostrare la propria grandezza. Alpi e Pirenei percorsi più velocemente degli altri con quel modo di pedalare così diverso e creativo. Un campione fuori dagli schemi come quando, sotto il diluvio del Col du Galibier nel 1998, a 50 km dal traguardo, fece il vuoto, strappando la Maglia Gialla al panzer teutonico Jan Ullrich e conquistando il simbolo del primato. L’arrivo ai Campi Elisi, la consacrazione e l’apice di una carriera. Un anno che portò al Pirata anche la corsa rosa con il duello da “Mezzogiorno di fuoco” sull’erta di Montecampione contro il russo Pavel Tonkov. Che confronto! Una lotta di nervi risoltasi sul finale, valsa un altro tassello del puzzle metafisico di quella stagione magica.

Viene in mente poi Courchevel nel 2000 quando Lance Armstrong, il sovrano, fu detronizzato dallo scatto perpetuo del corridore italiano. E’ quella l’ultima immagine del nostro eroe che si vuole ricordare perchè in essa c’è tutto quel che ha dato al suo sport: un artista del ciclismo, unico ed immortale.

Auguri Marco!

https://www.oasport.it/2018/01/ciclismo-oggi-marco-pantani-avrebbe-compiuto-48-anni-tanti-ricordi-per-un-campione-immortale/
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati

PrecedenteProssimo

Torna a CALCIO ITALIANO E STRANIERO & ALTRI SPORT


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti