spacer

Accade Oggi

In questa sezione diamo libero spazio alla fantasia ed alle curiositĂ  di tutti i fratelli biancorossi.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, divin gallo

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:13


Giostrine da riparare o sostituire, al via i lavori di manutenzione nei giardini pubblici

Il primo intervento questa mattina, nel giardino di viale Papa Pio XII antistante l'Oncologico, in cui è stato sostituito lo scheletro di un'altalena, rimasta senza catena e seggiolini. Hanno preso avvio così le operazioni di riparazione e di manutenzione di alcuni attrezzi ludici per bambini negli spazi pubblici della città.

Nei prossimi giorni l’azienda incaricata dei lavori interverrà in largo Maierotti per installare due nuovi giochi molla e uno scivolo. A seguire, sarà la volta di Torre Quetta, dove saranno sistemate delle altalene danneggiate nell’area a sud della spiaggia, e poi anche dell’area ludica interna alla pineta San Francesco.

"Si tratta ovviamente di un intervento straordinario - ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - che in qualche modo anticipa ciò che abbiamo previsto nell’accordo quadro per la manutenzione dei giochi per bambini, attualmente in gara. Quest’ultimo, infatti, con un importo di circa 300mila euro, ci consentirà di intervenire in maniera tempestiva su tutte le aree cittadine per le quali è richiesta una lavorazione o la sostituzione complessiva delle attrezzature ludiche. In attesa della conclusione della procedura di gara, abbiamo deciso di sostituire alcune giostrine con un impegno di spesa di 20mila euro, che ci permette di rispondere alle richieste più urgenti dei cittadini, tra cui quelle di rimuovere vecchi giochi danneggiati e pericolosi, come già fatto nelle settimane scorse in alcune aree pubbliche della città".

http://www.baritoday.it/cronaca/manutenzione-giostrine-rotte-giardini.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:13


Lavori di riqualificazione completati, riapre il nido An/8 di via Carabellese

I lavori di riqualificazione hanno fatto slittare di qualche giorno l'avvio delle attività educative, ma finalmente oggi anche i bimbi dell’asilo nido An/8, in via Carabellese, a Japigia, hanno fatto ritorno nel loro asilo.

Gli interventi, effettuati ad agosto e in parte nel mese di settembre, hanno riguardato la sostituzione della pavimentazione, il rifacimento dei servizi igienici, la realizzazione di un vano spogliatoio e la riverniciatura delle pareti di tutti gli ambienti. L’importo dei lavori ammonta complessivamente a 40mila euro.

“Abbiamo dovuto attendere qualche giorno in più per la ripresa delle attività, ma si trattava di lavori assolutamente necessari - ha commentato Paola Romano -. Oggi è finalmente cominciato l’anno scolastico anche per i piccoli alunni dell’asilo An/8, che avranno a loro disposizione degli spazi completamente rinnovati: mi riferisco in particolare ai bagni e allo spogliatoio, che addirittura prima d’ora non esisteva. La ristrutturazione di questo edificio, che mancava da più di 25 anni, finalmente offrirà degli ambienti adeguati alla presenza e alla frequentazione dei bambini. Stiamo lavorando molto sul versante della sicurezza e dell’accessibilità agli edifici, proprio per garantire luoghi sicuri e adatti alle esigenze dei più piccoli. Ringrazio per la pazienza e la comprensione i genitori, con cui siamo stati in contatto per tutto questo tempo scambiandoci informazioni sulla tempistica e le varie fasi del cantiere. Fra qualche giorno potranno contare anche sul servizio pomeridiano dell’asilo, che ripartirà il prossimo 2 ottobre”.

http://www.baritoday.it/scuola/lavori-riqualificazione-nido-an8-japigia-riapertura.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:13


Dallo studio del crimine uno strumento per prevedere i reati: la Regione punta sulla 'eSecurity'

Uno studio di carattere statistico sui fenomeni criminali, per prevedere dove e quando i reati verranno commessi, ottenendo così dati utili sia per l'azione delle forze dell'ordine che per la pianificazione di politiche di antimafia sociale. E' questo l'obiettivo del protocollo di intesa sulla 'eSecurity' siglato oggi a Bari tra la Regione Puglia, l'Università di Trento e la sua start-up 'Intellegit'. Un approccio innovativo nel contrasto alla criminalità, che la Puglia è la prima pubboica amministrazione ad adottare, dopo quella trentina. L'intesa è stata sottoscritta dal governatore Michele Emiliano con il Rettore dell’Università degli studi di Trento, Paolo Collini e l'Amministratore delegato di Intellegit, Giorgio Casoni.

"Questo è un protocollo d'intesa – ha spiegato Emiliano - che consentirà all'Università e alla Regione Puglia di studiare i dati del crimine della regione in modo da avere dati predittivi sulla commissione dei reati in futuro. Si tratta di statistica, di meccanismi attraverso i quali studiando la reiterazione dei reati in determinate condizioni, in determinati luoghi e in determinati orari, è più facile dare suggerimenti alle forze dell'ordine su come collocarsi sul territorio. Ma non solo. Questi dati saranno utilissimi alle attività dell'antimafia sociale per intervenire in quei quartieri, in quei luoghi, in quelle città dove è più necessario intervenire sull'educazione alla legalità, contro la violenza sulle donne e contro, in generale, quei fenomeni drammatici che abbiamo dovuto affrontare proprio da ultimo anche nella regione Puglia. Si tratta di una soglia molto avanzata. La Puglia – ha concluso Emiliano - sarà, dopo la provincia autonoma di Trento e la città di Trento, il primo soggetto pubblico che avvia studi di questo tipo in collaborazione con un'Università che è stata antesignana di questo genere di approfondimento scientifico". Il governatore ha poi ricordato come l'accordo odierno scaturisca in realtà dall'impegno di Stefano Fumarulo, dirigente dell’Antimafia sociale della Regione Puglia, scomparso precocemente nell'aprile scorso.

"La nostra ricerca – ha sottolineato il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini - è una ricerca fortemente pluridisciplinare che mette insieme scienze giuridiche, scienze sociali, tecnologiche, scienze pure, cercando di connetterle tra loro. Oggi è un’occasione importante per noi perché non solo è un campo applicativo, che per noi è un campo di ricerca, ma anche perché restituiamo strumenti utili per le amministrazioni. La ricerca mette a punto non solo un modello di analisi del territorio del crimine ma anche un modello predititivo, la capacità cioè di anticipare i luoghi dove il crimine si manifesta e si concentra maggiormente".

http://www.baritoday.it/cronaca/prevenzione-crimine-accordo-regione-puglia-unitrento.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:14


Perugia, il giudice molfettese Umberto Rana ferito in un'aggressione in tribunale

E' originario di Molfetta uno dei due giudici rimasti feriti questa mattina in un'aggressione avvenuta nel tribunale di Perugia. Si tratta di Umberto Rana.

Il magistrato molfettese era intervenuto in soccorso di una collega, Francesca Altrui, aggredita con un coltello da un uomo mentre si trovava nella sua stanza. Il giudice ha riportato lievi ferite, insieme alla collega e ad un impiegato amministrativo, anch'egli intervenuto in soccorso della donna.

L'aggressore, un 50enne della provincia di Perugia, è stato poi fermato dalla polizia e portato in Questura. L'aggressione, secondo quanto si è appreso, sarebbe maturata per ragioni legate ad un procedimento civile.

http://www.baritoday.it/cronaca/perugia-aggressione-tribunale-ferito-giudice-umberto-rana-molfetta.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:14


Dal Policlinico un accesso diretto per il Polipark: "A breve i nuovi lavori"

Raggiungere il Polipark di via Solarino direttamente dalle aree di circolazione interne del Policlinico. I lavori per la realizzazione del nuovo accesso, nella struttura riaperta a luglio dopo lavori di riqualificazione e adeguamento, dovrebber partire entro la metĂ  di ottobre. In mattinata, l'assessore ai Lavori pubblici Galasso ha effettuato un sopralluogo nella struttura, verificando anche "l'alto gradimento" da parte dei cittadini, che quotidianamente utilizzano il parcheggio.

Nella mattinata odierna, alle ore 11, su 1413 posti auto disponibili ne erano occupati 1328, di cui 919 da utenti giornalieri e 409 da persone provviste di abbonamento. "Ciò significa - ha sottolineato Galasso - che il parcheggio sta funzionando molto bene e i 640 abbonamenti mensili per il servizio park&ride lo dimostrano. L’area che, come immaginavamo, assume una valenza strategica per il decongestionamento del traffico in quella parte della città, sta riscuotendo un enorme successo".

Nel corso del sopralluogo, i tecnici del Comune hanno accompagnato i rappresentanti dell’impresa EFFAR srl di Bari, che nei giorni scorsi si è aggiudicata lavori di riqualificazione delle rampe ed aree esterne al parcheggio, operazione che rientra nel progetto di completamento del Polipark predisposto dal Comune di Bari. Entro metà ottobre partiranno questi ultimi interventi, dal costo complessivo di 364mila euro (aggiudicato con il ribasso del 32,521 %). Al termine del cantiere (la durata prevista dei lavori è di 60 giorni) saranno in tutto quattro gli ingressi della struttura: uno interno all’ospedale Policlinico e tre esterni (uno da via Storelli, due da via Solarino per entrambe le direzioni di marcia). Di contro, tre saranno le vie di uscita: sarà possibile uscire dal Polipark immettendosi su via Solarino, nei due sensi di marcia, oppure immettendosi nella viabilità interna del Policlinico. Un'opzione, quest'ultima, utile in particolare per le operazioni di accompagnamento dei pazienti che hanno problemi di deambulazione e che hanno quindi bisogno di essere accompagnati e presi nelle immediate vicinanze dei reparti presso cui si recano.

Il parcheggio multipiano di via Solarino dispone di 1354 posti auto ordinari, 30 posti auto riservati a cittadini con disabilitĂ  e 25 per donne in attesa o in stato di post gravidanza. Altri 4 posti sono riservati ai dipendenti, mentre sono due le aree riservate alle motociclette e alle biciclette, con 72 posti disponibili per le moto e 40 stalli per le biciclette.

http://www.baritoday.it/cronaca/polipark-accesso-diretto-policlinico-lavori.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » lun set 25, 2017 18:15


Incidente sulla Strada Statale Appia: muore Giovanni Cosimo De Musso di Molfetta

Ha perso la vita in seguito ad un incidente sulla Strada Statale Appia un 56enne di Molfetta, Giovanni Cosimo De Musso.

L'uomo si stava recando al lavoro con altri due colleghi, dipendenti di una societĂ  portuale, viaggiando in direzione Taranto all'interno di una Fiat Punto che, secondo una prima ricostruzione, si sarebbe ribaltata durante la marcia. De Musso, a quanto pare, si trovava sul sedile anteriore. Altri due passeggeri che viaggiavano con lui sono stati trasportati all'ospedale di Castellaneta, con ferite lievi.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Taranto per eseguire i rilievi e accertare la dinamica dell’incidente, oltre ai vigili del fuoco e a personale del '118'.

http://www.baritoday.it/cronaca/incidente-stradale/morto-giovanni-cosimo-de-musso-molfetta-statale-appia.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:06


Policlinico: Giancarlo Ruscitti nominato commissario straordinario

Giancarlo Ruscitti è il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria Policlinico di Bari. L'incarico è stato deliberato oggi dalla giunta Emiliano, nelle more della nomina del nuovo direttore generale.

La giunta regionale ha anche deliberato anche la nomina di Antonello Del Vecchio quale Sub-commissario per lo scorporo del Plesso pediatrico che provveda in modo specifico all’adozione di tutti gli atti propedeutici allo scorporo dell’attuale Plesso Giovanni XXIII dall’Azienda ospedaliera Policlinico di Bari. Il Sub-commissario affiancherà il Commissario straordinario.

http://www.baritoday.it/cronaca/policlinico-giancarlo-ruscitti-commissario-straordinario.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:06


"Mancata trasparenza online sui redditi", l'Anac sanziona il Politecnico

L'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione, ha sanzionato alcuni docenti e dipendenti del Politecnico per non aver rispettato gli obblighi di trasparenza online sui redditi cui è sottoposta la pubblica amministrazione, o per aver risposto in ritardo rispetto ai termini previsti.

I provvedimenti - 21 in tutto - sono scaturiti da un'attivitĂ  di controllo condotta dall'Anac nel 2016 su 32 universitĂ  statali di capoluoghi di provincia. Le sanzioni, di mille euro, hanno riguardato lo stesso rettore del Politecnico, Eugenio Di Sciascio, docenti, personale amministrativo e personale esterno.

«Non c’è mai stata nessuna volontà, da parte dell’amministrazione accademica, di nascondere alcuna informazione, né abbiamo mai mancato di pubblicare un dato, fino ad ora. E’ accaduto – spiega il rettore Di Sciascio in merito al provvedimento – che nel momento in cui l’Anac ha eseguito i controlli, i dati dei componenti gli organi amministrativi non erano stati ancora caricati sul nostro sito internet, a causa di un mero disguido tecnico. Sollecitati dall’Autorità – aggiunge – vi abbiamo provveduto ma il termine era ormai scaduto, facendo scattare, inevitabilmente, la sanzione prevista». «Si tratta comunque – aggiunge il rettore Di Sciascio - di una sanzione puramente amministrativa, che rientra nell’ordinaria attività di controllo dell’Anac, la quale ha successivamente verificato l’avvenuta corretta pubblicazione dei dati. Siamo convinti sostenitori della trasparenza – conclude il rettore – e lo dimostra il fatto che siamo sempre stati puntuali nella pubblicazione, negli anni passati. Saremo sempre disponibili a collaborare con l’Autorità per ogni eventuale esigenza».

http://www.baritoday.it/cronaca/mancata-trasparenza-redditi-online-multe-anac-rettore-politecnico.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:07


Rubinetti senz'acqua per ore all'ospedale San Paolo: scatta l'intervento dell'Aqp

I reparti dell'ospedale del quartiere San Paolo sono senz'acqua da questa mattina. La notizia, segnalata a BariToday da una paziente ricoverata nella struttura, ha trovato conferma nelle parole del direttore generale dell'Asl Bari, Vito Montanaro. "Da diverse ore non esce acqua dai rubinetti" ha spiegato la donna, impossibilitata - come gli altri degenti - persino di usufruire del bagno per lavarsi.

Ancora ignota la causa che ha portato al blocco del rifornimento idrico nella struttura, così come l'estensione dell'area interessata dal problema. "Confermo che ci sono state delle problematiche per l'afflusso di acqua nei reparti - ha commentato Montanaro -. I tecnici di Acquedotto Pugliese hanno comunque già raggiunto la struttura e sono all'opera per ripristinare il rifornimento idrico". La situazione dovrebbe quindi sbloccarsi nelle prossime ore e i pazienti saranno così liberi di utilizzare i servizi igienici.

Dopo un primo controllo da parta dei tecnici di Acquedotto Pugliese, sembrebbe che il problema sia circonscritto al sistema di tubature della sola struttura ospedaliera. "L'approvigionamento di acqua in zona è regolare - spiegano da Aqp - e anche la pressione certificata è elevata. I controlli sono ancora in corso, ma pensiamo sia derivati da una valvola malfunzionante o comunque da un altro problema interno".

La societĂ  ha comunque pronta una soluzione temporanea per permettere il normale utilizzo dei servizi igienici da parte dei degenti se la riparazione richiedesse tempo. "Ci attiveremo con l'approvigionamento da un autobotte per garantire fino al ripristino la regolaritĂ  del servizio nella struttura".

http://www.baritoday.it/cronaca/niente-acqua-ospedale-san-paolo-intervento-aqp.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:08


"No al demansionamento", ausiliari della Santa Maria in sciopero

Si oppongono alla procedura di licenziamento collettivo finalizzata alla loro esternalizzazione e fanno appello alla Regione affinché intervenga nella vertenza. Ausiliari della Santa Maria in protesta, questa mattina, davanti ai cancelli della clinica.

"Santa Maria siamo e tali rimaniamo", recita lo slogan impresso sulle magliette indossate da alcuni dei manifestanti. Uno sciopero e un sit-in organizzati appunto per dire no alla procedura che coinvolge i 46 ausiliari della clinica, acquisita nel 2016 dal gruppo GVM. Nei mesi scorsi, per i 46 dipendenti è stata avviata una procedura di licenziamento collettivo, che dovrebbe portare alla loro riassunzione da parte di un'azienda esterna, sempre collegata a GVM, ma con un contratto da pulitori. Un passaggio che i lavoratori non accettano, denunciando come per loro questo significherebbe di fatto un demansionamento, con tutte le conseguenze, anche economiche, del caso. Le trattative sindacali, tuttavia, finora non hanno dato esito, e quella dei 46 dipendenti sembra già una strada segnata. Per questo sindacati e lavoratori fanno appello alla Regione, affinché chieda alla società di revocare la procedura.

Nel pomeriggio, sindacati e azienda sono stati convocati in Regione per un incontro con il capo del dipartimento Salute, Giancarlo Ruscitti. Un confronto che sarà focalizzato essenzialmente sulla questione accreditamenti, sollevata dai sindacati proprio in merito a quanto sta accadendo alla Santa Maria. "Siamo davanti ad un paradosso - spiega Domenico Ficco, segretario generale FP Cgil - Da una parte c'è la Regione che stanzia dieci milioni di euro per la formazione di nuove unità OSS, dall'altra ci sono cliniche accreditate che licenziano le stesse persone che hanno conseguito quella qualifica". La richiesta avanzata dai sindacati alla Regione - sintetizza Ficco - è secca: "Sospendere la procedura di licenziamento collettivo avviata alla Santa Maria, nelle more di una revisione generale delle attuali procedure di accreditamento".

Intanto, in occasione dello sciopero odierno - riferiscono i sindacati - molti degli ausiliari sono stati precettati. Per i rappresentanti dei lavoratori, un altro paradosso nell'intera vicenda. "Alla vigilia dello sciopero l'azienda, come è giusto che sia, ha reso nota la lista del personale adibito ai servizi minimi essenziali. Un elenco - spiega Ficco - in cui figuravano buona parte degli ausiliari. E allora, viene da chiedersi: se l'azienda li inserisce in quella lista, quelli svolti dagli ausiliari sono davvero servizi minimi essenziali. E non, come invece la stessa azienda vorrebbe far credere, semplici mansioni da pulitori".

"L'azienda non si smuove dalle sue posizioni - afferma Teresa Mennuni, referente provinciale Uil Fpl - noi speriamo in un intervento della Regione affinché la procedura di licenziamento venga ritirata. Intanto oggi l'azienda ha precettato tutti gli ausiliari". Un modo per boicottare lo sciopero? "Sì, ma anche l'ennesima dimostrazione che questi lavoratori sono indispensabili per la clinica".

http://www.baritoday.it/economia/sciopero-ausiliari-santa-maria-licenziamenti..html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:09


Pedonalizzazione via Bozzi, l'ira dei residenti: "Trovare parcheggio è impossibile". Oggi la discussione in Consiglio Municipale

"Questa pedonalizzazione non s'ha da fare". Potremmo giocare ad elaborare il celebre passo Manzoniano per riassumere gli animi dei residenti del quartiere Murat in seguito alla pedonalizzazione di largo Giordano Bruno e alla chiusura al traffico della vicina via Giuseppe Bozzi. Quest'ultima sperimentazione è partita a luglio e ha suscitato più di un malumore tra i residenti, riuniti nel comitato 'Salvaguardia zona Umbertina', che si sono visti negare posti auto. Eppure le lungaggini burocratiche potrebbero favorirli.

Malumori che oggi sono emersi durante la sessione del Consiglio del I Municipio sul tema, a cui i residenti hanno partecipato, accompagnati dalla consigliera comunale Irma Melini. "Vista la grande presenza di auto in centro - racconta Etta Damiani, componente del Comitato -, soprattutto nella zona del Petruzzelli, per noi residenti è diventato impossibile parcheggiare e questa chiusura al traffico di via Bozzi ci ha solo penalizzato". I residenti vorrebbero invece che la zona fosse trasformata in Ztl, sul modello di quanto avvenuto a Bari vecchia. "O, in alternativa - commenta il vicepresidente del Comitato Mario Gargano - rendere le zone a pagamento per tutti, come via Imbriani, gratuite per i residenti. Non si può incentivare il commercio con queste delibere e mettere in difficoltà i residenti. Del resto se non si aiuta a trovare posto, come possono crescere le attività del Municipio? Penso ad esempio al mercatino dell'antiquariato domenicale".

Tra gli altri problemi segnalati c'è anche la questione sicurezza e sporcizia, soprattutto sul lungomare e nelle zone della movida notturna. "Le tante bottiglie di vetro lasciate in giro da coloro che frequentano il centro cittadino di certo non sono un bel biglietto da visita - spiegano dal Comitato -. Ci vorrebbe maggiore controllo da parte dell'amministrazione sui commercianti per evitare problematiche del genere. Senza contare poi che raramente vediamo pattuglie della Polizia municipale in zona, anche quando le chiamiamo per segnalare eventuali disservizi. Bisogna puntare sulla sicurezza, non solo per i residenti, ma anche per chi frequenta una delle zone più belle della città".

La volontà della maggioranza del Consiglio comunale è comunque quella di continuare la chiusura sperimentale di via Bozzi per altri cinque mesi, ovvero fino alla fine di gennaio. Decisione a cui si oppongono strenuamentela consigliera comunale Irma Melini e la consigliera municipale Anna Mercurio e il tempo sembra giocare a favore loro e dei residenti contrari al provvedimento. "La sperimentazione dovrebbe terminare il 30 settembre, salvo ratifica del provvedimento da parte del Consiglio municipale - spiega la Melini - e oggi non si è raggiunto il numero legale per confermare l'estensione del provvedimento".

"La prossima seduta del Consiglio è monotematica - prosegue la Mercurio - e non tratta di questo tema. Se non fosse convocata una sessione straordinaria, quindi, in automatico dopo il 30 settembre il provvedimento decadrà e la strada sarà riaperta alla auto". E a quel punto solo da Palazzo di città potrebbe arrivare una nuova ordinanza per la pedonalizzazione.

http://www.baritoday.it/cronaca/via-bozzi-pedonale-protesta-residenti-chiusura-auto-parcheggi.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:09


Bancarotta fraudolenta da sei milioni di euro: arrestati due imprenditori edili

Avrebbero messo in atto complesse operazioni societarie per 'svuotare' le casse della società da loro amministrata, "a favore di una società benificiaria appositamente costituita", e "procurarsi l’ingiusto profitto in pregiudizio dei creditori".

Due imprenditori monopolitani sono stati arrestati stamattina dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Bari. Ai domiciliari fratelli Domenico e Luca Alba, di 71 e 69 anni, amministratori di una società di Monopoli operante nel settore della “costruzione di edifici residenziali e non”. I due imprenditori sono accusati, in concorso tra loro, di bancarotta fraudolenta aggravata patrimoniale e di bancarotta documentale.

Le indagini svolte dai finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria avrebbero permesso di far luce sulle operazioni messe in atto dagli amministratori pro-tempore, "anche grazie - è spiegato in una nota della Procura - alla collaborazione del professionista depositario delle scritture contabili e di altri complici aventi specifici incarichi societari, tutti indagati", che avrebbero portato alla "distrazione ed al depauperamento delle risorse economico-finanziarie della società per oltre sei milioni di euro".

Già nella primavera scorsa i finanzieri avevano sequestrato l’opificio industriale di Monopoli con annessa palazzina per uffici, sede della società, oltre al terreno pertinenziale di circa 12.500 metri quadri, per un valore di 4.936.000 euro.

In particolare, spiega la Procura, "è stato accertato che gli indagati, al fine di procurarsi l’ingiusto profitto in pregiudizio dei creditori, hanno posto in essere una complessa operazione di scissione societaria con conferimento di beni e ricchezze a favore di una società beneficiaria, appositamente costituita, per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro, conferendo contestualmente ad un’ulteriore società neo-costituita un patrimonio mobiliare (beni strumentali, arredi e rimanenze di magazzino) per circa 600.000 euro e ceduto crediti per oltre 100.000 euro. Inoltre, l’attento esame della contabilità ha portato alla scoperta di una gestione anomala della liquidità che ha determinato un’ulteriore distrazione per circa 1.400.000 euro".

http://www.baritoday.it/cronaca/bancarotta-fraudolenta-arrestati-imprenditori-domenico-luca-alba-monopoli.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:09


Operatori dell'igiene urbana "senza stipendio da 2 mesi", la denuncia da Poggiorsini

"Senza le mensilità di luglio e agosto più la quattordicesima. Non so più come andare avanti": è la sfogo di un operatore della nettezza urbana del piccolo comune murgiano di Poggiorsini dove tre lavoratori stanno incontrando difficoltà da qualche mese nel mezzo del passaggio di consegne tra la Tradeco e la società Raccolio srl, componente dell'Ati vincitrice (Con TeKnoservice srl e Azienda Servizi Vari Spa) dell'appalto per la raccolta dei rifiuti in sette centri del Barese, tra cui quello al confine con la Basilicata. Una gara aggiudicata provvisoriamente dalla Consip a giugno ma sulla quale pendono ancora alcuni ricorsi. Il Comune, con una determina, ha assegnato, il servizio di igiene urbana alla Raccolio dal primo settembre, per un periodo di almeno 90 giorni (e comunque fino alla stipula del nuovo contratto), in attesa dell'aggiudicazione definitiva dell'appalto valido per 84 mesi.

Due dei tre operatori non hanno potuto ancora perfezionare il passaggio alla nuova azienda poiché sono in malattia e attenderebbero ancora dall'impresa precedente le retribuzioni di luglio e agosto più l'erogazione della quattordicesima che doveva essere espletata entro metà luglio. Il terzo lavoratore, invece, sarebbe stato già assunto dalla società subentrante ma dovrebbe ancora ricevere il Tfr e la quattordicesima maturati lavorando con la Tradeco. Sulla vicenda è intervenuta la Cgil che ha chiesto al Comune di Poggiorsini di sostituirsi a Tradeco per l'erogazione delle mensilità mancanti, in base all'articolo 30 del Codice degli appalti. A quanto pare, secondo i sindacati, il Comune avrebbe invece pagato il canone direttamente alla Tradeco anzichè 'liquidare' gli stipendi spettanti agli operatori. Una vicenda intricata che deve fare i conti con la vita quotidiana di chi ha da mandare avanti casa e famiglia, senza la sicurezza di un salario regolarmente retribuito.

http://www.baritoday.it/cronaca/poggiorsini-raccolta-rifiuti-lavoratori-senza-stipendio.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:10


Settantadue box, presidio dei vigili e box informazioni: il progetto del nuovo mercato di via Pitagora

Settantadue box "colorati diversamente" sulla mappa in base alle merci da esporre, un box informazioni, un presidio di Polizia locale e anche locali e-commerce per gli esercenti piĂą un bancomat: il nuovo mercato coperto di via Pitagora, a Japigia, comincia a 'prendere forma' nel progetto svelato durante l'incontro,di questo pomeriggio tra gli assessori comunali baresi ai Lavori Pubblici e allo Sviluppo Economico, Giuseppe Galasso e Carla Palone, con gli operatori. L'obiettivo del confronto era condividere alcune modifiche del progetto prima di avviare la gara. La struttura dotata anche di 12 posteggi annessi per ambulanti su furgone e un piccolo fabbricato per i servizi igienici, conterrĂ  16 box per prodotti ittici, 4 per carni, 4 per salumi e 48 per frutta e verdura. I tecnici del Comune hanno lavorato per superare alcune criticitĂ  che non avevano consentito di ottenere la validazione del progetto definitivo redatto in precedenza.

“Dopo aver perfezionato il comodato d’uso delle aree esterne alle case di Arca Puglia (ex Iacp), aver disostruito con una pulizia straordinaria la fogna bianca di via Pitagora ed aver sistemato l’area parcheggio ad angolo tra via Peucetia e via Pitagora, in corso di ultimazione in questi giorni, - spiega l’assessore Galasso -, ora ci stiamo concentrando su questo progetto che permetterà di rimuovere dalla strada uno dei più importanti e frequentati mercati quotidiani che ancora si svolge all'aperto”.

“Gli operatori sono soddisfatti del progetto che gli abbiamo presentato e hanno richiesto alcune modifiche che con gli uffici tecnici riusciremo a portare a termine - ha invece aggiunto l’assessore Palone -. Con loro interloquiremo fino alla conclusione di questa vicenda. Uno per volta stiamo mettendo insieme i pezzi del Piano comunale dei mercati che ha, come obiettivo ultimo, quello di riqualificare tutte le strutture cittadine, sia dal punto di vista delle condizioni fisiche delle aree e delle strutture sia dando nuove opportunità agli operatori mercatali, che in questo modo potranno migliorare le loro condizioni di lavoro”.

http://www.baritoday.it/cronaca/mercato-via-pitagora-japigia-progetto-incontro-operatori.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

Miky88

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 23088
Iscritto il: gio mag 22, 2014 9:55
LocalitĂ : Bari 080
Record: 2

Re: Accade Oggi

Messaggioda Miky88 » mar set 26, 2017 18:10


Confessò omicidio alla moglie, 14 anni dopo lei racconta il delitto: condannato

E' stato condannato a venti anni di reclusione il 50enne Domenico Velluto, riconosciuto responsabile dell'omicidio del 26enne Rocco Sciannimanico, avvenuto nel 2001. La sentenza è stata emessa dal gup del tribunale di Bari Roberto Oliveri del Castillo al termine del processo con rito abbreviato.

Erano state le dichiarazioni dell'ex moglie di Velluto, nel 2015, a consentire alla Procura di riaprire il caso, inizialmente archiviato per insufficienza di prove.

La donna, diventata nel frattempo testimone di giustizia, ha raccontato cosa accadde quella sera del 14 febbraio 2001, riferendo di come avesse aspettato per due ore il marito, con il quale sarebbe dovuta uscire a cena. Per giustificarsi del ritardo e rispondere alla moglie che lo accusava di essere stato con l'amante, l'uomo le raccontò del delitto, portandola sul luogo dell'omicidio. Dalle dichiarazioni della donna sono poi partiti ulteriori accertamenti della Dda. L'omicidio sarebbe scaturito da un debito non pagato per una partita di droga.

http://www.baritoday.it/cronaca/omicidio-rocco-sciannimanico-ex-moglie-testimone-condannato-domenico-velluto.html
Sappiate amare la Bari,
Sappiatela custodire,
Guardatela sempre
con occhi innamorati



Seguici su Istagram QUI

PrecedenteProssimo

Torna a NONSOLOBARI - PAROLE IN LIBERTA'


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite