Passa allo stile standard per PC desktop
In questa sezione diamo libero spazio alla fantasia ed alle curiosità di tutti i fratelli biancorossi.
Rispondi al messaggio

Re: "Cittadini, differenziate di più"

gio lug 27, 2017 19:14

Porta a porta, domani si parte a Palese. Petruzzelli: "Al via la rimozione cassonetti"

La raccolta differenziata porta a porta a Bari sta per espandersi: a partire da domani le pattumelle compariranno davanti ad ogni portone di una parte del quartiere a nord di Bari - "Quella interessata dal lungomare da un lato e dai binari dall'altro" aveva spiegato in conferenza stampa l'assessore Petruzzelli - e i residenti dovranno abituarsi a non vedere più i cassonetti. Già da questa sera bisognerà esporre i contenitori dell'indifferenziato e della carta.
Da questa mattina sono infatti partite le operazioni di rimozione dei bidoni della spazzatura dalle strade da parte dell'Amiu, esattamente come accadde per Santo Spirito allo startup del servizio. Ieri sera l'assessore all'Ambiente ha pure incontrato i residenti di Palese per spiegare loro come funzionerà il nuovo sistema di raccolta differenziata. "Avranno un quartiere più pulito e ordinato, senza cassonetti - spiega -. Esattamente come Santo Spirito e sono convinto che saranno bravi come i cittadini di Santo Spirito".

http://www.baritoday.it/cronaca/avvio-porta-a-porta-palese-rimozione-cassonetti-incontro-petruzzelli.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mer ago 09, 2017 18:23

Torre a Mare, le isole ecologiche trasformate in discariche a cielo aperto: "Servono più multe"

Più che isole ecologiche, sembra di essere davanti ad una discarica a cielo aperto: i sacchetti di rifiuti riempiono fino all'orlo i cassonetti e c'è persino chi li abbandona sopra il coperchio. Siamo a Torre a Mare, uno dei luoghi più frequentati da baresi e turisti nel periodo estivo, costretti a confrontarsi per le strade con questo spettacolo degradante.

A dare l'allarme è il comitato di quartiere locale, che ha allegato diverse foto delle isole ecologiche sparse per il quartiere. E troviamo non solo sacchetti della spazzatura, ma anche sedie di plastica, vaschette, bottiglie di vetro abbandonate. Se a questi aggiungiamo poi le alte temperature di questo periodo, si possono spiegare i cattivi odori in zona e il proliferarsi di blatte e topi, fenomeno segnalato anche nelle vie del quartiere a sud di Bari. "È uno scempio, una vergogna - scrive nel post il comitato -. Siamo una banda di incivili sporcaccioni, incapaci di differenziare, incapaci di conferire agli orari corretti".
La soluzione proposta per fermare il fenomeno dei 'sacchetti selvaggi'? Più controlli e sanzioni: "Vogliamo le telecamere e le multe" concludono.

http://www.baritoday.it/cronaca/rifiuti-abbandonati-cassonetti-denuncia-comitato-torre-a-mare.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mer ago 09, 2017 18:23

A Santo Spirito 'vola' il porta a porta: a luglio superata la soglia dell'80%

Vola la raccolta rifiuti porta a porta nel quartiere di Santo Spirito: a luglio, secondo i risultati diffusi dal Comune, il nuovo sistema ha raggiunto l'80,60%. Il nuovo sistema era stato introdotto il 19 giugno scorso, a cui è seguita una parte di Palese da fine luglio. In particolare, a Santo Spirito, sono stati raccolti il 45,04% di frazione organica, il 12,19% di carta e cartone, il 9,97% di plastica e di metalli, il 13,40% della frazione del vetro. I dati riguardano 3600 utenze totali, di cui 3300 utenze domestiche e 300 non domestiche.

“Il merito di questo risultato è in gran parte dei cittadini che hanno accolto la novità e stanno mostrando grande impegno – spiega l’assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -. Questo dato racconta l’amore dei residenti per il loro quartiere che tutti insieme dobbiamo proteggere da chi, soprattutto nella stagione estiva lo frequenta e non ha comportamenti civili. A Santo Spirito stiamo lavorando sodo, grazie anche agli operatori dell’Amiu che si stanno cimentando con le nuove modalità di raccolta che necessariamente richiedono più impegno. Ma siamo consapevoli che lo sforzo maggiore lo abbiamo chiesto ai cittadini che vogliamo ringraziare e incentivare a continuare su questa strada, portando il loro esempio sugli altri quartieri dove stiamo procedendo con lo stesso servizio. A Palese, in questi primi 10 giorni il trend è sicuramente positivo e ci lascia ben sperare anche se attenderemo che il servizio si assesti per calcolare i dati definitivi. Nel frattempo a santo spirito, proprio per incoraggiare i cittadini che stanno facendo la raccolta differenziata in maniera corretta, stiamo partendo con i controlli sulle 170 utenze TARI che non hanno ritirato le pattumelle. Insieme alla Polizia Municipale ci recheremo casa per casa per chiedere ai cittadini come stanno smaltendo i rifiuti, che ovviamente producono, con la possibilità anche di procedere con la dovuta sanzione”. Il prossimo passo sarà estendere il servizio anche alla zona interna di Palese, Catino ed Enziteto, dove nei giorni scorsi sono partite le lettere che annunciano a breve il cambio del sistema.

Oltre ai buoni risultati della differenziata, però, c'è da registrare la segnalazione del consigliere comunale Michele Picaro (Ap) riguardante cestini pieni in piazza San Francesco, nel cuore del quartiere: "Sono stracolmi e la pavimentazione è lurida". La richiesta di intervento è stata girata all'Amiu e al Comune che hanno provveduto a svuotare quasi immediatamente i cestini e a pulire la piazza.

http://www.baritoday.it/cronaca/porta-a-porta-rifiuti-santo-spirito-raccolta-risultati.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mar ago 22, 2017 19:32

'Lancio del sacchetto' e abbandono di ingombranti, 'sporcaccioni' beccati dalle telecamere

Rifiuti conferiti fuori orario, o abbandonati in strada fuori dai cassonetti. E ancora, abbandono di ingombranti e mancata raccolta differenziata. Una lunga lista quella degli 'sporcaccioni', beccati anche grazie alle fototrappole installate dal Comune.

Nei giorni compresi tra l'11 e il 18 agosto - fa sapere il Comune - grazie alle telecamere sono stati elevati 23 verbali di accertamento, di cui uno ingombranti 2-2-2per abbandono di inerti sulla pubblica via, uno per conferimento rifiuti fuori dall’orario consentito e i restanti 21 per abbandono di rifiuti sulla pubblica via nelle immediate vicinanze dei cassonetti. Nello stesso periodo, 29 persone sono state colte in flagrante e sanzionate dagli agenti della Polizia municipale per conferimento di rifiuti fuori orario, otto per conferimento indifferenziato nei festivi, una per mancata differenziazione dei rifiuti, due per errato conferimento degli imballaggi. Sette sono invece i proprietari di suoli multati per non aver ottemperato all’ordinanza che dispone la pulizia del terreno e il taglio delle sterpaglie per evitare il rischio di incendi. Inoltre tre verbali sono stati elevati ad altrettanti cittadini per non aver raccolto gli escrementi del proprio cane, mentre un cittadino è stato sanzionato con 100 euro per aver gettato a terra un mozzicone di sigaretta. L’ammontare complessivo delle sanzioni è pari a 7.450 euro.

"L’utilizzo delle fototrappole dislocate sul territorio cittadino - dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli - si conferma uno strumento utilissimo per contrastare le pessime abitudini di alcuni cittadini, tanto più dannose in concomitanza con le temperature elevate registrate nelle settimane centrali di agosto. Dall’esame delle immagini registrate dalle telecamere è stato possibile individuare i trasgressori, la maggior parte dei quali sono risultati risiedere in Comuni limitrofi, il che conferma la nostra convinzione sul fenomeno della migrazione dei rifiuti dalle città vicine. Da parte nostra continueremo con le attività di monitoraggio e controllo del territorio cittadino sia attraverso l’operato degli vigili urbani e ambientali sia con l’ausilio dei dispositivi tecnologici che, d’accordo con Amiu Puglia, abbiamo deciso di incrementare. Parallelamente utilizzeremo i proventi delle sanzioni per promuovere specifiche campagne di informazione sul corretto conferimento della raccolta differenziata nelle scuole e nei luoghi di ritrovo e di svago".

http://www.baritoday.it/cronaca/abbandono-rifiuti-ingombranti-fuori-orario-multe-telecamere.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

gio ago 24, 2017 19:44

Palese batte Santo Spirito per il 'porta a porta': a settembre il via per Catino e San Pio

Il dato medio della raccolta differenziata a Palese, dopo tre settimane dall'avvio del nuovo sistema porta a porta, è del 78,54%, tre punti percentuale in più rispetto all'altra zona 'pilota' del servizio, il quartiere di Santo Spirito, nelle prime giornate d'introduzione del servizio. Le cifre sono state rese note dal Comune di Bari: “Devo fare i complimenti ai cittadini di Palese, che si sono dimostrati più bravi di quelli di Santo Spirito - ha affermato l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -. L’ottimo risultato raggiunto nelle prime tre settimane ci conferma la validità del percorso intrapreso e ci incoraggia a proseguire. Prima della partenza del servizio, in molti dicevano che il porta a porta a Palese sarebbe stato più problematico di quello avviato a Santo Spirito, in quanto il territorio non avrebbe le caratteristiche adatte a questo modello di raccolta. Questi dati, invece, raccontano che si tratta di un sistema che può funzionare in tutti i contesti urbani purché trovi la preziosa collaborazione dei cittadini, che hanno inteso perfettamente il valore di questo servizio e i benefici che possono derivarne. Ovviamente il tutto è reso possibile dal lavoro degli operatori Amiu che in questi mesi stanno portando avanti un’attività efficace e molto impegnativa”.
“Il dato raggiunto anche a Palese - prosegue il presidente del Municipio V Giovanni Moretti - conferma che stiamo procedendo molto bene grazie a un lavoro di squadra valido ed efficace. L’ottima partenza registrata a Santo Spirito e il risultato straordinario ottenuto a Palese testimoniano il grande senso civico dei cittadini del Municipio, che ringrazio per la collaborazione. In questi giorni, infatti, sto raccogliendo tante manifestazioni di gradimento per il porta a porta, che sono certo proseguirà benissimo anche nei quartieri San Pio, Catino, Palese Macchie e nel territorio palesino al di là dei binari, dove il servizio verrà avviato a breve”.

Prosegue intanto la distribuzione delle pattumelle e del materiale informativo nella zona interna di Palese, a Macchie, San Pio e Catino, ultima porzione del Municipio V non ancora coperta dal servizio. Consegnato circa il 50% dei kit previsti alle famiglie e alle utenze commerciali dei quartieri interessati. L’inizio del servizio, previsto nel mese di settembre, sarà comunicato nei prossimi giorni con l’apposizione sui cassonetti stradali degli adesivi informativi sui quali comparirà la data dell’avvio del porta a porta e la conseguente rimozione dei cassonetti dalle strade.

http://www.baritoday.it/cronaca/raccolta-rifiuti-porta-a-porta-palese-dati.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

dom ott 01, 2017 18:45

Nel V Municipio si completa la raccolta porta a porta: via i cassonetti da Catino, San Pio e Macchie

Dopo Santo Spirito e Palese, il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti si allarga all'intero territorio del Municipio V. A partire dal prossimo 10 ottobre, il nuovo sistema partirà anche nella terza zona della città costituita dai quartieri Catino e San Pio, dalla frazione di Palese Macchie e dal restante territorio di Palese situato al di là della ferrovia.

Da questa mattina l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, insieme a una squadra dell’Amiu, ha incominciato ad applicare sui cassonetti stradali presenti nelle aree interessate, degli adesivi che ricordano l’imminente eliminazione dei cassonetti stessi dalle strade.

Già dalla serata di lunedì 9 ottobre i residenti dovranno conferire i rifiuti secondo il calendario già in vigore negli altri quartieri coperti dal nuovo servizio, che prevede la raccolta dell’indifferenziato nella giornata di martedì. Tuttavia nella consegna dei kit di contenitori per la differenziata, mancano all'appello ancora alcune famiglie: su un totale di 4980 utenze della terza sottozona, 4500 hanno finora ritirato regolarmente il proprio kit.

"Siamo pronti ad avviare la raccolta porta a porta sul restante territorio del Municipio V - commenta l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli - dove non è ancora partito il nuovo servizio. Sono state contattate quasi tutte le utenze, domestiche e non, dalle squadre di Amiu per la consegna delle pattumelle e delle informazioni necessarie a effettuare la raccolta differenziata in maniera corretta, e si sono svolti diversi incontri con i residenti ai quali ho partecipato insieme al presidente Moretti. Il calendario è lo stesso delle altre due sottozone: è importante che i rifiuti vengano esposti la sera prima del ritiro. Resta, come sempre, fondamentale la collaborazione di tutti perché sono i cittadini i veri protagonisti di un cambio fondamentale delle loro abitudini, come ci hanno dimostrato i residenti di Palese e Santo Spirito, dove sono state registrate percentuali pienamente soddisfacenti. Pertanto, chiedo a coloro che non abbiano ancora ritirato il kit dei contenitori e che abbiano ricevuto l’invito di Amiu, di farlo quanto prima, recandosi presso il punto di distribuzione Amiu Puglia in via Fiume 8/B, a Santo Spirito".

http://www.baritoday.it/cronaca/raccolta-porta-a-porta-catino-san-pio-macchie-partenza-10-ottobre.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

ven ott 06, 2017 16:41

Santo Spirito e Palese 'ricicloni': porta a porta oltre l'80%. Da domani kit disponibili a San Girolamo

'Convertire' porzione dopo porzione i quartieri al porta a porta come sta accadendo nel Municipio V dove, tra Palese e Santo Spirito, la percentuale di differenziata, a settembre, ha raggiunto, complessivamente l'80,15%. E' il dato principale fornito questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città per fare il punto sui primi mesi del servizio, avviato grazie alla partnership tra Comune, Amiu e Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) a giugno. Una campagna massiccia sul territorio, tra eventi, incontri e spot pubblicitari per coinvolgere i residenti e avviarli verso un cambiamento non semplice. Dopo aver coperto le prime due zone bersaglio nel corso dei mesi estivi, Santo Spirito e Palese lato mare, dal 10 ottobre i cassonetti spariranno a San Pio, Catino e nella parte 'terra' di Palese, con l'interessamento di 4600 famiglie e 165 attività commerciali le quali dal 24 luglio hanno cominciato a ritirare i kit con le pattumelle.

Da domani, questi, saranno distribuiti anche nella sottozona quattro di questa prima fase, ovvero Fesca, San Girolamo e Marconi, coinvolgenzo altre 6300 utenze. Si prevede che entro l'anno il servizio possa partire anche qui, completando un primo importante step di avvio del servizio. Il 2018 dovrebbe vedere un'accelerazione importante, attualmente in fase di pianfiicazione: meglio continuare a coprire la 'corona esterna' dirigendosi verso San Paolo, Carbonara e Ceglie, oppure entrare direttamente in centro e avviare il porta a porta a Bari Vecchia, eliminando i bidoni dalla vista dei turisti? Verso fine anno se ne saprà di più. Nel frattempo il Comune sottolinea i risultati raggiunti: "Sono orgoglioso - afferma Antonio Decaro - perché abbiamo già coperto quartieri dove d'estate, di fatto, vi sono molte più presenze per via dei turisti. Dobbiamo svincolarci dalle discariche per un problema di costi, ambientale e di esaurimento delle stesse. In due mesi abbiamo già risparmiato 63mila euro su 18 mila abitanti, ovvero 378mila euro all'anno solo per quelle zone. Il porta a porta costa di più ma crea anche più occupazione".

L'assessore Pietro Petruzzelli ha fornito un'analisi nel dettaglio di cosa e come si è conferito nelle pattumelle: "L'umido è balzato di oltre 30punti, al 40,85%, così come gli imballaggi e il vetro: entrambi erano sotto il 4 percento ma adesso sono rispettivamente al 9 e all'11. L'unica flessione riguarda la carta, scesa di alcuni decimali, attorno all'8%. In ogni caso è scesa del 67% la percentuale di rifiuti in discarica con 420 tonnellate avviate a recupero. Con la collaborazione del Conai faremo ulteriore attività di animazione territoriale attraverso ape car elettrici brandizzati, tricicli e portasacchi colorati durante gli eventi in città e nelle scuole, per spiegare come si differenzia correttamente". Proprio il presidente del Consorzio sottolinea la buona performance di Bari anche rispetto al resto d'Italia: "Si è subito raggiunto - ha affermato Giorgio Quagliuolo - un livello d'eccellenza e si tratta di una delle migliori best practice nei comuni del Sud. Siamo impegnati ad assistere il Comune per far sì che questi risultati si possano estendere a tutta la città".

http://www.baritoday.it/cronaca/porta-a-porta-rifiuti-santo-spirito-palese-catino-enziteto-san-girolamo-isultati.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

ven ott 27, 2017 18:01

Gioia del Colle passa al 'porta a porta': via i cassonetti dal 1° novembre

Dal 1° novembre Gioia del Colle dirà 'addio' ai cassonetti della spazzatura per le strade del paese: ultimi preparativi per l'avvio del sistema di raccolta rifiuti 'porta a porta' nella cittadina barese. Nei mesi scorsi sono stati distribuiti circa 9mila kit comprensivi di bidoncini e opuscoli informativi per illustrare lo svolgimento del servizio. I cittadini dovranno esporre il contenitore riguardante la tipologia di rifiuto da ritirare sul calendario tra le 21 e le 24 della sera del 31 ottobre, in una zona ben visibile, a ridosso della propria abitazione, in area pubblica poiché gli operatori non possono ritirarli per legge su suolo privato. I cassonetti saranno eliminati progressivamente dai quartieri di Gioia, fino ad arrivare alla zona agro.

Nei primi giorni gli operatori, qualora vi fossero errori nel conferimento da parte degli utenti, lasceranno un avviso sul contenitore, non ritirandolo e invitando il cittadino a controllare meglio il rifiuto gettato nel bidoncino. È inoltre già possibile richiedere il ritiro a domicilio di pannolini, pannoloni /tessili sanitari scaricando l’apposito modulo dal sito del comune o dell'AroBa5. Per scongiurare il fenomeno dello 'svuotacantine' e degli ingombranti gettati per strada, Navita Srl, società che gestisce il servizio di nettezza urbana a GIoia del Colle, informa che attivo il servizio di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne basta chiamare il numero verde 800.098.563, inviare una mail con i propri dati e numero di telefono all’indirizzo info@navita.it o richiedere il servizio attraverso l’app ARO BA 5 e attendere di ricevere le indicazioni su come procedere.

http://www.baritoday.it/cronaca/porta-a-porta-gioia-del-colle-1-novembre-2017.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mar nov 07, 2017 20:14

La raccolta differenziata a Bari sale al 43%: "Risparmiati 1,3 milioni sulla Tari"

E' del 43,07% la percentuale di raccolta differenziata a Bari al 30 ottobre 2017, nell'anno in cui è stato introdotto il porta a porta di diversi quartieri della città. I dati sono stati forniti dall'Amiu: "L'obiettivo - spiega il presidente Sabino Persichella - è stato già centrato e ciò permetterà di evitare le maggiorazioni dell’ecotassa che, invece, rimarrà la stessa degli anni passati. In questo modo abbiamo risparmiato circa 1,3 milioni di euro, risorse che avrebbero pagato tutti i cittadini con la Tari. Nei prossimi giorni invieremo i dati alla Regione Puglia per la rilevazione bimestrale utile al regolamento dell'imposta. Contemporaneamente l’Amiu sta continuando a lavorare sul fronte dell’innovazione e della riprogrammazione dei servizi per migliorare sempre più la qualità e l'efficacia dell'offerta ai cittadini e per incrementare ulteriormente i livelli di raccolta differenziati in tutta la città".

Sul fronte porta a porta, infatti, la percentuale di raccolta nei quartieri di Macchie, San Pio e Catino, dove il servizio è stato introdotto un mese fa, ha raggiunto il 77,44%. Nelle ultime settimane, inoltre, sono stati consegnati 4800 kit per la differenziata a Fesca, San Girolamo e Marconi che vedranno entro la fine del 2017 il passaggio al nuovo sistema, con circa 5mila utenze interessate: "Nonostante le prime diffidenze iniziali, anche i quartieri di San Pio, Macchie e Catino stanno partecipando ottimamente al servizio di raccolta porta a porta - spiega l’assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli -. Avere percentuali di risposta così alte nelle fasi di avvio, non è affatto scontato e di questo siamo contenti perché siamo certi che i cittadini stiano godendo dei benefici del nuovo servizio. Anche in questo caso il merito è tutto loro e della loro preziosa collaborazione. Il dato sorprendente, relativamente ai rifiuti raccolti nel territorio coperto dal porta a porta, è quello dell’organico che è cresciuto esponenzialmente con l’attivazione progressiva delle diverse zone."

"Si è passati - aggiunge Petruzzelli - da 27 tonnellate settimanali raccolte a Santo Spirito alle circa 84 sull’intera area attualmente coperta dal nuovo servizio (Santo Spirito, Palese, San Pio e Catino e Macchie). Dato il trend di crescita si prevede che al completamento della zona di start-up, che avverrà entro la fine dell’anno con il servizio che raggiungerà i quartieri di San Girolamo, Fesca e Marconi, il conferimento settimanale si attesterà intorno alle 120/130 tonnellate di rifiuto organico, pari circa al 50% di quanto prodotto settimanalmente dall’intera città di Bari prima dell’avvio del porta a porta. Tutti questi rifiuti, prima del porta a porta, finivano in discarica mentre adesso seguiranno un processo di recupero. Questo significa che, già oggi, i cittadini che stanno usufruendo del nuovo servizio, stanno dando una mano a tutta la città, che anche quest’anno ha scongiurato il rischio di pagamento dell’ecotassa. Dobbiamo continuare su questa strada convincendo sempre più i cittadini, di tutti i quartieri, a differenziare i rifiuti, perché conviene a tutti e ci aiuta a mantenere la città più pulita. In queste ore anche l’app Junker, utilissima nella differenziazione dei singoli rifiuti, ha totalizzato circa 5000 iscritti e più di 1000 nuovi prodotti segnalati, segno che - conclude l'assessore - tante sono le persone che vogliono collaborare e che stanno modificando le proprie abitudini”.

http://www.baritoday.it/cronaca/rifiuti-raccolta-differenziata-porta-a-porta-ecotassa-petruzzelli.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

sab nov 25, 2017 23:50

Avanza il porta a porta: entro l'anno a San Girolamo e Marconi. Prossima tappa Bari Vecchia: "Avvio in primavera"

Sotto l'Albero dei residenti di San Girolamo, Marconi, Fesca e San Cataldo ci sarà il porta a porta. Prosegue, infatti, la distribuzione delle pattumelle e dei contenitori carrellati a condomini e utenze domestiche dell'ultima zona della prima tranche cittadina scelta per avviare il servizio di raccolta differenziata. Entro fine anno spariranno i bidoni dalle strade, come già accaduto a Palese, Santo Spirito e San Pio: "La nostra idea - spiega l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli - è quella di partire prima delle vacanze natalizie. Sui cassonetti saranno apposti gli adesivi che indicheranno la data in cui si comincerà. Siamo soddisfatti degli incontri avvenuti nelle ultime settimane, anche grazie alla collaborazione del Comitato Quartiere San Girolamo. Siamo impegnati quasi giornalmente. Lunedì saremo proprio alla parrocchia di San Girolamo per parlare con i residenti delle case popolari. Successivamente andremo anche al Villaggio Trieste".

Tante le domande poste dai cittadini, in particolare su come ci si dovrà comportare durante le Feste di fine anno: "Molti residenti hanno manifestato questi dubbi - spiega l'assessore - -. Sarà invece tutto semplice perchè non cambierà nulla. Natale e Capodanno cadranno di lunedì, quindi saranno normalmente ritirati organico e vetro prodotti durante i cenoni". Il Comune, in ogni caso, è soddisfatto dell'approccio da parte dei cittadini dell'ultima zona interessata dall'avvio, facilitato dai risultati dei mesi scorsi: "Sono ben disposti - rileva Petruzzelli - perché toccano con mano quello che è accaduto positivamente a Palese e Santo Spirito. Era importante partire bene fin dall'inizio".

Comune, Amiu e Conai già guardano alle prossime tappe del 2018: la differenziata dovrebbe sbarcare in primavera nel cuore della città e più precisamente a Bari Vecchia, nell'ottica di migliorare decoro e pulizia in zone frequentate dai turisti. Nei prossimi mesi, infatti, potrebbe essere avviata la distribuzione delle pattumelle, con qualche novità "Si stanno studiando - afferma l'assessore - forniture di materiale specifiche per il borgo antico, anche per la presenza di abitazioni piccole. L'approccio seguito da Amiu e Conai è modulare in funzione delle esigenze di ogni singolo quartiere".

http://www.baritoday.it/cronaca/raccolta-differenziata-porta-a-porta-san-girolamo-bari-vecchia.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mar dic 05, 2017 15:42

Immagine

Re: "Cittadini, differenziate di più"

sab dic 09, 2017 20:43

Raccolta porta a porta a San Girolamo e Fesca, si parte il 15 dicembre: "50mila baresi raggiunti dal nuovo servizio"

Dopo Santo Spirito e Palese, è la volta di San Girolamo, Fesca, San Cataldo e Villaggio Trieste. Si estende il raggio della raccolta differenziata porta a porta. In mattinata, sui cassonetti nei quattro quartieri sono stati posizionati degli adesivi per ricordare l'avvio del nuovo servizio, a partire dal prossimo 15 dicembre. Salgono così a circa 50mila baresi (17mila famiglie) serviti dal nuovo sistema di raccolta rifiuti porta a porta.

Gli uffici e tutti gli operatori coinvolti sono a lavoro per gli ultimi dettagli, e per tutti i cittadini che non hanno ancora ritirato il kit dei nuovi contenitori - fanno sapere dal Comune - l’ufficio start up dell’Amiu in via Napoli 349/A , sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30 mentre il sabato dalle 8.30 alle 13.30. Chiunque può recarsi presso questo ufficio e con con un documento di riconoscimento ritirare tutto il materiale utile. Tutti i cittadini dovranno esporre i contenitori la sera prima (14 dicembre) e la prima frazione che sarà raccolta è Non Riciclabile e Carta. Nei giorni precedenti l’azienda comunale provvederà gradualmente a rimuovere i cassonetti dalla sede stradale.

“Consigliamo ai cittadini di scaricare Junker, un app gratuita che informa correttamente su come separare i rifiuti semplicemente fotografando il codice a barre dei prodotti – spiega l’assessore all’ambiente Petruzzelli, che in questi giorni sta accompagnando le squadre dell’Amiu in giro per i quartieri per apporre sui cassonetti il materiale informativo utile a preparare i cittadini al nuovo servizio -. Dopo poche settimane sono più di 5500 i baresi che stanno utilizzando Junker e non solo nelle zone interessate dal nuovo servizio porta a porta ma in tutta la città. Separare i rifiuti non è solo un obbligo ma un gesto di amore verso i nostri figli e i nostri nipoti perché tutto quello che viene differenziato non finisce nelle discariche e contribuisce a proteggere l’ambiente. Sono convinto che anche i cittadini dei nuovi quartieri interessati al porta a porta saranno bravi come quelli di Santo Spirito, Palese, Catino e San Pio dove il nuovo servizio è ormai a regime e sta dando ottimi risultati. Contiamo che così come è già successo per le altre zone, presto tutti si accorgano di quanto è più bella la nostra città senza l’ingombro dei cassonetti stradali. Con queste zone si completa la fase di start-up su cui avevamo deciso di testare il nuovo servizio e visti gli ottimi risultati, sia in termini di collaborazione dei cittadini sia sul fronte della percentuale di raccolta differenziata, abbiamo sfiorato l’80% nei mesi scorsi, stiamo già lavorando ai prossimi passi per programmare le zone che saranno raggiunte dal servizio non appena avremo assestato il lavoro dell’azienda”.

http://www.baritoday.it/cronaca/san-girolamo-fesca-raccolta-porta-a-porta-da-15-dicembre.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

gio dic 14, 2017 18:48

Porta a porta a San Girolamo, Fesca e Marconi: da domani via i bidoni dalle strade

Tutto pronto, tra San Girolamo, San Cataldo, Marconi e Fesca, per l'avvio della raccolta differenziata porta a porta: domani, infatti, spariranno dalle strade i classici bidoni, sostituiti con pattumelle e piccoli contenitori ritirati dai residenti nelle scorse settimane. Circa 6300 le utenze coinvolte dalla rivoluzione che porteranno a circa 50mila il totale degli abitanti cittadini che hanno cambiato il sistema di conferimento, sommando anche i quartieri di Palese, Santo Spirito e San Pio, dove il servizio è stato avviato nei mesi scorsi. I primi rifiuti da gettare nella giornata di domani, come previsto per ogni venerdì dal calendario di conferimento, saranno la carta e il non riciclabile. Già consegnate a domicilio 5.200 pattumelle e serviti 200 condomini e 240 attività commerciali con i carrellati. Si calcola che, attualmente, siano solo 250 le famiglie ancora sprovviste di kit per la differenziata, ritirabile dall’ufficio start up dell’Amiu, in via Napoli 349/A, aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle ore 14.30 alle 17.30, e il sabato, dalle ore 8.30 alle 13.30.

Mercoledì pomeriggio si è svolto uno degli ultimi incontri con la cittadinanza, a cui hanno partecipato il sindaco Antonio Decaro e l'assessore comunale all'Ambiente, Pietro Petruzzelli, per spiegare fino all'ultimo, come gettare i rifiuti, rispondendo a dubbi e perplessità. L'obiettivo è replicare gli ottimi risultati ottenuti negli altri quartieri doe, a distanza di pochi mesi dall'avvio del servizio, le percentuali di raccolta viaggiano tra il 75% e l'80%: "Da domani partiamo con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti in un’altra area della città - ha affermato l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. Ovviamente, come accaduto nei confronti dei residenti dei quartieri del Municipio V, ci sarà molta tolleranza nel periodo iniziale perché sappiamo bene che cambiare repentinamente le abitudini non né è semplice né scontato. Allo stesso tempo, mi auguro che i cittadini mostrino la stessa tolleranza nei confronti degli operatori Amiu, alle prese anch’essi con un nuovo sistema e un nuovo territorio”.

http://www.baritoday.it/cronaca/porta-a-porta-differenziata-rifiuti-san-girolamo-san-cataldo-fesca.html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

dom dic 17, 2017 19:34

Un anno di porta a porta, bilancio positivo: "Innescato cambiamento. Nel 2018 toccherà a quattro quartieri"

"Abbiamo innescato un cambiamento importante e per l'anno prossimo contiamo di accelerare su questa strada": un anno di porta a porta tra pianificazione e messa in atto. Prima l'organizzazione, poi, da giugno, l'attivazione nelle aree di start-up. Santo Spirito, Palese, San Pio, San Girolamo, Marconi e San Cataldo: rigorosamente in ordine temporale sono i quartieri che hanno sperimentato la rivoluzione dei bidoni non più sulle strade, modificando abitudini e adattandosi alla nuova modalità di conferimento che, a conti fatti, garantisce più pulizia e decoro per le strade. L'assessore cittadino all'Ambiente Pietro Petruzzelli, traccia un bilancio positivo per l'avvio del servizio, in collaborazione con Amiu e Conai.

Pochi giorni fa l'ultima 'estensione' del 2017, con la scomparsa dei bidoni da San Girolamo a San Cataldo (nella foto). Monitorando gli umori della rete, nei gruppi di quartiere su Facebook, tra un consiglio e l'altro, si commenta positivamente il cambiamento, al netto dei soliti sporcaccioni che lasciano qualche busta.

I cittadini - afferma Pietro Petruzzelli - dimostrano sempre di essere pronti. Siamo riusciti a coprire già 50mila abitanti, un po' come se la quarta città dell'area metropolitana fosse passata al porta a porta. Nell'ultimo caso è stato un po' più semplice perché i residenti hanno potuto contare sull'esperienza dell'avvio nelle altre zone, parlando con i loro concittadini. In questi giorni, ovviamente, rinnovo un appello alla comprensione verso gli operatori Amiu che stanno prendendo familiarità con le zone".

Non mancano, ovviamente i controlli, con le fototrappole che in questi giorni stanno registrando, in maniera discreta, i comportamenti degli sporcaccioni. Il porta a porta è pronto anche alla 'prova' delle feste: nelle zone interessate dal servizio si procederà, ovviamente, senza variazioni: "Lunedì 25 - spiega Petruzzelli - si ritira organico e vetro, quindi non dovrebbero esserci problemi. Per il 26, invece, come da calendario, toccherà al non riciclabile. Stiamo pensando di estendere questa possibilità anche al resto della città dove è in vigore l'ordinanza di divieto per questo tipo di rifiuti, essendo un giorno festivo. Nei prossimi giorni valuteremo più approfonditamente". Un assaggio, dunque, di quello che si potrebbe verificare nel 2018. L'intenzione del Comune è quella estendere il servizio in altre zone della città, coprendo all'incirca altri 100mila abitanti: "Amiu e Conai - prosegue Petruzzelli - stanno lavorando sulle modalità di introduzione nei quartieri non ancora coperti. Probabilmente si procederà come abbiamo fatto quest'anno, con sottozone in modo da entrare gradualmente a regime".

http://www.baritoday.it/cronaca/porta-a-porta-differenziata-rifiuti-bilancio.2017..html

Re: "Cittadini, differenziate di più"

mer dic 20, 2017 18:19

Cresce la differenziata nei Comuni pugliesi: Rutigliano si riconferma in vetta tra i 'Ricicloni'

Rutigliano si conferma in testa tra i Comuni Ricicloni Puglia, il dossier annuale di Legambiente, giunto alla decima edizione, per monitorare la raccolta differenziata nelle città della regione. Per la classifica 2017, composta dall'andamento registrato nel 2016, sono ben 31 i Comuni premiati con il riconoscimento, in crescita di 13 unità. Tra i baresi si segnalano, oltre al primato di Rutigliano (78,7% di raccolta differenziata), troviamo le riconferme di Cellamare (67,3%), Cassano Murge (66,2%) e l'ingresso di Ruvo di Puglia (71,2%), Corato (65,7%) e Terlizzi (65%).

Tutti i dati baresi
Importante anche il dato di 'seconda categoria', riguardante le amministrazioni che nei primi nove mesi del 2017 hanno già raggiunto una percentuale di raccolta superiore al 65%: tra questi, con riferimento all'area metropolitana barese, troviamo Bitritto (81,6%) Turi (79,5%), Binetto (76,9%), Sammichele di Bari (76,5%), Bitetto (75,9%), Sannicandro di Bari (73,2%), Palo del Colle e Conversano (entrambi 72,2%), Acquaviva delle Fonti (71,7%), Modugno (&9,5%), Giovinazzo (69%, Casamassima (68,7%), Adelfia (68,1%), Molfetta (67,6%), Grumo Appula (65,6%). Questi dati tengono conto dell'avvio, quest'anno, del servizio porta a porta in numerosi Comuni dell'hinterland barese. Per quanto riguarda il capoluogo regionale, Bari fa segnare il 37% di raccolta nel 2016, due punti in più rispetto all'anno prima. I dati del prossimo, però, dovrebbero vedere un incremento complessivo, per via dell'introduzione, in alcune zone della città, del porta a porta che sarà implementato anche nel 2018. Aumentano i Comuni anche per la categoria Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio, ovvero con una percentuale superiore al 55% nei primi mesi del 2017: tra i baresi troviamo Mola di Bari (63,1%), Putignano (61,4%), Polignano a Mare (60,4%), Triggiano (59,5%), Capurso (57,3%), Locorotondo (56,5%) e Noicattaro (55,5%). Per Noci anche il premio Startup. Infine, sui dati 2016, il riconoscimento agli 'Indifferenti', ovvero i Comuni con i peggiori risultati: tra questi Casamassima (8,1%) e Gravina (6,8%)

Tarantini: "Rifiuti come risorsa da valorizzare"
“La presentazione del Rapporto Comuni Ricicloni Puglia - spiega il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini - in questi dieci anni, è stata non solo l’occasione per premiare i Comuni virtuosi ma anche un importante momento di confronto sull’importanza della gestione sostenibile dei rifiuti. La Puglia continua a procedere a piccoli passi verso la chiusura del ciclo dei rifiuti. Rimane bassa, infatti, la media percentuale di raccolta differenziata che si attesta al 41,5%, mentre il 48% dei rifiuti urbani prodotti continua a finire in discarica, anche a causa della continua rimodulazione dell’ecotassa. Il nodo più scottante resta quello dell’impiantistica, ancora oggi carente e insufficiente. Fondamentale è la realizzazione di nuovi impianti di compostaggio per il trattamento della frazione umida, destinata ad aumentare con la crescita della raccolta differenziata che, spesso, viene smaltita in impianti fuori regione. In quest’edizione salgono a 84 i comuni premiati di cui sono solo 31 quelli ricicloni. Il 2017 è l’anno dell’approvazione definitiva del pacchetto europeo sull’economia circolare, che rappresenta la vera sfida del prossimo futuro. Dobbiamo iniziare a vedere i rifiuti - conclude - come una risorsa da valorizzare, un’opportunità di crescita economica e occupazionale. È necessario che la Regione Puglia, nella revisione del piano regionale dei rifiuti, tenga conto degli obiettivi del pacchetto dell’economia circolare, puntando su un nuovo sistema di premialità e penalità che incentivi la riduzione, il riutilizzo e il riciclo dei rifiuti”.

http://www.baritoday.it/cronaca/ricicloni-legambiente-puglia-raccolta-differenziata-2017..html
Rispondi al messaggio