spacer

L'era Trump

In questa sezione diamo libero spazio alla fantasia ed alle curiosità di tutti i fratelli biancorossi.

Moderatori: u'mang, Greem, Pino, sirius, divin gallo

Rosencratz

Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: dom dic 05, 2004 14:38
Località: Dublino
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda Rosencratz » mer gen 09, 2019 13:34


Se legessi con calma senza farti trascinare dalla tua foga ideologica forse avresti evitato di fare domande a cui hoi giá risposto:
Rosencratz ha scritto:A me quello che hanno fatto i democratici interessa poco. Allo stato attuale ci sono 800 moila lavoratrori senza stipendio e tanti senza un aumento salariale per costruire un muro che non serve a niente (spoiler: un muro c'e' giá costruito pure da Clinton) e che in teoria doveva esser pagato dal messico.


Capisco che per difendere Trump devi mettere in mezzo Soros, la Clinton etc ma in questo caso la responsabilitá del blocco é di una sola perona: Chi é questa persona? Te lo dice lo lascio dire da Trump:



Il problema non é il muro ma il fatto che 800 mila lavoratori sono senza stipendio (senza parlare di quelli senza aumento). Accusi gli altri di essere contro i lavoratori e poi difendi queste politiche. Questo muro non ha nulla a che vedere con la sicurezza (tra le tante cose anche il personale che si occupa della sicurezza delle frontiere rimane senza stipendio a casa) ma solo con la campagna elettorale del 2020. Pur difendere Trump ancora una volta appoggi politiche che sono contrarie ai principi a cui dici di fare riferimento. lo stesso vale per Bolsonero e Orban. Alla fine hai trasformato il sovranismo in bandiera, lo hai fatto diventare parte della tua identitá e sacrifichi i principi a questa bandiera interpretando e reinterpretando l'attualita politica.

Premesso che i dati economici di trump si pongono su un trend non certamente inziato da lui, non prendo lezioni di economia da chi pensa che il margine delle aziende sia il solo motore dietro la diseguaglianza dimenticando che i margini delle aziende ha un piccolo impatto sulle ricchezze delle persone fisiche anche perché spesso quei margini non vengono nemmeno redistribuiti agli azionisti per mantenere alto il prezzo delle azioni. Senza parlare che i margini delle aziende sono al netto degli stipendi dei manager, ovvero i margini si riducono all'aumento degli stipendi per i super manager con impatto negativo sull'uguaglianza. Senza nemmeno parlare dell'impatto della tassazione, ovvero i margini possono diminuire ma se la tassazione cambia (tipo Trump o altre politiche neoliberiste) le disuguaglianze possono aumentare. Il punto piú importante e che i profitti delle aziende hanno a che fare con l'economia reale mentre i profitti di quel 1% hanno a che fare anche con l'immensa finanziarizzazione dell'economia . Ragione per cui anche con la crisi le disuguaglianze aumentavano mentre le aziende erano in crisi perche i soldi si fanno su quel grande casinó della finanza (di cui Trump sta diventando un altro croupier con le sue politiche).La realta é che trump sta aumentando le disparita economiche anche se i salari stiano aumentando in maniera marginale (aumenti che diventano nulli all'aumento dei costi dell'assistenza sanitaria) anche perché trump non pensa che la disuguaglianza sia un problema:

https://www.businessinsider.de/trump-ec ... ?r=US&IR=T

Interessante la citazione di Gramsci che faceva parte dell' Internazionale comunista. Detto questo, continui a buttare nella discussione argomenti che non centrano nulla (altro che vittimismo) tipico della propaganda. Se il corriere della sera scrive cavolate o usa la sua forza mediatica per influenzare i mercati o non fa piú "“informazione indipendente di qualità” é un problema del corriere della sera all'interno del problema dei rapporti tra medie e politica, media ed economia. Questi problemi esistono indipendentemente se abbiamo istituzioni sovrane o internazionaliste.

Interessante vedere come una persona che si dice democratica salga in cattedra a dare lezioni (lezioni di che poi? basta vedere la confusione dul concetto di autodeterminazione o affermare che il calo del prezzo del petrolio vada contro gli interessi dei petrolieri dimenticando che quello che conta sono i margini e non il prezzo di approvvigionamento oppure affermare che l'economia sia una scienza esatta o essere contro il neoliberismo appoggiando detassazione e deregolamentazioni varie). La democrazia si basa sul relativismo e non ci sono veritá assolute. in democrazia non si danno lezioni ma ci si confronta. Ancora una volta una cosa sono i principi a cui diciamo di far riferimento, un'altra cosa e come agiamo.
«Chi insegna che non la ragione, ma l'amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l'odio.» Karl Popper

Serie A o serie B, quando gioca il Bari e' sempre Champions League

viewtopic.php?f=6&t=89824&hililit

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » gio gen 10, 2019 22:33


Parto dalla fine: quando ti emanciperai dalle frasi fatte?. Quando pensi di uscire dalla modalità “pensierini” da baci perugina?
In politica si è partigiani, si è di parte. La tua parte va consegnata allo sciacquone della Storia per I danni immensi che ha provocato col suo tradimento e con la sua ignoranza sesquipedale. Quando ti sento dire che la corrruzzzzzzzione è la causa della crisi economica italiana, che la tutela del lavoro si fa a livello globale…ma per piacere, cosa vuoi confrontarti. Mi confronto con i liberisti che mettono in giro ste cazzate, non con la loro copia malriuscita, sbiadita e piagnucolosa. Se devo confutare queste bestialità, preferisco farlo con l’originale.
Fatta questa premessa, passiamo ai fatti
Ti ho lasciato un po’ di tempo per ripetere e, niente..impreparato as usual
E sbadato as usual. Manca qualche risposta (voto dem 2013, la pelosa, Soros e Sanders). Pazienza. Ogni risposta mancata è la conferma della tua ipocrisia. Nulla di nuovo.
Dici che Trump è pro finanza e Rothschild in persona ti smentisce.
Dici che Trump sta sfruttando la scia di Obama e Obama stesso ti smentisce
https://youtu.be/CKpso3vhZtw
Qui Obama nel 2016, sollecitato da un rappresentante dei lavoratori dell’acciaio, diceva che non si possono portare indietro i lavori del manifatturiero. “Neanche con la bacchetta magica.” (Ipse dixit)
I DATI dicono l’esatto opposto (400k posti nel manifatturiero in due anni con Trump vs. 200k in otto anni di Obama)
Immagine

La responsabilità dello shutdown è dei dem, la cui ipocrisia è seconda solo a quella dei questisti.

Gli aumenti salariali di Trump marginali? Ahahaha…Non si vedevano da dieci anni. Hai presente quel buco nero corrispondente al doppio mandato del paraculo guerrafondaio?

Sei di un’ignoranza crassa anche sui margini dei petrolieri. Quanto fa 30% di 100? Quanto fa 30% di 50? E perché le azioni di Eni calano quando cala il prezzo del petrolio? Vediamo se a questa sai rispondere. Andiamo, è alla portata anche di una vittima di trent’anni di pensiero unico.
Poi, ripassa un po’ di latino. Ripeti con me. Superiorem non recognoscens
E chiarisciti le idee sul principio di autodeterminazione. E sul concetto di “esportazione di democrazia”, non di democrazia, che ho citato
Sull’internazionalismo non so più che dire, salvo constatare che sei di coccio oltre che ignorante in Storia. Inter-nazionale è diverso da sovranazionale. Più fai il paraculo, più te lo ripeterò
A proposito di mmmerda sovranazionale, un’ottima notizia
https://www.bbc.com/news/world-europe-46798861
Che fa scopa con quest’altra. Arrivano le sanzioni
https://twitter.com/zerohedge/status/10 ... 94240?s=21
E arrivano nel momento peggiore per la tua leuropa
https://twitter.com/ashokamody/status/1 ... 69216?s=21

E a questo riguardo, non mi resta che ricordare all’impreparato interlocutore una delle prime lezioni di storia impartitegli: leuropa è un progetto americano. Come l’hanno fatta, così se ne sbarazzeranno quando non gli servirà più.

Ultima lezione di storia, economia e contabilità pubblica, all’esattore delle tasse, al seguace di Pinochetty
Immagine

Vuoi iniziare a studiare, perdincibacco? Io mi sarei anche stancato di darti lezioni

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » ven gen 11, 2019 0:32


Il paraculismo dem in tutto il suo abbronzato splendore. Vuoi STUDIARE, per l’amor del Cielo!
https://twitter.com/realdonaldtrump/sta ... 45920?s=21

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » ven gen 11, 2019 23:03


Ancora sulla disinformatja del corrierone.
http://www.elzeviro.eu/affari-di-palazz ... -sera.html
Il corrierone pubblica la versione palesemente infondata del direttore e, soprattutto, dell’editorialista Fubini, membro del board della open society europea del popperiano filantropo George Soros.

Ma perché Fubini scrive queste leggerissime imprecisioni?
Vediamo un po’
https://www.italiaoggi.it/news/soros-ha ... li-2327002

Per la cronaca, è lo stesso Soros che foraggia a tutto spiano i Dem e che trova sempre accessi riservati ne leuropa. E, come vedi, la storia è sempre la stessa su entrambe le sponde dell’Atlantico.. Asinistri ed élites finanziarie sempre a braccetto.

Ora, ripetimi un attimo quella cosa lì che ci vuole Leuropa per le sfide poste dalla Ciiina, che altrimenti l’Italietta non si salverebbe.
https://www.corriere.it/economia/19_gen ... d07c.shtml
Perché l’Italia è corrotta e per questo ha il debbbbbito pubbbbblico che è tanto brutto e cattivo, signora mia. Persino il giustiziere insieme a Cottarelli della Grecia, per tentare di salvare quello straccio di reputazione che ancora si trova, oggi scopre l’acqua calda.
http://clericetti.blogautore.repubblica.it

Quanti danni ha fatto la tua parte politica. Danni incommensurabili e forse irreparabili.

Rosencratz

Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: dom dic 05, 2004 14:38
Località: Dublino
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda Rosencratz » lun gen 14, 2019 15:46


IO non ho pensieri da baci perugina dato che fino a qualche pagina fa ti lamentavi che scrivevo troppo (si chiama argomentare)

Credo che fino a questo punto sia stato fin troppo buono e ho acettato offese per mesi cercando di argomentare ma per avere una discussione devi avere due persone che si confrontano senza offendersi o ridicolizzare la controparte. Non si tratta di vittimismo ma di rispetto che é alla base della democrazia (dato che ti permetti di dare anche lezioni di democrazia)

Sai discuttere senza offendere? Sai discuttere senza mettere ad ogni intervento Obama, Soros, Macron associandoli al mio pensiero? Se si, allora andiamo avanti altrimenti ti lascio alla tua arroganza e alle tue veritá assolute da cui pretendi di dare lezioni (come quella sul petrolio dove per anni il prezzo del petrolio scendeva e alla pompa il prezzo rimaneva invariato o continuare a dire che la colpa del shut down é dei dei democratici quando hai lo stresso Trump che si prende la colpa o quando confondi il diritto di autodeterminazione che é un istituto di Diritto internazionale con la democrazia che é una forma di organizzazione interna degli stati che non riguarda il diritto internazionale...giusto per citare i tuoi ultimi interventi.).
«Chi insegna che non la ragione, ma l'amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l'odio.» Karl Popper

Serie A o serie B, quando gioca il Bari e' sempre Champions League

viewtopic.php?f=6&t=89824&hililit

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » mar gen 15, 2019 17:09


Vediamo un po’
1) Chi tira in mezzo Obama per giustificare i successi economici di Trump sei tu. Io ti faccio smentire da Obama in persona. Comprendo che ci resti male. Ma non posso farci nulla
2) Lo so benissimo che è Trump ad adottare lo shutdown. Si parla di responsabilità che è tutta dei dem. Che fanno come te. Si nascondono
3) Te li tirerò sempre in mezzo Dem, Macron, Soros, UE fino a quando non la finirai di scappare dalle tue precise responsabilità di loro complice. Per ogni volta che davanti a delle aberrazioni totalitarie continuerai a voltarti dall’altra parte, sei loro complice. E io te lo ricorderò. Nonostante continui a nasconderti con risibili, ipocrite prese di distanze a chiacchiere. Cà nisciun è fess
4) Continui a fare manipolazioni (democrazia quando parlo di “esportazione di democrazia). Inutile replicarti
5) Più in generale, mi sono assunto il compito di dimostrare, mediante il serrato richiamo a dati inoppugnabili, alla Storia, alla scienza economica, al diritto, quanta ignoranza alligni nell’asinistra, in “quelli che sanno di sapere” ma non sanno assolutamente nulla, in quelli che parlano in nome di una supposta superiorità culturale e/o morale, che si rivela inesistente alla prova dei fatti. Non sapete nulla. E le peeeerle disseminate in questo topic ne sono la prova (la corrrruzzzzione, i margini, il debbbbito pubblico, la tutela globale del lavoro, internazionale = sovranazionale).A me di insegnarti un po’ di cose interessa fino a un certo punto. Anche perché è tempo perso. No. A me interessa soprattutto evitare che voi asinistri possiate continuare a nuocere al dibattito, evidenziando la vostra miseria culturale, la vostra regressione infantile al mondo delle favolette, delle narrazioni semplicistiche, plasticamente evidenziata dalla reductio ad Trumpem che ispira questo topic. A me interessa dimostrare quanto siate funzionali allo status quo. E hai voglia a frignare che non c’entro con questo e quell’altro. Nuocete e bisogna mettervi in condizione di non far più danni nel dibattito. Dimostrando quanto (non) valete

Ultimo avviso: Studia. Anche il gold standard era irreversibile. Solo, ha fatto molto meno danni dell’euro
http://vocidallestero.it/2019/01/14/the ... ta-creata/

Rosencratz

Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: dom dic 05, 2004 14:38
Località: Dublino
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda Rosencratz » mer gen 16, 2019 16:44


IO ho provatro a discuttere la la tua ossesione con Obama e Soros e oil tuo tentativo di associarli al mio pensiero dimostra che continui a fare molta confusione sui vari livelli della discussione salendo pure in cattedra per dare lezioni di economia, democrazia e lavoratori.

La discussione ha per lo meno tre livelli

PRIMO LIVELLo:Che tipo di istituzioni? Sovranismo/ Internazionalismo.
Il primo livello riguarda che tipo di istituzioni da usare. Da una parte hai il sovranismo che ritiene che le istituzioni debbano essere solo a livello nazionale mentre gli “internazionalisti” ritengono necessario la creazione di istituzioni sovranazionali o per lo meno una maggiore collaborazione tra gli stati all’interno di linee guide decise insieme.
Al netto della visione ideologica, la distinzione non é bianco e nero come fai intendere tu. In realtá cisi muove all’interno di una linea limitata da due estremi. In un estremo hai la visione si stati completamente sovranisti (praticamente senza nessuna relazione con l’esterno e immuni dalle decisioni di altri paesi o della comunitá internazionale) mentre nell’altro hai uno stato globale unitario senza enti intermedi (usando il tuo esempio: in Papua Nuova guinea che votano sugli alberi finlandesi). In realtá i due estremi esistono solo in maniera teorica e alla fine la discussione e dove porsi su quella linea, piú verso il sovranismo o verso l’internazionalismo.
Per me bisogna muoversi piú l’internazionalismo (senza arrivare all’estremo e neanche vicino) alla luce delle sfide del presente: riscaldamento globale, aumento della popolazione, tecnologia che riduce le distanze, globalizzazione della finanza, globalizzazione della criminalitá etc. E’ una mia opinione che non ha nulla a che fare con lo studoiare o con l’ignoranza.

SECONDO LIVELO: che forma dare a queste istituzioni? La questione democratica
Dalla discussione tenuta fino a questo momento, e chiaro che entrambi vogliamo delle istituzioni democratiche (almeno a parole). Tu parti da una convizione tutta ideologica per cui necessariamente Sovranismo=democrazia mentre chi cerca un sistema piú internazionale sia necessariamente anti democratico. La Corea del Nord è forse il paese piú sovrano al mondo e non mi sembra che brilli per democraticitá. Puoi avere paesi sovrani democratici cosi come sistemi internazionali anti democratici ma questo non è nella natura delle istituzioni che decidiamo ma dipende da come costruiamo queste istituzioni. Concordo che l’Europa lasci in parte a desiderare per la sua democraticità ma questo non toglie che non si possa fare una battaglia politica per migliorarla (la democrazia è anche questo).
Una volta deciso che vogliamo la democrazia, dobbiamo decidere che tipo di democrazia vogliamo. Come fatto notare da Tocqueville, la democrazia non ha nulla a che vedere con la dittatura della maggioranza. Quando mi attacchi di essere poco democratico perché critico Orban o Bolsonero (quello che democraticamente caccia i dipendenti publici che non la pensano come lui) nel nome della sovranità popolare dimostri di essere poco democratico. I politici elett inon sono degli dei e sono soggetti alla critica. Ci sono diverse definizioni di democrazia ma quella che preferisco e di Popper: la democrazia è un sistema che permette alle minoranze di controllare il lavoro della maggioranza avendo la possibilità di diventare maggioranza a sua volta. Da questa definizione si evince che le democrazia va oltre il voto ma deve includere: libertà di espressione (non ci sono giornalisti nemici del popolo), possibilità da parte della società civile di organizzarsi (non esistono NGO nemiche del popolo) o semplicemente un politico che pensa di incarnare un popolo con tutte le sue aspirazioni (da qui la discussione di qualche pagina fa sui politici che pensano di rappresentare tutto il popolo) etc. In base a questo concetto nessuno ha la veritá assoluta.

Da sinistra, non posso ritenere che la democrazia si limiti solo all’aspetto formale sena intaccare la maniera con cui il potere economico viene gestito. In altre parole non ci si puó limitare allo stato liberale in quanto senza una distribuzione delle risorse le liberta formali sono vuote come amava insistere Marx. Da qui la necessità per un uomo di sinistra di avere societá piu eguali e di redistribuire le risorse in maniera da avere una societa piú democratica. Sarebbe anche opportuno dare maggiore potere ad operai e impiegati all’interno delle aziende (visione anarchica) per una piena realizzazione della democrazia. In altre parole non si puó pensare di avere una piena democrazia se eleggiamo i politici e poi le strutture all’interno della societá rimangono profondamente antidemocratiche (famiglia e aziende in primis). Da una visione democratica dell’economia, non c’e nessuan differenza tra Trump (deregolamentazione, riduzione delle tasse per i ricchi, taglio dello stato sociale) e la cosiddetta assinistra incarnata da Renzi (articolo 18 e precarizzazione del lavoro) o Soros.E qui passiamo al terzo livello.
TERZO LIVELLO: quali politiche adottare?
Una volta deciso che istituzioni avere e come organizzarle (si spera in maniera democratica) ci sono le scelte che queste istituzioni fanno. L’errore che commetti dettato dalla tua foga ideologica e ritenere che sovranismo=politiche per i lavoratori per poi essere costretto a difendere Trump, Bolsonero e Orban quando adottano politiche nettamente contrarie agl iinteressi delle classi meno fortunate. Una cosa sono le istituzioni (primo livello) un’altra sono le decisioni. Queste decisioni possono essere di destra o di sinstra. Puoi avere stati sovrani che prendono decisioni di pura destra (Bolsonero) e istituzioni internazioni che adottano misure piú vicine alla sinistra come tutta la legislazione anti monopolistica dell’unione Europea.

Fatta questa distinzione, riesci a portare avanti una discussione per stimolare idee invece di chiuderti nel solito manicheismo vedendo tutto in bianco e nero? Riesci a discuttere senza fare superficiali associazioni? Altrimenti possiamo anche finire qui lasciandoti alle veritá assolute.
«Chi insegna che non la ragione, ma l'amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l'odio.» Karl Popper

Serie A o serie B, quando gioca il Bari e' sempre Champions League

viewtopic.php?f=6&t=89824&hililit

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » gio gen 17, 2019 22:36


Rispondo ai 3 punti
1)


2)



3)




Ho risposto. Come dici? Non c’è scritto nulla? E cosa vuoi rispondere al nulla manipolatorio! Già dalla premessa: Sovranismo vs. Internazionalismo. No, caro il mio manipolatore. Internazionalismo degli Stati sovrani retti dalle loro Costituzioni vs Sovranazionalismo delle élites oligarchiche (globalismo) aggrumato nelle Organizzazioni sovranazionali. Ritenta sarai più fortunato.
Qui una cartina per schiarirti le idee.
Immagine
In verde gli Stati Sovrani. Per le menti sofisticatissime leuropeiste gli Stati in verde sono governati da un triumvirato: Trump, Orban e Bolsonaro. Non commerciano tra di loro, non fanno trattati tra di loro, i rispettivi abitanti con le loro emissioni gassose cambiano il clima (cit. Elio). In blu il paradiso terrestre che salverà il mondo verde dalla sua perdizione.. Quando avrà finito di distruggere i popoli che hanno avuto la malaugurata idea di dare una mano di blustellato ai propri stati.

https://twitter.com/alessandrocere7/sta ... 39297?s=21

Poi, sempre per la Storia, un’ennesima lezione. Come al solito, dall’America Latina
https://youtu.be/1E9_wnzkZgI

Non fece una bella fine vero?

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » gio gen 17, 2019 23:27


Occhio allo shutdown. Altri cinque giorni e the Donald potrà fare un po’ di pulizia nel verminaio del deep state dem e neocon. Cerca da solo. Ho come la sensazione che...vabbè alla prossima puntata

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » mar gen 22, 2019 16:12


bariamo ha scritto:
bariamo ha scritto: ...

Brexit nasce da un voto popolare. I temi sono il controllo dell’immigrazione indiscriminata (circolazione delle persone) e rifiuto della cessione di sovranità normativa. A chi giovano flussi migratori incontrollati e primazia del diritto leuropei? As usual, non arriverà nessuna risposta da te. Vedrai che, come di consueto, saranno i laburisti a spingere per un nuovo referendum, come nella migliore delle tradizioni ue. Si rivota fino a quando non esce il risultato auspicato dalle oligarchie (mandarini) di Bruxelles. Nel frattempo si fa di tutto per ostacolare la realizzazione di quanto il voto popolare ha già deciso. La May, nella migliore delle ipotesi, è un’incapace. Nella peggiore e più realistica è una remainer che rema contro.


Immagine
https://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2 ... d=AEtSc2sG

Ricapitolando: la REMAINER May fa un accordo dimmerda, smontato in Parlamento pezzo per pezzo con un parere legale. E il labour chiede il secondo referendum. Prevedibilissimi.

Perché non è solo il warmonger Blair a chiederlo.


QED quoad erat demonstrandum
https://www.repubblica.it/esteri/2019/0 ... 217173429/

Rosencratz

Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: dom dic 05, 2004 14:38
Località: Dublino
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda Rosencratz » mar gen 22, 2019 16:21


Quei tre punto non erano domande né a cuis rispondere né un tentantivo di manipolazione ma un semplice tentantivo di incanalare la discussione dato che continui ad associarmi a Soros, renzi, Macron e a chiunque altro ti passa per la testa. In un alttre maniera una maniera per avere una discusione proficua e stimolare idee senza rinchiudersi in steccati. La mia domanda quindi rimane per continuare questa discussione:

Rosencratz ha scritto:Fatta questa distinzione, riesci a portare avanti una discussione per stimolare idee invece di chiuderti nel solito manicheismo vedendo tutto in bianco e nero? Riesci a discuttere senza fare superficiali associazioni o offendendo? Altrimenti possiamo anche finire qui lasciandoti alle veritá assolute.
«Chi insegna che non la ragione, ma l'amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l'odio.» Karl Popper

Serie A o serie B, quando gioca il Bari e' sempre Champions League

viewtopic.php?f=6&t=89824&hililit

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » mar gen 22, 2019 17:57


Questo lo mettiamo agli atti. Non si sa mai
https://scenarieconomici.it/sventato-at ... attaccati/

Non so sia fantapolitica. Però... era molto molto strana quella sospensione del volo di stato per la cozza pelosa.

Torniamo dall’altro lato globalista dell’Atlantico
Leuropa che ci protegge, senza la quale l’Italietta e bla bla bla.

Un’analisi del trattato siglato oggi tra i nostri fratelli leuropei
https://scenarieconomici.it/sventato-at ... attaccati/

Sono gli stessi fratelli che ci denunciano all’antitrust leuropeo
https://www.corriere.it/economia/19_gen ... d07c.shtml

Questa, invece, è l’Inghilterra che sta sprofondando nell’Atlantico e che il servo sciocco Corbyn del labour (ahahah) vuol tenere aggiogata all’impero centrale tedesco/francese
https://www.bloomberg.com/news/articles ... bor-market

Rosencratz

Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 15279
Iscritto il: dom dic 05, 2004 14:38
Località: Dublino
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda Rosencratz » ven gen 25, 2019 15:37


Rosencratz ha scritto:
Rosencratz ha scritto:Fatta questa distinzione, riesci a portare avanti una discussione per stimolare idee invece di chiuderti nel solito manicheismo vedendo tutto in bianco e nero? Riesci a discuttere senza fare superficiali associazioni o offendendo? Altrimenti possiamo anche finire qui lasciandoti alle veritá assolute.


Ultima volta che lo chiedo. Sono interessato ad avere un confronto non ad una pioggia di link e prese in giro.
«Chi insegna che non la ragione, ma l'amore sentimentale deve governare, apre la strada a coloro che governano con l'odio.» Karl Popper

Serie A o serie B, quando gioca il Bari e' sempre Champions League

viewtopic.php?f=6&t=89824&hililit

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » dom gen 27, 2019 20:27


Forse non sono stato chiaro sulla conclusione cui sono pervenuto . Io non devo e non posso confrontarmi con te per due ottimi motivi.
1) Perché banalmente non sei all’altezza. Non è una questione personale. Per ogni argomento trattato dimostri un’inconsapevolezza che è il portato di trent’anni di TINA e pensiero unico divulgato a reti e stampa unificate. In parte, quindi, non è colpa tua se affermi le stesse cose di Monti (la corruzzzzione), di Boeri e Pinochetty (le tassssssse) e liberisti vari e assortiti (il QE come partita di giro è il top) e tante altre amenità che hai disseminato in ben due topic (faccio fatica a ricordarle tutte). Diventa colpa tua quando rifiuti di fare una cosa che è la premessa per un qualsivoglia confronto: il rispetto dei dati. E qui, veniamo al secondo punto
2) Per non legittimare il fascismo delle opinioni, ossia il permeismo, rectius, le narraffioni che prescindono dai dati. Trent’anni di pensiero unico si fondano sulle narraffioni. Ora basta.

In quanto esponente paradigmatico dell’asinistra, servi come mero espediente retorico. Non devo interloquire con te. Perché è una perdita di tempo e perché ti concederei quella dignità di interlocutore che, per le esposte ragioni, non meriti.

Ripeto. Qualcuno capiterà su questo topic o sarà capitato sull’altro topic e, magari, verrà preso dalla curiosità sul motivo per il quale l’asinistra e la sua presunta controparte (la destra liberista/fascista) di ambo le parti dell’Atlantico dicano le stesse cose e propongano le stesse ricette. Dall’economia all’emigrazione, dalla globalizzazione alle organizzazioni sovranazionali. Magari, si chiederanno se per caso non stiano curando gli stessi interessi. Ecco, il solo aver insinuato questo dubbio giustifica il fatto che io continui a scrivere qui. Oppure, vado sempre per ipotesi, qualcuno si chiederà come mai in questo topic (come in quell’altro topic) ha letto con anni di anticipo argomenti (dal CFA alla contrapposizione Germania/USA, dalla deriva autoritaria dell’UE alla situazione esplosiva della Francia, dal divorzio Tesoro/Banca d’Italia a leuro) che puntualmente sono venuti di attualità. E si chiederà come mai non ne ha scritto l’asinistra che sa tutto. E forse gli verrà voglia di capire.

Ad esempio, ora si tratta di capire perché Trump stia appoggiando il deplorevole golpe in Venezuela, guadagnandosi, per una volta, il plauso di tutto l’establishment che già si sta leccando il dente per le future privatizzazioni. Le menti semplici vi diranno perché Trump è vicino all’establishment. Chi approfondisce, vi dirà altro. È una questione di sicurezza nazionale. Degli Usa. E dello strumento che ne garantisce la sopravvivenza, senza il quale sarebbero falliti da anni.

bariamo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 6738
Iscritto il: mar mag 20, 2008 21:33
Località: Da Picone al Libertà
Record: 0

Re: L'era Trump

Messaggioda bariamo » lun gen 28, 2019 16:43


il post precedente sull’asinistra portatrice d’acqua con le orecchie alla destra (dei fratelli Koch…) anche sulla questione EMIGRAZIONE trova un formidabile riscontro in questo FONDAMENTALE articolo con tanto di citazioni

La versione integrale in lingua inglese
https://americanaffairsjournal.org/2018 ... n-borders/

La traduzione italiana, per ora solo della prima parte
http://vocidallestero.it/2019/01/27/la- ... i-i-parte/

Da un lato all’altro dell’Atlantico (penso agli show dei guitti piddini e leuini in questi giorni sulla nave della solita Ong) l’asinistra è la più utile idiota al servizio dei ricchissimi.

PrecedenteProssimo

Torna a NONSOLOBARI - PAROLE IN LIBERTA'


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti